Lettori fissi

martedì 19 marzo 2019

L'esordio letterario di Alexandrea Weis Dal 28 Marzo "Dalla prima all'ultima pagina"

L'esordio letterario di Alexandrea Weis
Dal 28 Marzo "Dalla prima all'ultima pagina" 
Delrai Edizioni



Alexandrea Weis esordisce in Italia con un romance che unisce la storia d'amore alla scrittura. Non può mancare ovviamente un pizzico di erotismo.


Lui è un uomo ricco, un magnate del petrolio, con due matrimoni falliti alle spalle.
Lei è un’autrice di successo, scrive romanzi rosa, ma non crede più nell’amore. 
Tyler Moore ricorda bene Monique Delome, l’unica donna che non è mai riuscito a conquistare, che non si è mai donata a lui totalmente, nonostante il desiderio e l’attrazione schiacciante tra loro. Monique continua a scrivere di Tyler nei sui romanzi, anche dopo anni: i suoi occhi, i capelli, il fascino dell’uomo in carriera, il carattere potente e dominatore, per lei rimarrà sempre l’uomo ideale di ogni donna, un desiderio segreto, proibito.
Quando per caso si incontrano di nuovo, tra loro scatta qualcosa, una voglia inarrestabile di inseguirsi e scoprirsi, fisicamente e mentalmente, di darsi piacere reciproco come non era mai successo. Ma l’amore, i sentimenti, tornano a far capolino e a spingere per tornare a galla. Nessuno dei due però è disposto a dare la sua fiducia all’altro, questo perché la vita ha già segnato entrambi.
 L’esordio letterario in Italia di un’autrice americana che si distingue per la passione e la realtà con cui tratta l’amore. Non c’è un tempo giusto per amare, perché le emozioni appartengono alla vita stessa, non all’età.




Monique lo baciò di nuovo, spinse insistentemente le labbra sulla sua bocca. Quando la fece aderire a sé, lei separò le labbra e lo tentò con le carezze della lingua. Tyler si sciolse subito; la pelle di velluto di Monique, il calore che emanava il suo corpo e la curva dei seni che premevano contro il suo petto, erano un dolce veleno. Approfondì il bacio, desideroso di avere di più.

La vita è bella, non ha importanza dove ti può condurre. Se respiri ancora, andrà comunque tutto a posto.
Alexandrea Weis è cresciuta nell'industria cinematografica e ha iniziato a scrivere storie all'età di otto anni. All'università ha studiato infermieristica e ha insegnato in un’università locale. Dopo diversi anni di lavoro in campo medico, decide di tornare a scrivere. Le piace infondere la ricchezza culturale della sua città natale nei suoi romanzi e crede che creare personaggi vivaci renda una storia memorabile. Quando non scrive, si occupa anche della riabilitazione della fauna orfana e ferita, è infatti abilitata dal dipartimento per la salvaguardia degli animali selvatici e acquatici. È sposata e vive a New Orleans, la sua città natale.

19 Marzo... tradizione e regali Regalate un buon libro

19 Marzo... tradizione e regali
Regalate un buon libro
Amazon


Risultati immagini per 19 marzo san giuseppe e libri


Libri Amazon: Rosa/ Romance

Prima che cali il giorno (La Volta Vol. 2) Formato Kindle, di Mary Calmes, Dreamspinner Press


Prima che cali il giorno (La Volta Vol. 2) di [Calmes, Mary]
Terrence Moss. Conrad Harris. Gold Team Leader. Darius Hawthorne. La Volta. Fare il giocoliere con tutti questi nomi per alcuni potrebbe essere un problema, ma per Darius è la quotidianità. Quando un capitolo della sua vita si chiude, lui si lascia alle spalle un nome e le persone a esso collegate. In oltre quarant’anni è riuscito a tenersi alcuni colleghi, perfino qualche amico, ma nessun compagno. Qualcosa però sta cambiando. Il più recente capitolo della sua esistenza si apre su uno scenario completamente diverso: una casa stabile, un’identità recuperata, una famiglia improbabile, e adesso la possibilità di incontrare di nuovo il solo uomo che Darius abbia mai amato, Efrem Lahm. I motivi della loro separazione sono ancora validi e sembra impossibile che i due possano fidarsi l’uno dell’altro. Ma Efrem ha già deciso che non lo lascerà andare… e Darius dovrà decidere se vuole mettere a rischio il suo cuore, prima che cali il giorno.


La strada più lunga Formato Kindle, di Simona Barrella, Compagnia editoriale Alberti


La strada più lunga di [Barrella, Simona]
Irene è una studentessa di ventidue anni. Ha tante passioni, dei buoni amici e una famiglia che le vuole bene, eppure si sente incompleta, ansiosa per il futuro. Un giorno incontra Andrea, un ragazzo insolito che attira subito il suo interesse, ma è distante e sfuggente. Poco dopo conosce Matteo, che sembra incarnare le caratteristiche del principe azzurro: bello, simpatico, affettuoso. Dovrebbe dimenticare Andrea, eppure per qualche motivo non ci riesce. Intanto con l’avvicinarsi della laurea aumentano i suoi dubbi: sta seguendo la strada giusta? È quella la persona che vuole essere? Irene inizia così un lungo viaggio alla ricerca di sé stessa e di cosa voglia dire amare tra scelte sbagliate, bugie e la scoperta che anche i sentieri più tortuosi possono essere affrontati col giusto compagno al proprio fianco.


Libri Amazon :Gialli / Thriller

Il Quartiere Perfetto (Un emozionante thriller psicologico di Jessie Hunt—Libro Due) Formato Kindle, di Blake Pierce

Il Quartiere Perfetto (Un emozionante thriller psicologico di Jessie Hunt—Libro Due) di [Pierce, Blake]
In IL QUARTIERE PERFETTO (Libro #2), la profiler Jessie Hunt, 29 anni, raccoglie i cocci della sua vita distrutta e lascia la periferia per iniziare una nuova esistenza nel centro di Los Angeles. Ma quando un benestante rappresentante dell’alta società viene ucciso, Jessie, a cui viene assegnato il caso, si ritrova nel mondo dei quartieri periferici dalla perfetta facciata, all’inseguimento di un folle assassino in mezzo ad apparenze di falsa normalità e donne sociopatiche.


Hap & Leonard Sangue e limonata (Einaudi. Stile libero big Vol. 70) Formato Kindle, di Joe R. Lansdale, Einaudi Editore


Hap & Leonard Sangue e limonata (Einaudi. Stile libero big Vol. 70) di [Lansdale, Joe R.]
Hap Collins è solo un ragazzo, ma sa già di essere molto diverso dai bigotti razzisti e ottusi della cittadina in cui è cresciuto. E sa che per ridurli a mal partito non bastano le parole: bisogna usare le loro stesse armi. Anche il giovane Leonard Pine è diverso da quelli che lo circondano: nero, gay e, a sorpresa, conservatore. Nella migliore delle ipotesi, i due formano una coppia improbabile. Finché un giorno, per caso, Hap vede Leonard fare il culo a strisce a una manica di bulli. E capisce che, a dispetto delle apparenze, ha trovato il socio ideale. Con sublime ironia, Lansdale scava nel passato dei due detective piú celebri dell'East Texas e compone un mosaico di vicende e personaggi di volta in volta terribili, comici, violenti e nostalgici. Tutti, però, indimenticabili.

Le gazze, Formato Kindle e Copertina flessibile, di Mark Edwards, Amazon Crossing




Jamie e Kirsty acquistano una casa nuova. È perfetta, in una zona tranquilla a dieci minuti dal cuore di Londra. Il loro futuro è rosa: vogliono sposarsi e avere bambini. I vicini li accolgono a braccia aperte, soprattutto i Newton, la coppia dell’appartamento col giardino. Sembra proprio nascere una bella amicizia. Giorno dopo giorno, però, cominciano ad avvenire fatti inquietanti nella casa di Jamie e Kirsty. Ratti morti davanti alla porta e musiche terrificanti durante la notte sono solo i primi disagi: la paura vera arriva quando il migliore amico di Jamie cade in coma per un incidente in go-kart, avvenuto proprio in compagnia dei Newton. Da quel momento Jamie e Kirsty non hanno più pace: i Newton li prendono di mira con una campagna del terrore e la tensione cresce insieme ad ansie e paranoie. La guerra psicologica a cui Jamie decide di non arrendersi diventa un’ossessione che trasformerà la casa dei sogni in un vero e proprio incubo.

La stagione di pesca: La prima indagine di Michele Cutrì Formato Kindle, di Fabio Sorrentino


La stagione di pesca: La prima indagine di Michele Cutrì di [Sorrentino, Fabio]

 Ischia, fine anni '90

Una mattina di metà settembre, all'alba, l'ispettore Mazzeo telefona al vicecommissario Michele Cutrì quando questi ha appena riaperto gli occhi: un cadavere di donna è stato ritrovato sulla battigia della spiaggia della Fundera da due villeggianti straniere, scese al lido alle prime luci del giorno. Un cadavere sull'Isola Verde è cosa rara e Cutrì, imprecando, si reca immediatamente sul posto per prendersi in carico quel fardello imprevisto, saltato fuori alla fine di una lunga estate calda. La donna è una bella quarantacinquenne, bionda, dal fisico asciutto e slanciato, ed è sdraiata bocconi fra la spuma e la sabbia bagnata dalla risacca, vestita con una gonna e una camicia nere. Addosso nessun documento, né un cellulare o qualsiasi altro elemento distintivo. E' una perfetta sconosciuta. Dopo l'arrivo del medico legale, l'esame autoptico rivela che la donna è morta per annegamento. Ad eccezione di una ferita sulla nuca, nessun segno di violenza superficiale, niente ferite esterne o ecchimosi diffuse. Intanto la notizia fa il giro dei tg regionali mentre gli uomini della Polizia rintracciano quei pochi testimoni che hanno riconosciuto nella foto della donna una turista sbarcata sull'isola il pomeriggio precedente e li ascoltano. Dai primi riscontri, si scopre che la sconosciuta viaggiava con un trolley, una borsetta e alcuni oggetti d'oro ma nulla è stato ritrovato accanto al suo cadavere. E' un suicidio? Si tratta forse di una rapina sfociata in tragedia oppure c'è dietro dell'altro? Le ricerche atte a stabilire le generalità della defunta proseguono serrate eppure sembrano non portare esiti. Ma il siciliano Michele Cutrì è un osso duro, uno che non molla mai la presa, e insieme ai fedelissimi della sua squadra scalcagnata si tuffa anima e corpo nelle indagini, fino a illuminare ogni punto della misteriosa vicenda...

Ferro Formato Kindle e copertina rigida, di Gianpietro Vigorelli, Piemme


Ferro di [Vigorelli, Gianpietro]
Ferruccio Camerano, detto Ferro, è uno scrittore di gialli che non ha mai realmente sfondato e vivacchia tra Bologna, dove ha studiato, e Cisternino di Puglia, suo paese natale. A legarlo al paese è soprattutto la presenza del fratello gemello Cesare, rimasto disabile in seguito a un incidente capitatogli da ragazzino.
Vittima dello strozzino Dragan Arsic, il terrore balcanico dell'alto Salento, Cesare si ritrova con una gamba amputata e in pericolo di vita. Proprio per salvare il fratello, Ferro finisce a sua volta nelle mani di Dragan. Dando per scontate le sue abilità investigative, vista la professione di giallista, e per via della sua fama di ragazzo fortunato, il boss slavo gli affida una missione: andare a Milano, scovare il suo nemico giurato, Zoran Baycusa, mozzargli la testa e riportargliela. Arrivato a Milano, gli indizi che Ferro trova nell'appartamento che il boss gli ha messo a disposizione lo portano subito al Cigno Nero, squallido strip club di periferia dove la star indiscussa è la bellissima Jadranka, per la quale Ferro perde irrimediabilmente la testa e che gli propone di aiutarlo. Tra sparatorie, tradimenti, falsi amici e veri nemici, Ferro si troverà molto vicino alla soluzione del caso. Dovrà solo decidere, almeno per una volta, da che parte stare.


Libri Amazon: Narrativa

Sette ragazze imperdonabili Formato Kindle e copertina flessibile, di Maria Antonietta, Rizzoli

Sette ragazze imperdonabili di [Antonietta, Maria]
Questo libro è un omaggio alle mie sorelle maggiori. Che cosa mi hanno insegnato? Ad accettare i miei spigoli, la mia complessità, ma anche le mie risorse interiori. Ad avere fiducia e a non sentirmi in colpa se ho molti desideri. A prendermi sul serio, a darmi una possibilità.»
C'è Emily, che vive in una casa racchiusa tra le siepi di gelsomino, con la compagnia dei libri in camera e le stelle, in alto, a insegnarle la fedeltà. C'è Jeanne, che cavalca tra i boschi di Lorena per andare incontro al suo destino - anche se alle femmine non è concesso di andare a cavallo. C'è Antonia, che tutti chiamano debole, eppure sa scalare le montagne; e c'è Cristina, radicale e inflessibile, che cerca tra le rose il suono della verità. Poi Etty, governata da una forza segreta, e Sylvia, «una Marilyn che scrive poesie». Infine Marina, che vive in un deserto di ghiaccio, ma darebbe fuoco al mondo per riscaldarsi l'anima. Sono loro, le ragazze imperdonabili. Donne che hanno scelto di non conformarsi, di non compiacere nessuna aspettativa, di non appiattirsi sulla strada che altri hanno disegnato per loro. Donne impazienti, determinate, tremendamente oneste - anche a costo di restare sole, anche a costo di essere antipatiche. Ascoltando le loro voci, Maria Antonietta fa risuonare la propria e ci regala un catalogo delicato e giocoso, per ricordare a tutte le ragazze il diritto di gridare, di godere, di schierarsi, di appiccare incendi. E, perché no, anche quello di fare miracoli.


Risultati immagini per 19 marzo san giuseppe e libri

lunedì 18 marzo 2019

Disponibile dal 15 Marzo il nuovo libro di Luigi Manglaviti, l’antesignano degli autori italiani che operano al di fuori dell’editoria “ufficiale”.

Disponibile dal 15 Marzo il nuovo libro di Luigi Manglaviti, l’antesignano degli autori italiani che operano al di fuori dell’editoria “ufficiale”.


Era una geniale canaglia di [Manglaviti, Luigi]




Informazioni tecniche
Titolo: Era una geniale canaglia
Autore: Luigi Manglaviti
Editore: Rainkids
Pagine: 228 
12,90 euro (ebook: 7,90 euro, gratis per chi acquista il cartaceo)
Genere: Romanzo Giallo / Thriller

 Crocevia fra thriller giudiziario, detective story, giallo psicologico e trattato di sociologia, “Era una geniale canaglia” prende la forma della storia orale di un famoso architetto e altrettanto noto jazzista, nella quale un assortimento di amici, nemici, ammiratori, detrattori, poliziotti, magistrati o persone semplicemente incontrate dicono la loro su quest’uomo e sul delitto di cui si è reso protagonista, attraverso i loro ricordi e appunti; dopo la sua sparizione, qualcuno si incarica di raccogliere le testimonianze necessarie a ricostruire, come in un puzzle, l’intera vicenda.
Il romanzo presenta originali invenzioni di prosa e un insolito stile narrativo: tutta la storia si dipana infatti sotto forma di dichiarazioni dei vari personaggi (indifferentemente in prima persona come in seconda o in terza), un racconto corale in cui ognuna delle voci narranti offre la propria versione dei fatti come in un’intervista, quasi che l’intera opera fosse una sorta di dossier giornalistico (o poliziesco), tracciando profili in cui si ricreano e si confondono verità e menzogna, in un gioco di specchi. Le persone diventano così il mezzo, tutto umano, per interpretare dati oggettivi con una discrezionalità del tutto arbitraria.
 Nella vicenda, già conclusa, il lettore deve orientarsi di fronte a punti di vista contraddittori e talvolta opposti, la cui trama è costantemente messa in discussione. Contribuisce al pathos la struttura inusitata, con una prima parte serrata di attestazioni, una seconda (vero e proprio “romanzo nel romanzo”) costruita attorno a un lungo, enigmatico pedinamento per le vie di Roma, nato quasi per caso e che si conclude con uno shock, e una terza che scioglie gli interrogativi irrisolti precipitando però nella sorpresa morale finale: l’inefficacia e la sostanziale sterilità della Verità.
 È un libro potente, dove l’intelligenza è al servizio del male: fa attaccare la spina alla prima pagina e la fa staccare all’ultima. Un’opera totalmente immersa nella contemporaneità: è un giallo, ma contiene anche feroci critiche al nostro oggi (i social network, le illusioni populiste, la spiritualità da due soldi, l’incomunicabilità di coppia: la finzione ci permea sia come società che a livello individuale). L’azione non è preponderante, la tensione si sprigiona dai rapporti interpersonali, dagli intrecci, dalla memoria, dal ragionamento, dalla logica deduttiva, dalle attestazioni e dai racconti: a volte caustici, a tratti ironici, spesso tesissimi, quasi sempre ad alto tenore emotivo. Si potrebbe in definitiva dire che con questo volume si è in presenza di un manuale antropologico travestito da legal thriller: si è fatta saggistica, mascherandola da narrativa.

Buona lettura!!! 

Review party Recensione del romanzo "Io e te sempre più distanti" di Brianna Testa

Review party
Recensione del romanzo 
Io e te sempre più distanti di Brianna Testa 
Amazon


Scheda tecnica
Titolo: Io e te sempre più distanti
Autore: Brianna testa
Serie : #6  Gossip & Stars
Editore: Independently published 
Pagine: 284
Genere: Romanzo rosa
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pubblicazione: 13 Febbraio 2019


I contrasti tra Diana e Joey sembrano non avere fine.Lei è seriamente intenzionata a rimettersi in gioco, a confrontarsi con lui e a provare a risolvere i loro problemi. Lui è cambiato drasticamente e sembra avere le idee parecchio confuse su ciò che vuole veramente. Di una sola cosa è certo: arrivato a questo punto della sua vita, non può più permettersi di sbagliare in amore.Una terribile scoperta metterà di nuovo a rischio la storia d’amore tra i due ragazzi, che farà sempre più fatica a trovare il giusto assetto.Riusciranno i due protagonisti a trovare un punto di incontro in una relazione che, ancora una volta, sembra compromessa per sempre?
"La nostra forza è l'amore" 
Il libro è il sesto volume della serie Gossip & Stars, che purtroppo non ho avuto ancora il piacere di leggere; ma nonostante ciò, non ho riscontrato alcuna fatica nella comprensione del testo, in quanto, l’autrice, riprende la storia nei primi capitoli di questo romanzo "Io e Te sempre distanti", in modo che la trama sia un unico filone e sia comprensibile a tutti. Questa modalità di scrittura, fa si che, nonostante il libro faccia parte di una serie, sia anche autoconclusivo.  E’ una storia d’amore strappata e ricucita in cui i protagonisti Diana e Joey, cercano in tutti i modi di ritrovarsi dopo un lungo periodo di separazione e ricominciare daccapo. Ma vari errori sono stati commessi da ambo le parti e ben presto si rendono conto che l’amore non basta per restare insieme e che nonostante tutto, son costretti a rinunciare ad essere un NOI per il bene di entrambi e ritornare ad essere semplicemente
un IO.
“ Volevo cadere nell’oblio per vincere il dolore più forte che mi portavo dentro: quello per aver rotto definitivamente con la ragazza che avevo tanto amato e che, nonostante tutto, contro ogni logica e ragione, continuavo ad amare”.
Una decisione difficile da prendere e realizzare, lo sappiamo tutti; come si fa a dire addio alla persona che amiamo più di noi stessi e che ci permette di respirare? Ma arriva il momento in cui l’amore deve lasciare il posto alla ragione. L’amore non basta a tenere unite due persone.
“Vivo col rimpianto di non essere mai riuscito a convincerla che quello che provavo per lei fosse vero e autentico .Ma nella vita a volte è inevitabile voltare pagina e guardare le cose come stanno,invece di soffermarci su qualcosa che proprio non funziona”
La scrittura è fluida ma con ritmo incessante; come se l’autrice raccontasse la storia tutta d’un fiato, aumentando così la pressione nel lettore. Scorrendo le pagine, ho avutola sensazione e percezione di leggere le pagine di diario di una cara amica che racconta ed affida i suoi malumori ai  fogli bianchi di un diario, sentendomi ancora più vicina alla protagonista e  alle sue pene. La struttura è caratterizzata dai due punti di vista dei protagonisti che ne scandiscono i 23 capitoli in modo alternativo, regalandoci  due storie in un unico romanzo; punti di vista ovviamente differenti. Linguaggio pulito (se non qualche sproloquio qua e là)  foriero di un messaggio importante soprattutto per i giovani e per l’utilizzo spropositato dei social e del web. La storia di Diana e Joey è ambientata ai nostri giorni e in questa società  super tecnologica, in cui la nostra esistenza e il nostro quotidiano, vengono  sballottati sul web come esigenza di vita, senza renderci conto di quanto questo possa ledere e danneggiare la nostra esistenza e dignità; nel momento in cui un video o una foto vengono condivise sul web, diventa virale ed impossibile da fermare.
“Sui social sta girando un video su di te e Joey
Che video?
Qualche passante ha avuto la prontezza di riprendere col cellulare la scena di oggi in mezzo alla strada.
Che cosa? – esclamai sgranando gli occhi – stai scherzando vero?
No, avete già quasi trecentomila visioni.
Mi sentì sprofondare dalla vergogna…”
Siamo esposti alla massa e alla cattiveria e non abbiamo più una vita privata e personale. E allora perché arrivare a ciò? Perché soffocare l’amore con lo scandalo e la vergogna? La storia di Diana e Joey potrà aiutare molti ragazzi a comprenderne la gravità e a ritornare a credere nei giusti valori; quei valori tradizionali dei nostri anziani che pensavano che i panni sporchi si lavino in famiglia. Inoltre Brianna, ci invita a rivedere il genere rosa, molto spesso declassato rispetto agli altri generi letterari, perché considerato smielato e smanceroso,errore comune, purtroppo. In questo romanzo,l'autrice punta molto sull'aspetto psicologico dei due ragazzi, sul loro essere impulsivo e prepotente; sul loro modo di affrontare la vita come se non ci fosse un domani. E come finale, una bella lezione di vita:
"La nostra forza è l'amore" 

Buona lettura!!! 


Ringrazio Barbara e il suo blog http://libro-del-cuore.blogspot.it per aver chiesto la mia partecipazione e collaborazione al Review Party

Blogtour Tutti i romanzi di Arianna Ciancaleoni


Blogtour Tutti i romanzi di Arianna Ciancaleoni


Le tappe del Blogtour sono quattro, numero dei romanzi di Arianna, ciascuno dei quali tratta una tematica differente. Il mio blog ospita oggi la 3 tappa dedicata al romanzo MxE che tratta la tematica sociale del pregiudizio. Ho scelto io questa tappa, in quanto ritengo sia una tematica da affrontare e sconfiggere; il pregiudizio lede e offende la dignità di chi lo subisce. Complimenti all'autrice per aver messo in risalto una tematica difficile all'interno di un romanzo. Conosciamo meglio il romanzo.


M x E di [Ciancaleoni, Arianna]
Info Libro
Titolo: M x E
Autore: Arianna Ciancaleoni
Genere: Romanzo rosa
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pubblicazione: 1 Febbraio 2017

Matteo per Eva è l'amore più grande. 
Ma cos'è Eva per Matteo?
Lei crede di essere lo stesso, ma la notte di Capodanno lui la lascia all'improvviso, gettandola nella più cupa disperazione e con la voglia di riconquistarlo a ogni costo. 
Col tempo però, scoprirà che non è tutto come sembra.
Né nel presente, né nel passato.


Marco si alzò di nuovo di scatto, si infilò il cappotto e senza dire una parola si avviò verso la porta.
 Stavo già pensando di finire la mia e la sua birra e di mettermi a letto vestita.

“Non è per questo motivo” lo sentii dire, mentre pensavo fosse già lungo il corridoio per uscire.
 Si tolse di nuovo il cappotto e si sedette ancora. 
Iniziai a provare una certa nausea.  “Lo so cosa pensi. Pensi che io non vedessi l’ora di stare con te. E in effetti, sarebbe giusto così, sai? Sarebbe naturale che io fossi innamorato di te. Che non aspettassi altro che Matteo ti lasciasse, per provarci con te. E se tutto fosse come pensi, ora sarei qui a fare i salti di gioia. Ma non è così. E la spiegazione è molto semplice: è che tu non ti accorgi di nulla, Eva.” 
Non riuscivo a capire dove volesse andare a parare e iniziai a pensare che la birra gli avesse dato alla testa. Riusciva solo a insultarmi, o cosa? 
Poi, lo disse, di colpo, stringendomi di nuovo le mani e cercando di guardandomi fisso negli occhi, senza alcun imbarazzo.

“Non sono innamorato di te, ma di Matteo.” 
Spalancai la bocca, gli occhi, tutto ciò che potesse esprimere il mio più completo stupore.

 “Eh?” 
“Vedi? Non ti sei mai accorta di nulla” continuò lui, come se quello che avesse appena detto fosse una cosa da poco.

“Stai scherzando, vero?” replicai, non appena riuscii a ritrovare un briciolo di lucidità.
 “No” disse con decisione.
“So che avresti potuto mettere la mano sul fuoco che fossi innamorato di te, ma non è così. Sei un’amica per me, nient’altro. Io… non mi è mai capitata una cosa del genere con un uomo, ma con lui, per me, è sempre stato così… anche se ovviamente, nessuno sa nulla. Né lo deve sapere.”

Non sapevo come reagire. 
Dopo qualche minuto Marco si
alzò di nuovo. 
“Non te ne saresti mai accorta, perché sei concentrata solo su te stessa” disse, chiudendo il portone.
 
Lo sentii, e restai a fissare le bottiglie di birra appoggiate al pavimento, finché non mi addormentai sul divano.
Non riuscivo più a guardarlo con gli stessi occhi da quando mi aveva confessato di essere innamorato di Matteo. Mi chiedevo se l’interessato lo sospettasse, o se magari Marco si fosse confessato. 
Ma con che faccia Matteo avrebbe potuto raccontarmi che il suo migliore amico si fosse innamorato di lui? 
Più andavo avanti più pensavo alle cose che non mi aveva detto.
Erano passati otto mesi. 
E non l’avevo più sentito, né visto per caso.


venerdì 15 marzo 2019

Recensione libro "Le alternative dell'amore" di Lorenzo Licalzi, Rizzoli

Recensione libro

Le alternative dell'amore di Lorenzo Licalzi 
Rizzoli




Scheda tecnica

Titolo: Le alternative dell'amore
Autore: Lorenzo Licalzi
Editore: Rizzoli
Pagine: 315
Formato: Kindle e copertina flessibile
Genere: Narrativa contemporanea
Pubblicazione: 5 Febbraio 2019

Questo romanzo parla d'amore e di guerra, di verità nascoste e coincidenze che forse tali non sono. Ma anche di cibo, di vini eccellenti e di un posto bellissimo come la Borgogna. Due storie che si intrecciano a settant'anni di distanza l'una dall'altra: quella di Tristan Dubois, giovane scrittore parigino che si rifugia in un piccolo paese nel cuore della Côte d'Or in cerca dell'ispirazione perduta e per riconciliarsi con il ricordo di Isabelle, che lo ha lasciato quattro mesi prima, ma che continua ad amare; e quella di Wilfred Baumann, ex ufficiale nazista che durante l'occupazione tedesca in Francia comandava un piccolo plotone dislocato nello stesso paese in cui, per oscure ragioni, è tornato a vivere dopo anni, comprando la grande villa che a quel tempo era la sede dei soldati. Gli abitanti del posto ne parlano mal volentieri e dipingono Baumann come una persona spregevole che si è macchiata di crimini orrendi, tra cui la fucilazione di dieci civili e l'istigazione al suicidio o addirittura l'omicidio di una giovane cameriera che lavorava nella villa. Dubois, incuriosito dalla vicenda del vecchio ufficiale, comincia a indagare sul suo passato, scontrandosi contro un muro di omertà. L'incontro tra i due uomini sarà illuminante per entrambi e cambierà le loro vite, in un turbinio di emozioni.

Un amore impossibile al punto da fargli dubitare che potesse essere vero”
Tristan Dubois è un giovane scrittore parigino divenuto famoso con il suo unico libro “Le alternative dell’amore”. Dopo quel periodo, attraversa un momento di crisi dovuto anche alla fine della sua storia con Isabelle, il grande amore della sua vita.
Il suo editore, per aiutarlo a ritrovare estro e motivazione, lo invita a trascorrere un periodo nella sua casa di Morgy, in Borgogna, lontano dalla vita di tutti i giorni, e immerso in quella tranquillità che solo un piccolo paese come quello riesce a dare.
Tristan si ambiente subito facilmente, facendo conoscenza con gli abitanti di Morgy, e adattandosi alla loro vita iniziando davvero a rilassarsi.
Finchè la sua curiosità non lo porta ad indagare su Wilfred Baumann, un ex ufficiale nazista che comandava un plotone durante l’occupazione tedesca della Francia, tornato a vivere nella villa che un tempo fu sede dei soldati.
Tristan capisce che la sua presenza lì nasconde di sicuro una storia interessante, e inizia a fare domande su di lui, ma gli abitanti di Morgy gli dimostrano subito il loro astio nei confronti del misterioso tedesco accusandolo di essersi macchiato di crimini orrendi.
Baumann informato della presenza di  Tristan in paese, lo contatta invitandolo a casa sua e affidandogli il suo prezioso diario allo scopo di poter scrivere un libro su di lui svelando finalmente molte verità.
Riuscirà Tristan a scoprire i motivi dell’astio degli abitanti di Morgy nei confronti di Baumann?
Potrà, anche grazie all’aiuto del diario, tornare a scrivere e provare a recuperare una parte della sua vita persa in modo ingenuo?
Un libro scritto in maniera semplice, dalla penna di un autore che amo, che ho imparato ad apprezzare libro dopo libro, e che aspetto sempre con grande trepidazione; raccontato in prima persona dalla voce ironica di Tristan, è una storia emozionante e avvincente che tiene incollati alle pagine in maniera magnetica.
“Ti amo, ti amerò per tutta la vita, e una vita non mi basterà. Verrà il giorno in cui tutti noi che nel mondo siamo vivi adesso saremo morti , quel giorno io rinascerò, e se anche tu sarai rinato, ti troveròl, dovunque nel mondo tu sia, ovunque io possa essere.”
La prima cosa che colpisce, è la serenità che l’ambientazione in Borgogna (ammetto che mi è venuta voglia di andarci), regala alla storia, anche grazie alle descrizioni dettagliate di paesaggi, cibi, vini e tutto ciò che rende il paese così caratteristico.
E’ molto bello l’impegno con cui Tristan fa di tutto per aiutare Baumann vedendo la sua storia come una grande possibilità per tornare a scrivere e soprattutto cercare di riavvicinarsi ad Isabelle.
Questo era amore a prima vista, amore duraturo: un sentimento sconosciuto, insperato, inaspettato per quanto concerneva una questione di consapevolezza cosciente. Prese interamente possesso di lui, ed egli comprese, con gioiosa sorpresa, che era per tutta la vita.
L’ufficiale tedesco scopre piano piano le sue carte, e Tristan trova molte similitudini tra la sua storia  e quello che Baumann provava per Constance, il suo grande amore ai tempi della guerra, a riprova del fatto che il vero amore, se sincero e corrisposto, supera i tempi, le difficoltà,e riesce a dare tante emozioni.
L’amore in qualsiasi sua forma, è una forza emotiva che non ha alternative se è davvero tale, vince su tutto, ebbene il nostro non le aveva, andava oltre ogni ostacolo, ogni compromesso, ogni razionalizzazione oltre la mia divisa, il fatto che fossimo nemici, invasori, odiati da tutto il paese, da tutti i francesi, nulla contava, nulla poteva scalfirlo, è stato un amore travolgente, visto che ha travolto lei e anche me.
Le due storie d’amore, anche se a distanza di molti anni viaggiano parallele, e il giovane scrittore trova in quell’anziano soldato, accusato da tutti di essere un violento, un alleato, un appoggio verso la vera felicità.
E però raramente, ma vorrei dire eccezionalmente, capita di incontrare una persona con la quale i gradi di compatibilità, per qualche misterioso motivo, sono assoluti, forse ne esiste soltanto una sulla faccia della terra, o forse addirittura quelle due persone sono vissute in epoche diverse e dunque non si possono incontrare, ma se si incontrano, se le strade delle loro vite si incrociano, quell’amore sarà per sempre.
Consiglio questo libro, come del resto tutti quelli di Lorenzo Licalzi, perché riesce davvero a coinvolgere il lettore, grazie a storie semplici di vita vissuta.
Leggetelo! Sarà davvero una bella emozione.

“Isabelle era la donna dei contrasti, la parte femminile di un sinonimo che c’è nel suo contrario.”


L'esordio letterario di Alexandrea Weis Dal 28 Marzo "Dalla prima all'ultima pagina"

L'esordio letterario di Alexandrea Weis Dal 28 Marzo "Dalla prima all'ultima pagina"  Delrai Edizioni Alexand...