Lettori fissi

sabato 13 giugno 2020

Le Commari Edizioni presenta “Incontri”, un testo di pregio, dall’autrice, Leila Baiardo

 Le Commari Edizioni presenta “Incontri”, un testo di pregio, dall’autrice, Leila Baiardo
ll minuto libro di Leila Baiardo, Incontri, di sole 122 pagine, non è un romanzo ma quasi un diario personale dell’autrice. Le relazioni con personaggi famosi che ha incontrato, alcuni legati a lei da amicizia, altri frequentati per lavoro, sono ritratti insoliti. Grandi nomi della letteratura, della poesia, del mondo dello spettacolo, vengono ritratti minuziosamente dal punto di vista privato, facendo scoprire il lato umano sconosciuto. Sembra quasi di guardare dal buco della serratura, cogliendo aspetti intimi inaspettati, sorprendenti. Descritti con precisione chirurgica e con sapienza, viene alla luce anche il carattere di Leila Baiardo. Sarda, determinata. Anticonvenzionale, in anni in cui tutti lo erano o cercavano di esserlo, lei lo è stata davvero. Il suo modo di scrivere è raro, pulito, senza arcaismi inutili, chiara, ironica, mai banale, empatica, e questo fa di lei una grande scrittrice. Incontri, come abbiamo detto, è un piccolo libro ma un grande spaccato di un Italia negli anni in cui la letteratura si respirava nelle strade, nei circoli, nelle case. Un omaggio a persone che nella sua vita hanno lasciato il segno, a volte con relazioni divertenti, come Paolo Poli o Mike Bongiorno o malinconiche come Alda Merini, Anna Maria Ortese. La genialità di Federico Fellini, la sofferenza di Sandro Penna. La liaison con Fred Buscaglione, la disponibilità di Cesare Zavattini, l’esuberanza e la generosità di Claudio Villa. Incontri, un libro che, siamo sicuri, non lascerà indifferenti.
I PERSONAGGI
Prefazione di Elio Pecora 
Anna Maria Ortese, Cesare Zavattini, Antonio Delfini, Federico Fellini, Topazia Alliata, Sandro Penna, Giulio Turcato, Alberto Moravia, Elsa Morante, Amelia Rosselli, Jolanda Insana, Alda Merini, Elio Pecora, Mike Bongiorno, Valentino Zeichen, Anna Proclemer, Fred Buscaglione, Claudio Villa, Paolo Poli, Carla Fracci, Silvano Bussotti, Franca Valeri
Leila Baiardo, è nata a Castelsardo, provincia di Sassari. Ha collaborato con giornali e riviste letterarie: Cronache, Noi Donne, Vie Nuove e Nuovi Argomenti diretto da Alberto Moravia. Nel 1976 ha pubblicato per Valentino Bompiani il romanzo L’inseguimento, è stato Cesare Zavattini a inviarlo proprio alla Bompiani e con lui ha collaborato alla stesura di soggetti cinematografici. Ha curato per i fratelli Taviani alla pubblicità giornalistica dei loro film. Il romanzo Sogno d’amore nel 1983 è stato pubblicato da Edizioni Cooperative Libera Stampa, vincendo il premio Noi Donne. Il romanzo Antiquo e la raccolta di poesie satiriche Ho bussato alla mia porta pubblicati con l’editore Graus. Nel 2010 con LaRecherche.it ha pubblicato per la prima volta Incontri. 

Il libro lo si può acquistare direttamente dal sito all’indirizzo: 
Le Commari Edizioni - Posts | Facebook

Segnalazione libro : Lo specchio della memoria di Roberto Guerzoni edito Brè Edizioni

Lo specchio della memoria di Roberto Guerzoni edito Brè Edizioni
L'immagine può contenere: 1 persona, il seguente testo "ROBERTO GUERZONI Lo specchio della memoria MA BRE"
Scheda libro
Titolo: Lo specchio della memoria
Autore: Roberto Guerzoni
Editore: Brè Edizioni
Genere: Giallo/Thriller
Data pubblicazione: 10 giugno 2020
Formato: Ebook e Cartaceo

Andrea ha una vita intensa e movimentata, equamente divisa fra un lavoro che ama, quello di giornalista, e i suoi tanti e irrinunciabili vizi. Uno fra tutti, il principale: le donne. Un vizio che non conosce età, era così da ragazzo e lo è tuttora, alla soglia dei cinquant’anni, il passare del tempo non lo ha cambiato, continua ad amare la sua frivola vita da eterno single. Il raggiungimento della cifra tonda delle cinquanta candeline, però, inizia a far nascere i primi dubbi e le prime riflessioni. Non è un nostalgico, ha sempre saputo apprezzare gli aspetti positivi di ogni età ma questo è un traguardo davvero importante, una pietra miliare, e qualche crepa comincia a fare breccia nella sua granitica autostima. Questa fase delicata della sua vita viene ulteriormente turbata da un susseguirsi di episodi tragici che lo toccano da vicino e che lo costringono a esporsi in prima persona. La tranquilla e pacata Ferrara diventa all’improvviso teatro di misteriose scomparse e di brutali omicidi, in un’escalation di ferocia e crudeltà che nessuno poteva immaginare. Andrea si occupa di politica al giornale, non di cronaca nera, non spetta a lui seguire il caso ma qui è coinvolto, qualcuno si diverte a tirarlo in ballo, a metterlo in mezzo, e lui non può ignorare la cosa. Inizia così a indagare, a seguire la confusa ragnatela di tracce e indizi e a comporre, tessera dopo tessera, l’inquietante puzzle della verità. La trama si sviluppa fra l’Emilia e il Veneto nei freddi e nebbiosi mesi di un inverno contemporaneo, ma non mancheranno i richiami al passato, a eventi accaduti molti anni prima, situazioni dietro le quali sembrano celarsi i veri motivi di tanto odio. A legare il tutto, come un invisibile fil-rouge, una serie di misteriose fotografie, le protagoniste inconsapevoli del romanzo: alcune recenti, indiscrete, scattate di nascosto, altre vecchie e sbiadite, a immortalare attimi di un passato che nasconde chissà quali segreti.
Roberto Guerzoni vive a Lugo di Ravenna, nel cuore della Romagna, terra alla quale è molto legato. Da oltre venticinque anni lavora in banca e forse per questo, per reazione a una professione pratica e concreta, ha sviluppato un viscerale amore per la scrittura, riscoprendo una passione di gioventù che lo aveva portato, ancora adolescente, a riempire interi quaderni di storie fantastiche. Per molti anni i suoi racconti restano racchiusi all’interno del proprio hard-disk, scrivere è solo un hobby, un modo per dare forma e parole alla sua fantasia. Fin quando nel 2006, spinto da alcuni colleghi, decide di partecipare a un concorso nazionale indetto dal circolo letterario “Il Libro Parlante”. Presenta il romanzo giallo/romance “Le Parole Fra La Cenere” col quale vince ex equo il premio come miglior autore esordiente. Un riconoscimento che lo convince a osare maggiormente, qualche anno dopo invia per la prima volta un suo manoscritto a un editore. L’opera viene positivamente valutata e nel 2010 esce il suo primo romanzo, il thriller-noir “Il secondo cerchio”, Giraldi Editore. Dopo qualche anno di inattività, dovuta ai pressanti impegni professionali, si dedica alla scrittura di un nuovo romanzo giallo/thriller, che riesce a concludere nel dicembre 2019. Il romanzo, intitolato “Lo Specchio Della Memoria”, è destinato agli appassionati del giallo incalzante, con trama intricata e coinvolgente, che però allo stesso tempo amano entrare nell’animo dei personaggi, nelle loro emozioni e nei loro pensieri. Un romanzo che cerca di districarsi fra semplicità e approfondimento, fra cose dette e non dette, svelate e nascoste, nel tentativo di tenere il lettore incollato alle pagine
L'immagine può contenere: testo

venerdì 12 giugno 2020

Dal 17 giugno, Nicola, il sesto titolo dell'amatissima serie di Paola Gianinetto, edito Emma Books, già in preorder su tutti gli store!

Dal 17 giugno, Nicola, il sesto titolo dell'amatissima serie di Paola Gianinetto, edito Emma Books, già in preorder su tutti gli store!

Informazioni libro
Titolo: Nicola
Autrice: Paola Gianinetto
Editore: Emma Books
Collana: Shadow
Uscita: 17/06/2020, in tutte le librerie digitali - già in preorder!
Prezzo: € 3,99
Nicola Aldrovandi è un vampiro di seicento anni, cinico e spietato. Uno scienziato immortale che considera gli umani esseri inferiori, non conosce la pietà ed è convinto che l’amore non esista.
Sophie Rousseau, una giovane ladruncola orfana cresciuta in una comune in Camargue, vive di espedienti e non ha mai trovato il proprio posto nel mondo. Quando, per salvarsi la vita, è costretta a rubare un prezioso diamante in un palazzo nobiliare di Siena, il suo destino si intreccia a quello di Nicola. Che cosa vuole da lei quell’essere oscuro e potente? E perché, invece di tentare di fuggire dal mortale pericolo che rappresenta, Sophie si sente inesorabilmente attratta da lui? Alle prese con i fantasmi di un passato sconosciuto, coinvolta dal Consiglio degli Antichi nella lotta a una terribile minaccia che incombe sugli immortali e sul mondo intero, Sophie scoprirà che il letale vampiro di cui non può più fare a meno ha in mano la chiave del suo passato, del suo presente e del suo futuro. E, forse, lei riuscirà a insegnargli che cosa è l’amore.



Recensione libro My destiny di Gioia De Bonis edito Little Black Dress

Recensione libro
My destiny di Gioia De Bonis edito Little Black Dress
L'immagine può contenere: 3 persone
Scheda tecnica

Titolo: My Destiny 

Serie: My #2

Autore: Gioia de Bonis 

Editore: Little Black Dress

Genere: Romance

Data di uscita: 8 Giugno 2020

Formato: Kindle

My Destiny: Serie My (Collana Little Black Dress) di [Gioia De Bonis]

Manuela Gregario ha finalmente ottenuto tutto ciò che voleva: una vita tranquilla, un lavoro che ama e un gruppo ristretto di persone che formano la sua "famiglia". Un viaggio non programmato a Firenze, una convention e un incontro fortuito con l'uomo dei suoi sogni sono solo la ciliegina sulla gustosa torta che è diventata la sua vita. Ma il destino cambia sempre le carte in tavola quando meno ce lo aspettiamo. Al rientro nella sua Milano, Manuela trova ad attenderla un'ingombrante sorpresa... ma non è finita qui: chi è l'uomo con cui ha passato la notte più bella e intensa della sua vita? Manuela conosce solo il suo nome: Azzurro. E come mai in un momento così particolare della sua vita si ritrova a dover battibeccare con Andreas Pitti e a sentirsi irrimediabilmente attratta da lui? Chi scegliere, Azzurro o Andreas? L'incertezza di una notte d'amore o la certezza di una vita tranquilla? Chi sceglierà Manuela? E se fosse il destino, ancora una volta, a scegliere per lei?
L'immagine può contenere: spazio al chiuso

“Perché il destino ci ha provato a portarci via la nostra favola, ma noi siamo stati caparbi e l’abbiamo resa la nostra realtà”Manuela Gregorio è una scrittrice, vive a Milano e ha una cerchia di amici da far invidia, tra questi Alessia e Gaele. Per  la prima volta partecipa come autrice a una convention a Firenze, dove un incontro fortuito in una splendida spa le cambierà la vita.  Ma non è tutto, rientrando a Milano conosce in  modo inusuale , Andreas, miglior amico di Gaele, erede degli Hotel Pitti.Difficile non spoilerare, la storia è molto coinvolgente e intrigante, la scrittrice è stata talmente brava nel descrivere tutti i minimi dettagli tanto che l’ho letto tutto d’un fiato. Conoscevo Manuela di riflesso, dalla storia “My Muse” di Alessia e Gale, ma non pensavo di apprezzare tanto la sua forza e determinazione, io al suo posto sarei impazzita. La storia è un intreccio tra Azzurro che assomiglia al principe di Biancaneve e Andreas che all’inizio diciamoci la verità non mi stava tanto simpatico, ma che poi ho amato. Auguro a tutti noi di trovare un Andreas nella vita. La De Bonis si è dimostrata una conferma, e anche questa volta ci ha regalato una piccola anticipazione di “My Heart” non vedo l’ora di conoscere Romeo e Giulietta. Consiglio questa lettura soprattutto a chi crede nel fato, Valutazione 5 stelle
 Buona lettura da Annetta.



giovedì 11 giugno 2020

NUOVA USCITA QLGBT - BUONGIORNO, ANGELO - SUE BROWN - QUIXOTE EDIZIONI

NUOVA USCITA QLGBT - BUONGIORNO, ANGELO - SUE BROWN - QUIXOTE EDIZIONI
Buongiorno, angelo (Angel Enterprises Vol. 1) di [Sue Brown, Alessia Esposito]
Informazioni libro
TITOLO: Buongiorno, angelo
 TITOLO ORIGINALE: Morning my angel
 AUTRICE: Sue Brown
 TRADUZIONE: Alessia Esposito
 SERIE: Angel Enterprises #1
 GENERE: QLGBT Spy story
 FORMATO: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e cartaceo
 PAGINE: 263
 PREZZO: €3,99 (e-book) su Amazon, Kobo, iTunes, Google Play, Store QE
 DATA DI USCITA: 15 giugno 2020
 
Quando un partner della sua agenzia sparisce in circostanze sospette, Josh Cooper, un agente di sicurezza americano, riceve un incarico speciale e viene mandato a Londra. Abituato a lavorare a capo della sua squadra d’élite, si scontra con l’affascinante, ma arrogante, Cal, il suo collaboratore e superiore inglese. L’istinto di Josh gli dice che c’è qualcosa che non va, visto che continua a essere tenuto fuori dai giochi, e le intenzioni di Cal stanno prendendo un’altra strada. Deve anche gestire una questione personale. È coinvolto in una cyber-relazione con “Charlie”, uno sconosciuto che si è connesso con lui per caso. Le loro chiacchiere hanno portato a un rispetto profondo e a un interesse sessuale, ma ora Josh si trova sempre più attratto da Cal. Tra quel conflitto e la tensione della missione, il cuore e la testa di Josh sono sovraccarichi e confusi. Le cose non potrebbero andare peggio.
Poi, scopre che i nemici di cui è a caccia hanno un nuovo bersaglio: lui.


Recensione libro A un respiro da te di Katie Mc Garry edito DeA Planeta Libri

Recensione libro
A un respiro da te di Katie Mc Garry edito DeA Planeta Libri

Scheda tecnica
Titolo: A un respiro da te
Autore: Katie Mc Garry 
Genere: Romanzo rosa
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pagine: 506
Pubblicazione : 12 Maggio 2020
Si dice che il destino sia già scritto, ma non è sempre così. Per decenni una tremenda maledizione ha perseguitato i Lachlin, facendo soffrire tutti coloro che li amavano. Succede anche a Jesse, che a diciassette anni rimane solo al mondo. Jesse ha una zazzera di capelli rossi, occhi profondissimi e un grande legame con la sua terra, la proprietà in cui è nato e vissuto per anni. Ma ha anche un enorme peso sul cuore: un vecchio litigio che l'ha allontanato da Scarlett, la sua migliore amica d'infanzia. E Scarlett ora è bella, ricca, felice, impossibile da avvicinare; Jesse può solo restare a guardarla da lontano. Anche lei però ha un segreto. La sua perfezione nasconde qualcosa di pericoloso e oscuro che nessuno, da fuori, dovrebbe mai vedere. Sembra che Jesse e Scarlett possano solo essere spettatori delle proprie vite. Sembra che i loro destini siano già stati scritti. Eppure, saranno proprio l'amata terra di Jesse e la misteriosa perfezione di Scarlett a far incrociare nuovamente i loro sguardi. A far emergere i loro segreti. E a insegnare loro che, forse, il destino può anche essere cambiato.
Un senso di nostalgia mi è preso sia durante la lettura di questo libro, sia alla fine, e vi spiego il perché. La spensieratezza dell'adolescenza e l'ingenuità nell'amore che i protagonisti Scarlett e Jesse mettono nella loro storia mi ha fatto rivivere alcuni momenti della mia adolescenza. Mi ricordo l'amore che vivevo io stessa in quegli anni, mi sentivo come un fiore sbocciato in primavera. Leggere questo bellissimo romanzo è stato come ricevere una ventata d'aria fresca sul volto, una storia frizzante, un romanzo leggero, ma carico di emozioni. Una lettura che è stata assolutamente molto scorrevole, in tutti i capitoli, grazie allo stile dell'autrice che non annoia mai. Devo ammettere che è il primo suo libro che leggo, e ammetto anche che non mi ha affatto delusa, anzi, sono contenta di averlo letto. Mi è piaciuto molto, ma se dovessi essere sincera, non so cosa esattamente mi abbia preso. Sarà che amo gli young adult e le storie d'amore in generale, ma leggere questo libro è stato veramente una sorpresa, non mi aspettavo all'inizio di leggerlo velocemente e che mi piacesse così tanto. Scritto con punti di vista alternati, "A un respiro da te" è stata una lettura piacevole, che mi ha permesso di conoscere bene e apprezzare entrambi i personaggi, anche se la diffidenza di Scarlett ad un certo punto ha quasi cominciato a darmi un leggero fastidio. Fosse stata un personaggio reale, non avrei gradito il suo modo di fare. Per quanto riguarda Jesse invece ho trovato in lui quel cuore d'oro che solo in pochi hanno. Sappiamo tutte che i ragazzi di oggi, o almeno la maggior parte di loro, non sono come lui, il nostro protagonista cocciuto che vuole indietro l'amicizia di Scarlett non si arrenderà tanto facilmente, soprattutto quando si mette in testa di tenere ciò che è suo, la sua terra e... Scarlett.
Seppur giovanissimi, i due protagonisti, entrambi diciassettenni, ne hanno già passate tante, ma non per questo si abbattono. Sapranno lasciare da parte il dolore che si è abbattuto su di loro e ripenseranno alla loro passata amicizia, mai finita?
Ci tengo a scrivere qualche parola anche sugli altri personaggi della storia ovviamente, a partire dalla stranezza della veggente Glory, che promette di leggere gratis le carte, pur di sparare qualche cavolata sul destino dei due giovani, loro amici compresi. Ma saranno tutte bugie, o nelle assurdità che dice Glory si cela un pizzico di verità?
Sapranno i due ragazzi amarsi, nonostante i bastoni che vengono loro messi tra le ruote? Con questa affermazione-domanda non posso che riferirmi al severo padre di Scarlett, che la tiene sotto controllo come una guardia, e non comportandosi di certo bene col resto della famiglia. Vuole cambiare, per ottenere il perdono di Scarlett, ma al principio non sembra riuscirci, almeno non con lei. Cambierà davvero? Capirà di aver sbagliato e diventerà un uomo migliore e non violento? E in particolar modo, accetterà l'amicizia che sua figlia ha con Jesse, senza andarle sempre contro? Mi soffermo un attimo su questo argomento per complimentarmi con l'autrice perché ha saputo non dico trattarlo bene, ma comunque scrivere una storia con questa tematica delicata senza essere troppo, come dire, indiscreta, invadente, nei confronti di chi la vive. Gli amici di entrambi i protagonisti e lo zio di Jesse sono figure secondarie, ma comunque con un ruolo importante nella storia, anche se sicuramente la nonna di Jesse rappresenta l'affetto più grande per il nostro protagonista maschile. Purtroppo però, dopo la morte di quest'ultima, Jesse rimane solo al mondo. Deve a tutti i costi tenere la sua proprietà, la sua terra, se solo non fosse per la maledizione che si è abbattuta sulla sua famiglia, i Lachlin. O almeno così credono... Una maledizione che porta tutti a credere che chi entra nella vita dei Lachlin avrà solo sfortune.
Scopriremo che entrambi i protagonisti nascondono un segreto...ma chi avrà la meglio? Jesse, Scarlett...o tutti e due? Ci sarà un lieto fine? Jesse riuscirà a tenersi la sua amata terra? Se lo volete scoprire, non vi resta che leggere questa piccola opera di dolcezza, fatta di leggero odio, ma anche di puro amore. Veniamo alle cose che ho apprezzato di meno. Ecco, non ce ne sono. Dovrei proprio impegnarmi per trovarne. Il libro è tutto molto bello, dalla copertina alla trama e la sua originalità, dallo stile di scrittura dell'autrice all'editing. Ma se proprio dovessi fare un commento nel commento, questo riguarda la traduzione: perfetta e senza incongruenze, oltre all'assenza di refusi.
Il libro è davvero tutto bello, ma le meritate cinque stelle che voglio assegnare a questo romanzo sono proprio per questo motivo.
BELLO!

mercoledì 10 giugno 2020

Recensione libro Le quattro stagioni del Commissario Livia di Silvestra Sorbera


Recensione libro
Le quattro stagioni del Commissario Livia di Silvestra Sorbera
Le quattro stagioni del Commissario Livia di [Silvestra Sorbera]
Scheda tecnica
Titolo: Le quattro stagioni del commissario Livia
Autore: Silvestra Sorbera
Genere: Giallo/ poliziesco
Pubblicazione: 9 Aprile 2020
Pagine: 303
Formato: Kindle e copertina flessibile 
In questa quarta indagine Livia avrà quattro casi da risolvere. Un suicidio, un caso di body shaming, uno strano omicidio nato per opera di una fattucchiera e la morte di un pagliaccio.Nel corso dell’anno che la vedrà impegnata a Porto Scogliera, Livia dovrà fare i conti con la sua vita privata, il suo nuovo amore ma anche con madre, suocera e cognata ma soprattutto con il tempo che passa.

“Sono un uomo morto”, non disse altro; la sua voce tremolante non era riuscita a mettere insieme altre parole. Basta, silenzio, non disse altro”.
Inizia così il romanzo di Silvestra Sorbera dal titolo “Le quattro stagioni del commissario Livia”; le avventure del  commissario in gonnella tanto amato dall’autrice,  un commissario Montalbano al femminile. Pignola, riservata,  è un personaggio in realtà che non svela nulla di sé. L’arco temporale in cui si svolgono le vicende è rappresentato dalle quattro stagioni: inverno, autunno, primavera ed estate, quindi il romanzo si avvicenda nell’arco di un anno intero. Per ogni stagione, un caso da risolvere che porterà Livia a sacrificare la sua vita privata per amore del lavoro. I casi di Livia sono particolari con tematiche sociali attuali come il bullismo, superstizioni e leggende “metropolitane”, intimidazioni mafiose . I quattro casi, sono veloci e sbrigativi, forse anche troppo  e questo forse toglie un po’ di suspence tipico di un romanzo giallo e poliziesco; ma trattare quattro casi in un libro di 300 pagine, penso non sia semplice. Il bello dell’evolversi della storia è l’avvicendarsi del quotidiano della protagonista che scorre giorno per giorno, mese dopo mese, stagione dopo stagione. Cosa accade nell’arco di un anno nella vita di una persona? Sviluppando così il concetto del De Brevitate Vitae di Seneca in cui afferma  "Vivete come se doveste vivere in eterno, e non ponete mente a quanto tempo è già trascorso". 
E questo aspetto è interessante. I capitoli sono sottotitolati dalla stagione di riferimento. Ma sarebbe stato bello che le vicende siano state maggiormente  approfondite; resta comunque una lettura leggera e fruibile in cui lo stile "umano" di Silvestra Sorbera è ben evidenziato. Lettura consigliata!!!

Cover reveal Dal 18 Giugno That's me di Joan Quinn


Cover reveal
Dal 18 Giugno That's me di Joan Quinn
Informazioni libro
Titolo: That's Me
Autore: Joan Quinn
Editore: Self publishing
Genere: Romance Erotico
Data di pubblicazione: 18 giugno 2020
Autoconclusivo
Formato: In Offerta la prima settimana a € 0,99
Ebook € 1,99
Cartaceo € 10,00
 Mi chiamo Jack Lewis e sono un uomo normale o quasi.
Ciò che mi rende diverso è che non ho uno straccio di problema, di nessun genere. Ho quarant’anni e ho tagliato tutti i traguardi che volevo raggiungere. Ho solo un rimpianto: non ho una donna al mio fianco con cui condividere la mia vita e i miei successi.
Una volta avevo creduto di averla trovata, la donna giusta, ma poi, in un giorno di pioggia, le mie certezze  crollarono.
Da allora, non ho più pensato all’amore, perché non credo esista.
Stamattina però un tornado si è abbattuto su di me e le mie certezze si sono sgretolate di nuovo, quando una donna mi è caduta tra le braccia. I miei occhi hanno incontrato i suoi e il mio cuore ha perso un battito. Non so se darò un’altra occasione all’amore, ma questo piccolo tornado non me lo farò scappare di certo.
AVVISO
Avviso di Jack ai lettori: «Dico un sacco di parolacce, se urtano la vostra sensibilità, questa storia non fa per voi.»
Per il linguaggio usato e per le scene di sesso esplicite contenute nel romanzo, si consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.
Non so parlar d'amore – poesia erotica









Da oggi online il secondo libro della Dilogia Di Deborah Fasola "Lost in you" Criminal Love Series #2 – Spinoff

Da oggi online il secondo libro della Dilogia Di Deborah Fasola "Lost in you"  Criminal Love Series #2 – Spinoff

Informazioni libro
Titolo: Lost in you
Autore: Deborah Fasola
Serie: Secondo volume di una Dilogia orizzontale. Autoconclusivo.
Data di uscita: 10 giugno 2020
Genere: Mafia romance/Romantic suspense
Editore: Self Publishing
Numero pagine: 300
Formati: Ebook e Cartaceo
Sono scappata dalla mia vita, nella quale non sono mai stata la medesima persona.
Una figlia.
Una sorella.
Una donna.
Una bambina.
Mille nomi, mille volti, colori di capelli, occhi, mille città.
Sono scappata perché per salvarmi ho dovuto lasciarmi alle spalle tutto il passato che mi ha soltanto ferita, lo stesso che mi ha catturato tra le sue spire mandandomi dritto all’inferno.
E finalmente va tutto bene.
È tutto perfetto, nella mia vita comune e maledettamente normale… almeno fino a quando lui non mi trova.
Sono Blake Spencer e questa è la mia storia. 
Mi ero lasciato tutto alle spalle per lei. Per lei avevo di nuovo voglia di essere un uomo come si deve. Un cittadino onorevole e silenzioso, dedito al lavoro e alla famiglia. Però ho un pesante conto in sospeso da pagare con il mio peggior nemico e, quando lui verrà a riscuoterlo, io avrò soltanto un compito da portare a termine.
L’ultimo.
E sarebbe anche potuto essere semplice, se non avessi incontrato lei.
Blake.
La luce e l’ombra insieme.
Il male e il bene.
Il desiderio e il ripudio più profondo.
Perché Blake mi attrae anche se non la posso neppure sfiorare.
Perché la devo tenere con me anche se vorrei soltanto mandarla via.
E quando tutto si complica, è soltanto il mio cuore a non essere pronto a quello che inevitabilmente sta per accadere…
Criminal love Series

 - #1 Forbidden Touch


- #2 Lost in you

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Cover reveal - prossima uscita Queen Edizioni Appuntamento con il diavolo di Andie M. Long

Cover reveal - prossima uscita Queen Edizioni 
Appuntamento con il diavolo di  Andie M. Long
Informazioni libro
TITOLO: Appuntamento con il diavolo 
SERIE: Supernatural Dating Agency Vol.2
 AUTORE: Andie M. Long 
EDITORE: Queen Edizioni 
GENERE: Commedia romantica paranormale 
PAGINE: 120
 FORMATO: Ebook
 PREZZO: 2,99 Ebook 
DATA DI PUBBLICAZIONE: 26 Giugno 2020
NB: Ebook disponibile nei vari store
Appuntamento con il diavolo (Supernatural Dating Agency Vol. 2) di [Andie M. Long, Michela Moroni]

La mia migliore amica ha fatto un patto con il diavolo... gestisco io adesso l’agenzia di appuntamenti Supernatural Dating Agency, una discreta branca del miglior servizio di incontri di Withernsea. Già, farò un lavoro egregio, mentre Shelley sarà impegnata a sfornare bambini con il suo strafigo marito vampiro. Non è che avrei di meglio da fare, comunque. Il mio ex è ora un uomo appena trasformato in vampiro, che sta lottando per accettare l’idea di non poter più ammirare il suo riflesso in uno specchio. E non mi importa ciò che Ebony 'vede', Kim non uscirà con un lupo; ha il pelo più lucido dei mei capelli. Poi Lucy Fir, appena scappata dall’Inferno, decide che devo trovarle un fidanzato. Dovrà essere un cavaliere dotato di una brillante armatura, visto il suo caratterino. Riuscirò a organizzarle un appuntamento, oppure la mia nuova carriera andrà al diavolo, prima ancora di cominciare?
Andie M. Long è l’autrice della famosa serie di libri “Supernatural Dating Agency”. Vive a Sheffield con suo figlio e il suo paziente compagno.Quando non è impegnata a fare da partner, madre, scrittrice o editor, è facile trovarla su Facebook o a spasso con il suo levriero, Bella.


martedì 9 giugno 2020

Intervista all'autrice Elle Eloise

Intervista all'autrice Elle Eloise

Sara intervista Elle Eloise
- Ciao Eloise e grazie per avermi dato la possibilità di rivolgerti questa intervista. Vuoi presentarti?
- Ciao a tutte le lettrici del blog "Il mio mondo di libri". Sono Elle Eloise, l’autrice di Close to me e della serie How to disappear completely, che comprende 5 libri auto conclusivi: Cuore d’inverno, Come una tempesta, Voci nel vento, Fino alle stelle e la raccolta di novelle Bonus Track. Ho cominciato a pubblicare da self publisher nel 2016 con un romanzo intitolato Vite di passaggio e poi un altro dal titolo Vite in sospeso. In seguito ho avuto un’esperienza di due anni in una piccola casa editrice ma poi sono tornata a pubblicare in self publishing. Durante il giorno lavoro in una famosa banca italiana, mi occupo di sponsorizzazioni in ambito culturale. Mi piace, ma la mia vera passione è scrivere e inventare storie.

- Io, come tante lettrici, abbiamo avuto la possibilità di conoscerti grazie alla serie “How to disappear completely”, cinque libri rimasti nel cuore di ognuno di noi. E’ stato difficile lasciarli per dedicarti ad una nuova storia? 
- Moltissimo, ero quasi convinta di non riuscire a superarli. Temevo di esserne imbrigliata, immersa. Mi sentivo in prigione, nonostante avessi creato io quell’universo. Invece è successo, ho aperto una pagina bianca e ho immaginato un mondo diverso, seppur rimanendo legata a Torino avevo bisogno di respirare un po’ di aria nuova. Questo è uno dei motivi che mi ha spinta a far trasferire i miei personaggi a Londra. 
- La qualità più bella delle tue storie è sentire i personaggi come se esistessero davvero, qual è il segreto?
- Partire dal reale, da uno spunto, da un dettaglio. Di Danny continuavo a immaginare le mani, i suoi gesti: mani forti, capaci, sicure, eppure, se pensavo al suo volto, riconoscevo uno sguardo malinconico e fragile. Una dicotomia che mi ha affascinata da subito e che esprimeva un carattere capace di affrontare la vita, il lavoro, ma in qualche modo distante dalle persone. Prendo spunto dalla realtà, dalle relazioni che ho intrecciato durante la mia vita, dalle esperienze che ho fatto, dalle persone che ho conosciuto. Mi piace inserire alcuni tasselli autobiografici in un’opera di fantasia, perché dona allo scritto quella verosimiglianza che rende tutto più palpabile, più vicino. Voglio che le lettrici, leggendo le mie opere, immaginino che i protagonisti siano loro amici, loro vicini di casa, loro fratelli e sorelle. Persone in tre dimensioni insomma, non solo personaggi su carta. 
- Come tutti i tuoi libri, anche “Close to me” affronta argomenti delicati; vuoi spiegarci il motivo di questa scelta?
- Deriva, credo, dal motivo per cui scrivo: è sempre stata una passione fin da ragazzina, ma ho iniziato seriamente a scrivere dopo la morte di mia madre a novembre 2011. Ho cominciato con un distopico ma è diventato un volume lunghissimo: 1200 pagine!! Nonostante questo sentivo che avevo bisogno di scrivere qualcosa di più intimo che riuscisse a sbloccare i sentimenti che provavo: rabbia perché lei non c’era più, malinconia, ansie e angosce continue perché mi sentivo sola ad affrontare un mondo nuovo, che non riconoscevo più. Lei era la mia bussola e io mi sentivo persa senza la sua presenza, la sua voce. Tutto questo ha scaturito un’immagine nella mia testa: una ragazza con ferite dentro e fuori (la Sara di Cuore d’inverno) che, un po’ intimorita, scendeva da un pullman in un paesino sperduto del Tirolo austriaco. Mi sentivo così, in cerca di una metà, di una strada da intraprendere che mi permettesse di “tornare a casa”, anche se la casa non sarebbe più stata la casa che conoscevo quando ero piccola. Sia io che Sara avevamo un trauma da superare, una ferita aperta. Proprio come noi, tutti i miei personaggi hanno avuto un “incidente”, un evento che ha diviso per sempre la loro vita in un “prima” e un “dopo”: mi piace immaginare che questi personaggi cadano ma riescano a rialzarsi, anche se con fatica. È un percorso di rinascita, quasi sempre: per Danny e Nadia di Close to me non è stato diverso.  È la speranza che do a me stessa: di riuscire a farcela. 
- Close to me” è una storia di rinascita, di coraggio, di salvezza, a quale personaggio hai pensato con maggior enfasi? Quale è rimasto nel tuo cuore?
- Mi sono concentrata su entrambi, perché loro sono il giorno e la notte, per quanto diversi si completano e si danno forza l’un l’altro. Mentre per Nadia mi sono ispirata alla mia storia personale e ai cuori spezzati della mia vita, per Danny ho dovuto cercare e studiare molta documentazione, anche se il suo disturbo lo avevo già affrontato con uno dei personaggi secondari dei primi due romanzi della serie How to disappear completely, la cui prime versioni pubblicate (Vite di passaggio e Vite in sospeso) risalgono a inizio 2016. Contando che ho cominciato a scriverli tra il 2013 e il 2014, sono 6-7 anni che seguo questa malattia e cerco di darne voce con uno dei miei protagonisti. Dovevo però trovare il protagonista giusto per affrontarla in modo maturo. Non ci sarei riuscita nel 2014, ma spero di aver fatto un buon lavoro oggi. Ci voleva coraggio a scrivere un romance che affrontasse una tematica del genere, con un degno lieto fine che non risultasse posticcio e barocco. 
- In “CLose to me” metti in evidenza il dono dell’amicizia grazie alla presenza di Jacopo e Vanessa. A chi ti sei ispirata? Quanto è importante l’amicizia nella tua vita?
- Per Vanessa mi sono ispirata a una delle mie migliori amiche: vive a Londra da anni e sta con Ian, che ha conosciuto proprio perché era uno dei suoi coinquilini, anni fa. Quella storia è vera! Per Jacopo non credo di essermi ispirata a qualcuno in particolare, anche se mi sono così affezionata che vorrei quasi scriverne una novella.
- Anche in “Close to me” tornano dei riferimenti al cinema, vuoi raccontarci di questa tua passione?
- Ho sempre amato il cinema, perché come la scrittura e la lettura mi ha portato in altri mondi, altre epoche. Ho studiato al DAMS di Torino e ho una laurea specialistica in cinema. Ne vado fiera e mi è servita che creare un mio stile di scrittura in modo naturale. Spesso mi capita di descrivere le scene come se dirigessi un film, in modo molto audio-visivo, infatti molte lettrici mi scrivono che quando leggono i miei libri hanno la sensazione di trovarsi dentro la stanza con i protagonisti. Mi piace creare un’atmosfera totalmente immersiva, vorrei che chi leggesse si ritrovasse a camminare insieme a Paolo e Noemi per le strade di Torino o con Danny e Nadia al Parco di London Fields, o a viaggiare nel cherokee rosso con Francesco e Olivia in mezzo al deserto del Nevada e tra le foreste del Montana. È il cinema che mi ha permesso di ragionare in questo modo e di trasmetterlo attraverso la parola scritta. 
- Non è la prima volta che i tuoi personaggi lasciano Torino, ma perché hai scelto proprio Londra per ambientare questa storia?
- Forse perché non ero ancora pronta ad abbandonare Torino e la serie al cento per cento. Nei miei libri, anche se sono ambientati all’estero, Torino è sempre presente, anche nella sua assenza: nei flashback così come nei dialoghi dei personaggi (tutti torinesi). Per Close to me ho fatto la stessa cosa: non è un romanzo ambientato all’estero con protagonisti inglesi. Daniele e Nadia sono italiani, per la precisione sono torinesi. Londra, per alcuni aspetti, è molto simile a Torino, la storica città monarchica italiana. Dall’architettura dei palazzi, ai parchi, dalle rive del Tamigi che a volte mi ricordavano quelle del Po a quelle “nuvole rapide” che cantano i Subsonica: a Londra come a Torino si respira un’atmosfera umida, fumosa, malinconica e decadente. La storia parte dall’aeroporto di Caselle e finisce nello stesso posto: forse è stato un po’ un ritorno a casa anche per me. 
- Grazie Eloise per essere stata nostra ospite, aspettiamo con ansia il prossimo romanzo!!!


Recensione libro Lo specchio della memoria, di Roberto Guerzoni , edito Brè Edizioni

Recensione libro Lo specchio della memoria,  di  Roberto Guerzoni , edito Brè Edizioni   Scheda tecnica Titolo : Lo specchio de...