Lettori fissi

sabato 24 ottobre 2020

Fernanda Wittgens, la prima direttrice donna della Pinacoteca di Brera - L'ALLODOLA dal 15 Ottobre in libreria edito Salani editore a cura di Giovanna Ginex e Rosangela Percoco

Fernanda Wittgens, la prima direttrice donna della Pinacoteca di Brera - L'ALLODOLA dal 15 Ottobre in libreria edito Salani editore a cura di Giovanna Ginex e Rosangela Percoco

L’allodola. È stata soprannominata così Fernanda Wittgens, per la sua grandezza discreta, evidente soltanto quando le ali si aprono in volo. Creatura umile, ma possente e sublime. Non poteva esistere definizione più calzante per una donna che pur compiendo imprese titaniche ha evitato il clamore delle cronache, lavorando giorno e notte al servizio dell’arte, della bellezza e della libertà. Giovanna Ginex e Rosangela Percoco le rendono giustizia ricostruendo il romanzo di una vita straordinaria. Nata nel 1903 da una famiglia di origine austro-ungherese, Fernanda inizia come insegnante di liceo, fa la giornalista e nel 1928 entra nella Pinacoteca di Brera con la qualifica di ‘operaia avventiziaʼ. La dedizione instancabile le permette di diventare assistente del direttore, Ettore Modigliani, e di contribuire in maniera determinante alla crescita del museo. Rileva l’incarico del suo maestro quando viene rimosso per motivi razziali, e diventa così la prima donna a ricoprire un ruolo tanto prestigioso. Nei giorni bui dei bombardamenti su Milano fa di tutto per salvare le opere che le sono affidate, ma anche le vite di tanti ebrei. L’arresto per antifascismo e la condanna a quattro anni di carcere non soffocano il suo coraggio. Anzi, al termine del conflitto le sue energie sembrano essersi moltiplicate: tornata a Brera, combatte per ricostruire dalle macerie la Pinacoteca e renderla un ‘museo viventeʼ, punto di riferimento per la cultura internazionale. Questo romanzo è il ritratto di una donna vulcanica, ostinata, controcorrente. È la storia vera di una combattente, un simbolo che non appartiene al passato ma al futuro.
Giovanna Ginex è una storica dell’arte e curatrice. Esperta di pittura, scultura, fotografia e arti decorative del Diciannovesimo e Ventesimo secolo, collabora con prestigiose istituzioni e musei in Italia e all’estero.
Rosangela Percoco è stata un’insegnante e conduce laboratori di scrittura. Ha pubblicato numerosi romanzi, tra cui, per Salani con grande successo, Nato da un aquilone bianco





Rizzoli e Fabbri ragazzi - le uscite in libreria del 20 ottobre

 Rizzoli e Fabbri ragazzi - le uscite in libreria del 20 ottobre

Cécile Roumiguière
Alessandra Maria
PELLE D'ASINO
Una delle fiabe più antiche in una nuova veste con illustrazioni suggestive.
Un re, distrutto dalla perdita dell’amata moglie, vuole sposare la sua stessa figlia. Ma il sacrificio di un asino magico e l’aiuto di un’astuta madrina condurranno la tenace principessa verso la libertà... e verso l’amore. Tra le più antiche fiabe mai raccontate, Pelle d’Asino torna a incantare i lettori in una nuova versione arricchita dalle suggestive illustrazioni di una giovane artista americana, inserita nella collana curata da Benjamin Lacombe.
Basato sulle versioni e gli adattamenti di Charles Perrault, dei fratelli Grimm e di Jacques Demy

Lluis Prats 
LA BAMBINA DELL’ISOLA

Storia di una bambina arrivata dal mare e del medico che la salvò
Dall’autore di Hachiko, un racconto commovente ispirato alla storia del medico Pietro Bartolo e dei tanti abitanti di Lampedusa che ogni giorno offrono soccorso e accoglienza ai migranti che arrivano sull’isola
Quante volte l’ho raccontata, questa storia? Eppure rileggerla nel racconto di Lluís Prats mi ha commosso di lacrime nuove, ho provato l’emozione di chi ascolta una storia quasi per la prima volta.” Pietro Bartolo Alika Touré, la più bella, lascia il Mali insieme alla piccola Kambirì per raggiungere il marito che vive in Italia. Affronta prima il deserto e poi la traversata del mare. Ad attenderla c’è un sogno, un giardino promesso. Ma il viaggio è crudele, nient’affatto come Alika lo immaginava. Con le ultime forze che le restano, affida la figlia alla compagna di viaggio Awa, pregandola di fare in modo che la piccola raggiunga il padre a Mirano. Ne nasce però un fraintendimento: Awa capisce Milano, ed è questo che riferisce al medico che a Lampedusa si prende subito cura della bambina. Mentre si fa di tutto per rintracciare suo padre, Kambirì cresce nell’isola tra l’affetto del dottor Niccolò, della sua amica Chiara e della singolare famiglia del Caffè dell’Amicizia.

Daniele Davì
DOVE CADE IL CIELO
DAL SEGUITISSIMO TIK TOKKER UN ROMANZO STRUGGENTE ED EMOZIONANTE
Tre amici in fuga on the road, il destino a dividerli
Da uno degli influencer più amati del momento una storia toccante di amicizia e di coraggio, di paure e rivincite
Chi non ha immaginato, almeno una volta nella vita, di sparire nel nulla? Leonardo lo ha sperato per anni. Prima di decidere di alzare la testa e far sentire la sua voce, prima di diventare famoso, ha pagato sulla sua pelle il prezzo del suo essere libero, e almeno un milione di volte ha pensato alla fuga. Per Medea, poi, ogni giorno potrebbe essere quello giusto per dire addio. È troppo intelligente, troppo arguta, troppo distante da quei compagni insulsi che hanno il potere di farla sempre sentire diversa, un'aliena che vale meno di zero. L'unico che apparentemente non avrebbe alcuna ragione per andarsene è Giulio, bello e sfrontato, da sempre dalla parte di chi vince, di chi decide chi è dentro e chi no.Eppure, in questa storia, è proprio Giulio a proporre di scappare. Comincia così una pazzesca, indimenticabile avventura on the road, Fatta di lacrime e risate, motel scassati e paesaggi mozzafiato, non detti, desideri e abbracci spezzati. Un viaggio per l'Italia che, ora dopo ora, chilometro dopo chilometro, si trasforma in un viaggio dentro ognuno di loro, tra i nodi più oscuri del passato e i mille colori di un futuro in cui ogni sogno è possibile. E ogni desiderio, già realtà.




venerdì 23 ottobre 2020

Il silenzio

 


Quando lo nomini, va via

 

Perché è importante una riflessione sul silenzio in questo momento storico? Negli ultimi 20 anni, i modi per comunicare sono triplicati, se non di più. Possiamo parlare da un capo all'altro del mondo in tempo reale. Mandarci video, foto, documenti. Passiamo una media di 4 ore al giorno a “comunicare” sui social, ma riusciremmo a stare lo stesso tempo in silenzio assoluto?

La mia solitudine non dipende dalla presenza o assenza di persone; al contrario, io odio chi ruba la mia solitudine, senza, in cambio, offrirmi una vera compagnia.
(Friedrich Nietzsche)

Conosciamo tutti l'imbarazzante silenzio in ascensore, assieme a qualcuno che non conosciamo: stretti in quattro pareti senza sapere che dire; o quando usciamo con qualcuno con cui abbiamo poca confidenza e nessuno sa più cosa dire. Il silenzio ci imbarazza, perché non siamo abituati a lui. Ci sembra una presenza troppo ingombrante che, nel momento stesso in cui si palesa, va scacciato e riempito con parole, siano anche vuote o inutili. Ma quello che vuole dirci Nietzsche con la sua frase, è che il silenzio che doniamo a noi stessi che ci da modo di conoscerci. Quando sappiamo stare in silenzio e arriva qualcuno a “rubarcelo”per far posto a qualcosa con molto meno valore, la viviamo la situazione proprio come una vera e propria intrusione.

Il silenzio ha direttamente a che fare con l'ascolto. Il silenzio non si può creare se non si sa ascoltare. Non è un atto puramente fisico, il saper ascoltare. […] E, come in un circolo vizioso, per saper ascoltare bisogna stare in silenzio. […] Per poter entrare nel silenzio, devo saper stare zitto non solo con le parole ma anche con il corpo. Senza una certa immobilità del corpo non si può conseguire l'immobilità dello spirito1

Perché prendiamo le parole tanto sul serio? Partendo da nonno Socrate, la filosofia occidentale ha considerato il confronto verbale come un mezzo per raggiungere le più alte verità. Le parole dovevano essere scelte e utilizzate accuratamente, in modo da far splendere la luce della ragione. Tra la fine dell'800 e l'inizio del '900 invece i filosofi hanno cominciato a domandarsi che relazione ci fosse tra pensieri e parole, ma non sto parlando di Mogol o Battisti, ma del buon Wittgestein che disse “I limiti del mio linguaggio significano i limiti del mio mondo2”o “Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere” (un caldo invito sempre attuale da rivolgere a chi parla a sproposito).

Per chi può parlare liberamente, le parole sono legate ai pensieri; ma se le parole venissero a mancare? Quante volte ci siamo chiesti come riescano a comunicare bambini nati ciechi e sordi? La storia di Helen Keller (la ragazza che ha ispirato il film “Anna dei miracoli”), dovrebbe essere da esempio. Se non siete così cinofili, posso farvi un altro nome: Maggie Simpson, la neonata ci pare pienamente in grado di formulare pensieri più o meno complessi, ma non è in grado di parlare.

Cosa viene prima, il linguaggio o il pensiero dunque?

Per Sartre la vita di una persona è caratterizzata dalla sua interazione con gli altri e tale interazione viene principalmente stabilita attraverso le parole. Tramite l'apprendimento della parola gli esseri umani si integrano per la prima volta nella società. Per lui l'amore e le attenzioni dei genitori per un bambino, lo aiutano ad esprimersi meglio tramite la parola, in quanto la sua autostima è più alta.

Se ci spostiamo invece in Oriente, il silenzio di Maggie potrebbe essere considerato quello di una persona illuminata. Confucio infatti scriveva: “Ascolta ma stai in silenzio” (..i simpatici koan di derivazione buddista...). Nella filosofia orientale le parole vengono utilizzate per indicare il mistero della vita che rimane immerso nel silenzio, da cui ha avuto origine il mondo. Essere illuminato, per gli orientali, significa tornare alle origini, liberarsi degli attaccamenti terreni e tornare all'infinita quiete della parola. Le parole non fanno altro che distruggere la pace interna. Ci attacchiamo troppo ad esse e parlando, rischiamo facilmente di ignorare la grandezza e il mistero che sta dietro la vita. Per molte scuole orientali, infatti sotto l'infelicità, vi è un eccesso di pensiero e parole. Ciò non significa che il ragionamento sia bandito, ma che occorre fare una differenziazione tra il pensiero spontaneo e quello ossessivo (chiunque abbia problemi ad addormentarsi la notte sa di che parlo, quando vi prende il loop di pensieri che non si riescono a fermare). Le parole dovrebbero servire a trasmettere la conoscenza, ma in eccesso portano stress e ansia. L'illuminazione mistica, è considerata come un ponte con il mondo naturale e tale trasformazione avviene, nella stragrande maggioranza dei casi, in silenzio. Non credo infatti abbiate mai visto qualcuno meditare parlando. In occidente invece ci piace tanto riempire le giornate di parole e molto meno di fatti.

Tali concetti vennero a inserirsi nella nostra filosofia già da Schopenhauer e Nietzsche (metà '800) per arrivare a pieno titolo a Heidegger (non posso crede di star per scrivere qualcosa di buono su di lui) che sosteneva che il silenzio fosse essenziale per vivere un'esistenza autentica mentre il parlare vano è segno di un'esistenza non autentica. Che tradotto in parole povere diviene “impara quando parlare e quando tacere” e per questo fu acclamato neanche fosse Totti all'Olimpico. Ma il caro Martin su questa storia dell'imparare a tacere, ci ha “marciato” parecchio quando, inizialmente sostenitore di Hitler, si guardò bene di far sentire la sua voce quando studenti, amante e colleghi ebrei dovettero scappare dalla Germania (lo sapevo che non riuscivo a parlare veramente bene di Hedegger).

Mai come nel XX secolo occidentale la tensione tra parola e silenzio è stata più confusa: se da un lato “il silenzio è oro” dall'altro ci dicono: “alzati e fai sentire la tua voce”, fino all'iper- comunicazione di cui parlavo a inizio del testo. Nel mondo moderno, sia Occidentale che Orientale, la difficoltà sembra essere quella di cercare di capire come rispettare gli altri, al fine di incoraggiare l'ascolto reciproco. Più che tolleranti, dobbiamo prestare attenzione, altrimenti ci saranno sempre più persone incapaci di esprimersi, che passeranno sempre di più tempo sui social network, rivolgendosi quindi a mezzi di comunicazione distruttivi che li allontano sempre di più dal mondo reale, in cui è difficile tornare una volta usciti.

1Il silenzio e l'ascolto- Franco Battiato, Lit Edizioni 2014- Frase di Panikkar

2Tractatus logico- philosphicus- L. Wittgestein

LE STREGHE (Dahl) son tornate... ora un film con Hathaway, Spencer e Tucci

 LE STREGHE (Dahl) son tornate... ora un film con Hathaway, Spencer e Tucci

Da un classico indimenticabile della letteratura per ragazzi, firmato da una delle penne più amate a livello mondiale, con oltre mezzo milione di copie vendute nel nostro Paese, ora un film diretto dal premio Oscar Robert Zemeckis, con Anne Hathaway, Octavia Spencer e Stanley Tucci in uscita in esclusiva digitale il 28 ottobre 2020. Il film tratto dall’amato racconto di Roald Dahl

Domenica 25 ottobre sarà presentato in anteprima nella giornata di chiusura della 18° edizione di “Alice Nella Città”

Preparatevi a festeggiare la notte di Halloween con "Le streghe", il film fantasy diretto dal regista premio Oscar Robert Zemeckis ("Forrest Gump", “Ritorno al futuro”) e tratto dall’amato racconto di Roald Dahl, in arrivo in Italia in esclusiva digitale da mercoledì 28 ottobre, disponibile per l’acquisto e il noleggio premium su Amazon Prime Video, Apple Tv, Youtube, Google Play, TIMVISION, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV e per il noleggio premium su Sky Primafila e Infinity. “Le Streghe”, che vede tra i produttori anche Guillermo del Toro e Alfonso Cuaron, sarà inoltre presentato in anteprima domenica 25 ottobre, nella giornata di chiusura della 18° edizione di “Alice nella Città”, con una speciale proiezione alla Sala Alice TIMVISION La Nuvola all’EUR (Viale Asia). Il film è interpretato dalle attrici premi Oscar Anne Hathaway ("Les Misérables", “Il Diavolo veste Prada”, "Ocean's 8") e Octavia Spencer ("The Help", "La forma dell’acqua - The Shape of Water"), dal candidato all'Oscar Stanley Tucci (i film di "Hunger Games", "Amabili resti”), con Kristin Chenoweth (le serie TV “Glee” e “BoJack Horseman”) e il pluripremiato comico leggendario Chris Rock. Fa parte del cast anche l'esordiente Jahzir Kadeem Bruno ("Atlanta" in TV), al fianco di Codie-Lei Eastick ("Holmes & Watson"). Rivisitando per un pubblico moderno l'amato racconto di Roald Dahl, edito in Italia da Salani editore nella prestigiosa collana Gl’Istrici, la visione innovativa de "Le streghe" di Zemeckis, narra la storia commovente e ricca di humor nero di un giovane orfano (Bruno) che, alla fine del 1967, va a vivere con la sua adorata nonna (Spencer) a Demopolis, una cittadina rurale dell’Alabama. Il ragazzo e sua nonna si imbattono in alcune streghe apparentemente glamour ma completamente diaboliche, così la nonna saggiamente decide di portare il nostro giovane eroe in una sfarzosa località balneare. Purtroppo arrivano esattamente nello stesso momento in cui la Strega Suprema (Hathaway) ha riunito la sua congrega di fattucchiere di tutto il mondo -sotto copertura- per portare a termine i suoi piani malefici. Con un libro venduto ogni 2,5 secondi per un totale di oltre 300 milioni di copie vendute, tradotto in 41 diverse lingue nel mondo, il racconto di Roald Dahl rimane uno dei testi di riferimento per i ragazzi di tutte le generazioni. La sceneggiatura, basata sul libro di Roald Dahl, è di Robert Zemeckis e Kenya Barris (la serie TV "black-ish", "Shaft") e il premio Oscar Guillermo del Toro ("La forma dell’acqua - The Shape of Water"). Il film è prodotto dallo stesso Zemeckis, al fianco di Jack Rapke, del Toro, Alfonso Cuaron e Luke Kelly; mentre la produzione esecutiva è di Jacqueline Levine, Marianne Jenkins, Michael Siegel, Gideon Simeloff e Cate Adams. La squadra creativa di Zemeckis che ha lavorato dietro le quinte, include un elenco di suoi frequenti collaboratori, tra cui il direttore della fotografia nominato all'Oscar Don Burgess ("Forrest Gump"), lo scenografo Gary Freeman, i montatori Jeremiah O'Driscoll e Ryan Chan, la costumista candidata all'Oscar Joanna Johnston (“Allied: Un’ombra nascosta”, “Lincoln”) e il compositore nominato all'Oscar Alan Silvestri (“Polar Express”, “Forrest Gump”). Warner Bros. Pictures presenta, una produzione Image Movers / Necropia / Esperanto Filmoj, un film di Robert Zemeckis, "Le streghe".

Guanti bianchi, denti azzurrini e saliva blu mirtillo: le streghe sono tra noi. E tu sai come riconoscerle? Chi sono le vere streghe? Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma signore elegantissime, magari vostre conoscenti. Portano sempre guanti bianchi, si grattano spesso la testa, si tolgono le scarpe a punta sotto il tavolo e hanno denti azzurrini... tutto per nascondere gli artigli, le teste calve, i piedi quadrati e la saliva blu mirtillo: i segnali distintivi delle vere streghe. Ora che lo sapete potrete evitare di essere trasformati in topi, ma solo se terrete gli occhi bene aperti. La realtà non è sempre quella che sembra... 
Roald Dahl nasce nel 1916 nel Galles, da genitori norvegesi. Trascorre l’infanzia e l’adolescenza in Inghilterra e a diciotto anni va in Africa a lavorare per una compagnia petrolifera. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale si arruola come pilota nella RAF, ma la sua prima missione si conclude con uno schianto al suolo, dal quale esce vivo per miracolo. Dopo il congedo raggiunge gli Stati Uniti per conto del controspionaggio alleato ed è lì che scopre la sua vocazione di scrittore. Tornato in Inghilterra, scrive la sceneggiatura di uno dei film di James Bond, Si vive solo due volte, e di Chitty Chitty Bang Bang. Negli anni Ottanta scrive quelli che possono essere considerati i suoi capolavori: Il GGG (1982), Le streghe (1983) e Matilde (1988). Muore nel 1990, la salute minata dalle conseguenze del terribile incidente di volo avvenuto durante la guerra.








DAL 26 OTTOBRE, IL FILO INVISIBILE DI CARLO LANNA EDITO QUIXOTE EDIZIONI

DAL 26 OTTOBRE, IL FILO INVISIBILE DI CARLO LANNA EDITO QUIXOTE EDIZIONI

Info libro
TITOLO: Il filo invisibile
AUTORE: Carlo Lanna
SERIE: Dark Creatures in Love #1
GENERE: QLGBT fantasy
FORMATO: E-book (Mobi) e cartaceo
PAGINE: 240
PREZZO: €3,99 (e-book) – disponibile su Kindle Unlimited
DATA DI USCITA: 26 ottobre 2020
Maledetto insieme alla sua famiglia da una strega in cerca di vendetta, da oltre centocinquant’anni Mike vive ai margini della società. È sempre in fuga, costretto a guardarsi le spalle e, soprattutto, ha dovuto rinunciare all’abbraccio consolatore di un uomo. Segnato da un passato tormentato e dalla perdita del suo unico grande amore, Mike non riesce ancora a comprendere che essere un vampiro significa avere un dono. Alla ricerca di un qualcosa che possa rompere l'incantesimo, Mike arriva nel cuore degli Hamptons, inseguendo antiche leggende perse tra le sabbie del tempo. Un incontro inaspettato gli fa capire che quel ragazzo potrebbe essere l’unica persona al mondo capace di spezzare la maledizione, permettendogli finalmente di camminare alla luce del sole tra gli umani. Tra i due divampa la passione, ma quel sentimento finisce per complicare ancora di più la situazione. Ci sono forze oscure che tramano nell’ombra, cercando sia vendetta che redenzione. Alla fine, Mike dovrà cercare un’alleanza con qualcuno che viene dal passato, se vuole salvare il mondo intero dalla minaccia di una terribile divinità infernale.
Carlo nasce trentacinque anni fa a Caserta, vicino Napoli. Grande appassionato di cinema, vive  per le serie TV americane e inglesi. È laureato in Legge e in Scienze della Comunicazione. Di  professione è un giornalista di spettacolo. Attualmente è un collaboratore per IlGiornale.it. Nato sotto  il segno di Terry Brooks e della “Spada di Shannara”, a oggi è devoto a tutte le sfumature del romance.  Pacato e con la testa sulle spalle, vive rincorrendo sogni impossibili. “Il filo invisibile” è il suo terzo  romanzo pubblicato.  






Fine settimana in libreria fisica e virtuale. Mi accompagnate?

 Fine settimana in libreria fisica e virtuale. Mi accompagnate?

C'era una vodka: è sempre colpa del mare, di Sara Pratesi,  Darcy Edizioni (24 ottobre 2020)

Non tutti i naufragi vengono per nuocere
Renée è una trentenne cui la vita non fa che rovinarle i piani! I suoi più cari amici sono un gatto troppo grasso, un vicino ultraottantenne e un bicchiere di vodka… Ha un sogno nel cassetto, ma è costretta a barcamenarsi tra due lavori precari e insoddisfacenti. Eppure, per il suo compleanno, arriva un regalo inaspettato: una crociera ai Caraibi. Sarebbe fantastico, se solo non soffrisse di mal di mare e non avesse persino la batofobia. Ma non può ammettere le sue paure e lei salirà su questa nave e, giusto per non farsi mancare niente, incontrerà un sexy militare, scorbutico e urticante, con un segreto nascosto, che le darà il tormento. Tuttavia, al peggio non c’è mai fine e se sarà difficile evitare questo scontroso uomo sullo spazio troppo angusto di una nave da crociera, come sarà cercare di farlo su un’isola deserta? Un naufragio, battibecchi e tanti guai sono gli ingredienti di questa storia ironica e irriverente in cui l’amore galleggia in un mare di m****

Dimmi che non finirà (Rock Chick Series Vol. 6), di Kristen Ashley, Newton Compton Editori (23 Ottobre)

Rock Chick Series
Stella è la cantante e chitarrista dei Blue Moon Gypsies, ed era anche la ragazza di Mace. Mace però l’ha lasciata, e averlo perso l’ha sconvolta. Una notte Stella riceve l’ennesima telefonata da uno dei membri della sua band di matti. Deve andare (di nuovo) a risolvere dei guai. E così si imbatte in Mace e in un sacco di poliziotti. Potrebbe andare peggio di così? Certo, perché viene raggiunta da un colpo di pistola.
Mace non è molto contento di veder sparare alla sua ex ragazza di fronte a lui. Come se non bastasse un uomo molto cattivo ha lanciato il suo guanto di sfida e ora tutti i Rock Chicks sono in pericolo. Stella non vuole che sia proprio Mace a salvarle la vita, ma non ha scelta. Soprattutto perché Mace non ha chiesto il suo permesso.

Sì, per tutta la vita (The Proposition Vol. 4) di Katie Ashley, Newton Compton Editori (25 Ottobre)

Abbandonata dal suo ex fidanzato, sola e incinta, Megan McKenzie ha deciso che con gli uomini ha chiuso. Ha passato l’ultimo anno e mezzo concentrata soltanto su suo figlio, Mason, occupata a finire la scuola infermieristica a pieni voti. Anche se non è pronta a complicarsi la vita con una relazione stabile, una bella avventura di una notte senza complicazioni è proprio quello che le serve. E al battesimo del suo figlioccio Noah trova il perfetto candidato: il padrino, Pesh Nadeen. Dopotutto anche lui, vedovo, sembra aver bisogno di divertirsi. Ma dopo qualche bicchiere di troppo, la serata non finisce come Megan sperava. Mentre si allontana da casa di Pesh con gli abiti del giorno prima, Megan spera di non rivederlo mai più. 
Per Pesh Nadeen la sola vista di Megan è un tornado di emozioni. Gli ricorda troppo ciò che ha perso, e vuole girarle alla larga… almeno all’inizio. Ma più la conosce e più non riesce a starle lontano. Quando Megan viene assunta come tirocinante nel pronto soccorso dove Pesh, per lui è un segno del destino. Ma Megan la pensa diversamente: niente legami.
Ha così inizio una sfida di volontà, chi cederà per primo? La ricompensa potrebbe essere molto più di quanto entrambi osano sperare.

Come una Piuma sull'Acqua di Martina AnnicelliCherry Publishing (23 Ottobre)

Iris Lambert vive ad Hokkaido dopo aver lasciato Atlanta, la sua città natale. Lontana dalla sua famiglia e dal suo paese, combatte ogni giorno contro un opprimente demone: l'antropofobia. 
La paura delle relazioni sociali la confina nella solitudine e, allo stesso tempo, la protegge dal male del mondo, un compromesso equilibrato che la ragazza ha accettato per anni. Eppure, all’ultimo anno di università, libri e film sembrano non essere più sufficienti a darle l’ispirazione, mettendo a repentaglio il suo sogno più grande: diventare una scrittrice. Tuttavia, Iris non metterebbe mai in pericolo il suo equilibrio e la sua armonia, se non quando vengono bruscamente interrotti dal nuovo inquilino del suo palazzo, William Miller. Will irrompe nella sua vita come un fulmine a ciel sereno, insinuandosi tra le sue insicurezze e accompagnandola nella riscoperta del mondo, di sé stessa e, forse … anche dell’amore.

Le ragazze sopravvissute: Hidden Sins vol. 3 di Katee Robert, Hope Edizioni (23 Ottobre)

Dodici anni fa, Lian Zhang e la sua amica Emma Nilsson sono scampate alla morte, uniche sopravvissute al famoso massacro di Sorority Row, in cui hanno perso la vita ventuno delle loro compagne di confraternita. Ancora alle prese con il trauma, Lian ed Emma cercano ora di condurre una vita normale. Lian sta però ancora facendo i conti con il senso di colpa per essere sopravvissuta e con il fatto che l’assassino era il suo ragazzo. Ora lui è dietro le sbarre, ma lei non abbasserà mai più la guardia.




giovedì 22 ottobre 2020

Cover/Segnalazione libro "Invisible Sun" di Elle Eloise

 Cover/Segnalazione libro  Invisible sun di Elle Eloise

Scheda tecnica
Autrice: Elle Eloise
Romanzo autoconclusivo
Uscita prevista su Amazon: martedì 3 novembre 2020
Formati: Cartaceo e ebook. Disponibile anche in KU.
Prezzo ebook: 1,99 euro
Prezzo cartaceo: non ancora disponibile
Info Cover: progetto grafico di Catnip Design (www.catnipdesign.it)
Numero pagine: 340 pagine circa
Genere: romance new adult
Location: Torino
Protagonisti: Edoardo Pellegrini e Fiona Mancini
Colonna Sonora: in questo libro ho utilizzato molte canzoni dei Police, da cui ho preso anche il titolo.
Mi sentii improvvisamente esausto, sconfitto. «Non volevo una storia di sesso, Fiona.» «E cosa volevi?» Scrollai le spalle. «Baciarti.» Mi appoggiai allo stipite della porta della mia stanza e incrociai le braccia.
«Volevo baciarti. E quando l’ho fatto ho voluto farlo ancora. E ancora. E ancora.» Deglutii, senza fiato. «Ti è mai capitato che un singolo bacio ti desse la sensazione di cadere dentro qualcuno? Sono volato giù da una cascata, Fiona, e adesso sono immerso nell’acqua fino al collo.»
Per lei, Edo è un vero eroe: come altro definire qualcuno che salva la vita di un bambino, per poi dileguarsi senza pretendere nemmeno un grazie? Lei prova da subito una profonda fiducia nei suoi confronti, ricomincia a credere che nelle persone possa nascondersi un sole invisibile che le sprona a fare la cosa giusta, a non perdere la speranza, a cercare germogli anche in terreni poco sani. Si fida così tanto di quell’introverso ragazzo con il volto ferito, da convincerlo ad affittarle una stanza del suo appartamento e a farla entrare nel suo piccolo mondo, fatto di abitudini inattaccabili, di dolorosi ricordi e di ragazze senza volto alle quali non cede mai il suo cuore.  Al primo incontro, lui paragona Fiona a un fastidioso folletto invadente, con un sorriso che emana la luce del sole, non per questo innocuo. Quando, durante una notte fatta di tuoni e di fulmini, lei ricompare proprio davanti a casa sua, fradicia di pioggia, lui non vede più soltanto il sole. Trova due lune fluorescenti al posto degli occhi, capaci di emanare pericolosi sortilegi d’amore e di fargli compiere azioni inaspettate. È così che Fiona entra nella sua vita fatta di schermi e di cancelli, di una casa vuota che ha congelato il passato e di lenzuola che hanno visto più ragazze che lavaggi. Lui non ha tempo per i sentimenti, non ha il cuore per l’amore. Eppure, inevitabilmente, il suo universo comincia a popolarsi di piante magiche che si arrampicano sui palazzi, di piccole lune che fingono di essere occhi e di liane d’oro che nascondono segreti.  Dopo la serie “How to disappear completely” e l’autoconclusivo “Close to me”, Elle Eloise torna con “Invisible Sun”, travolgente storia d’amore che fiorisce fra le mura di un vecchio appartamento torinese, quando un ragazzo e una ragazza decidono di aprire il loro cuore l’uno all’altra.

Gli altri romanzi dell’autrice:
Romanzi autoconclusivi: Invisible Sun, in uscita il 3 novembre 2020
Close to me, uscito il 19 maggio 2020
La serie completa How to disappear completely (romanzi autoconclusivi): Cuore d’inverno – How to disappear completely I: uscito il 3 giugno 2019
Come una tempesta - How to disappear completely II: 14 novembre 2019
Voci nel vento - How to disappear completely III: 6 dicembre 2019
Fino alle stelle - How to disappear completely IV: 16 dicembre 2019 
Bonus Track, How to disappear completely – Le novelle: uscito il 3 giugno 2019
Novella all’interno della raccolta Let it snow, di Vera Demes, Paola Garbarino ed Elle Eloise

 


Oggi 22 Aprile 2021 in libreria!!!

Buongiorno lettori, siamo già a metà settimana, ma le uscite libri continuano a deliziare la nostra mente e i nostri occhi. Seguitemi Attraz...