Lettori fissi

giovedì 22 giugno 2017

Recensione: I pilastri della terra di Follett

RECENSIONE


 
Titolo: I pilastri della terra
Autore: Ken Follett
Editore: Mondadori
Collana: Oscar bestsellers                      
Anno edizione: 2007                 
Pagine: 1030 p., Brossura
Pubblicazione: 1989
Voto: 5  (da 1 a 5)
 
                                        Sinossi
 

I Pilastri della terra  è un romanzo storico in cui le vicende dei protagonisti si snodano sullo sfondo di avvenimenti storici realmente accaduti come lo scontro in atto nel medioevo tra la nobiltà, ancora arroccata a difesa dei propri privilegi e la nascente borghesia mercantile, che si stava sviluppando nelle città e che tentava di liberarsi dagli arcaici fardelli del feudalesimo. Una grande avventura lunga 1030 pagine.
 
 
La storia è ambientata in Inghilterra nel XXII  secolo.
Il priore Philip, decide di costruire la più grande cattedrale mai esistita a Kingsbridge e affida la sua costruzione a Tom il costruttore.
Tom, prima di arrivare a Kingsbridge lavorava nella costruzione del palazzo di un grande signore ma  venne licenziato in un batter d'occhio. Sconsolato padre di famiglia decise di mettersi in viaggio ed affrontare quel lungo viaggio fino ad arrivare a Kingsbridge in cui aveva sentito parlare della costruzione della Cattedrale più grande del secolo. Durante il viaggio, la moglie morì nel partorire il loro terzo figlio. Il povero Tom si ritrovò così solo con tre figli a cui non poter garantire neanche il cibo. Così spinto dalla disperazione della povertà, abbandona il neonato nel bosco  e prosegue il suo cammino con i suoi due figli. Lungo il cammino, incontra la sua futura moglie costretta a vivere nascosta nei boschi perchè condannata dalla Chiesa per stregoneria.
Il neonato per fortuna fu ritrovato dal fratello del priore e portato al convento impedendoli così una triste morte per fame e assideramento. Il priore Philips, decise di crescerlo in convento e farlo studiare.
 Dopo varie vicissitudini, Tom e famiglia arrivano al convento e dopo un attento colloquio con il priore, ottenne il lavoro.
La costruzione della cattedrale, si articola, in un lungo periodo di carestie, guerra di potere, tradimento e guerre civili. La sua costruzione, inizia con Tom, prosegue con il figlio maggiore, dopo la sua morte avvenuta durante un assalto da parte del signore prepotente alla Cattedrale; ma raggiunge il suo splendore, per mano del figliastro Jack figlio della "strega".
 
                                     Approfondimenti:
 

"I Pilastri della Terra" è il capolavoro per eccellenza di Follett; ha venduto oltre 14 milioni di copie in tutto il mondo solo in Italia ne ha vendute circa  1,3 milioni in Italia.
Follett con questo romanzo ci fa rivivere da protagonisti la stupenda avventura medioevale delle grandi Cattedrali sinonimo di potere e ricchezza.
Una Cattedrale maestosa era sinonimo di potenza e ammirazione. Ma ci fa pure ricordare l'opera cristiana disinteressata dei conventi che in quell'epoca ospitavano i mendicanti e i viaggiatori, offrendo loro vitto e alloggio gratuitamente , chiedendo solo in cambio un pò di collaborazione manuale. Possiamo rivivere il grande sentimento di solidarietà e riconoscenza della popolazione povera nei confronti della Chiesa, timorosi di Dio e superstiziosi.
Romanzo altamente descrittivo e linguaggio curato e minuzioso. Follett ha il pregio di rendere il lettore protagonista attivo non passivo. Dopo aver letto , se il lettore chiudesse gli occhi, può provare su di sè la sensazione di entrare ed ammirare le grandi Cattedrali e meravigliarsi quando il sogno svanirà nel momento in cui si riapriranno gli occhi.
Romanzo grandioso scritto da una grande mano.
Consigliatissimo a tutti ma in particolar modo a chi ama il genere storico, a chi ama la magia e l'avventura, ma soprattutto a chi non ha paura dei "libri mattoni".
Non fatevi ingannare dal numero delle pagine e dalla pesantezza del libro. Sono pagine che valgono la pena di essere lette e vi assicuro che una volta terminata la lettura vi meraviglierete di avere già finito e sentirete una certa malinconia, come se aveste detto addio alla  persona amata.
Ma l'avventura di Follett non termina qui, ma prosegue con il libro successivo:
"Mondo senza fine", ambientato circa 200 anni dopo e pubblicato nel 2007  a distanza di diciotto anni da I pilastri della Terra.
 
Buona lettura dalla vostra fedelissima Emanuela.
 
 
 
 

 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...