Lettori fissi

sabato 2 maggio 2020

"Football rail. L'alfabeto delle città del calcio" la nuova proposta targata Les Flaneurs per gli appassionati di calcio, dal 4 Maggio Football Rail: L'alfabeto delle città del calcio (Clairefontaine) di [Cristiano Carriero]

"Football rail. L'alfabeto delle città del calcio" la nuova proposta targata Les Flaneurs per gli appassionati di calcio, dal 4 Maggio
Football Rail: L'alfabeto delle città del calcio (Clairefontaine) di [Cristiano Carriero]
Gentilissimi,
è un piacere segnalarvi la nuova uscita  della nuova collana “Clairfontane”, interamente dedicata al mondo del calcio.
Il volume s’intitola “Football rail – L’alfabeto delle città del calcio” ed è stato curato da Cristiano Carriero. Non un elenco ordinato delle capitali del calcio ma piuttosto una raccolta di storie aventi il calcio come unica forma di comunicazione universale.
Perché il calcio, quello vero, non è lo sport che divide in base al colore della maglia che si indossa, ma – come si evince da questi racconti in cui la vita di vecchie leggende si intreccia con episodi mai realmente accaduti – è un emozionante viaggio, in cerca di qualcosa o semplicemente alla scoperta dell’inatteso, ma avendo sempre nel proprio bagaglio passione, libertà, fiducia e speranza, capaci di unire in campo come nella vita.
Sono ventidue gli autori coinvolti: Valerio Guido Altieri, Ezio Azzollini, Roberto Brambilla, Mirko Cafaro, Cristiano Carriero, Angelo Ceci, Alec Cordolcini, Francesco Costantini, Alessandro De Felice, Alfonso Fasano, Emanuele Giulianelli, Sebastiano Iannizzotto, Giulio Incagli, Gabriele Lippi, Antonello Minoia, Marco Napoletano, Claudio Pellecchia, Alessandro Piemontese, Andrea Romano, Claudio Savelli, Alessandro Scuderi, Maria Luisa Spera. 
La prefazione è di Daniel Mazza.

Recensione libro Noi siamo i migliori di Alfredo Cosco

Recensione libro
Noi siamo i migliori di Alfredo Cosco
Noi siamo i migliori (Io me lo leggo) di [Alfredo Cosco]

Scheda tecnica
Titolo: Noi siamo i migliori
Autore: Alfredo Cosco
Editore: PubMe
Collana: Io Me Lo Leggo
Genere: Narrativa storica
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pagine: 273
Pubblicazione: 14 Aprile 2020
Ci sono saghe familiari oscurate dalla storia, dalla fortuna o dal destino; talvolta la loro conoscenza resta circoscritta in ambito locale o in studi storici specifici, mentre, a ben guardare, nascondono un’epica narrativa intensa e avvincente. Una di queste è l’epopea della famiglia Drengot, cinque fratelli che nel 1016, esiliati dalla Normandia e espropriati di tutti i beni, decisero di ricostruire da zero le loro fortune spostandosi nel meridione d’Italia. Ridotti a mercenari predoni, decimati da dure sconfitte, nel giro di un ventennio riusciranno a divenire un elemento chiave per la vita politica e militare del Mezzogiorno. I Drengot, i migliori secondo l’etimologia del loro originario nome danese, ottenendo terre e titoli nobiliari faranno da apripista per la successiva emigrazione in massa dalla Normandia, quella che porterà nel volgere di un secolo alla costituzione del Regno normanno di Sicilia con la dinastia degli Altavilla.

Il romanzo storico racconta le gesta e l’assedio dei normanni in Italia precisamente alla conquista del Mezzogiorno d’Italia. Un racconto che vede coinvolta la mia amata terra, la Puglia nel periodo che intercorre  dal 1016 al 1043; 27 anni di violenza e lotta alla conquista di un territorio. Anni di guerra, distruzione e costruzione, le cui tracce giungono ai giorni nostri. Leggendo il libro, ho ritrovato  Castello Svevo, Castel del Monte che testimoniano le loro impronte sul nostro territorio.
Alfredo Cosco racconta la storia della famiglia  dei Drengot, banditi dal proprio regno, dopo che uno dei fratelli, uccise una persona vicina al duca Riccardo II di Normandia. Così lui e tutti i suoi fratelli, insieme ad un gruppo di guerrieri senza terra ed avventurieri, si diressero in un pellegrinaggio al santuario Monte Sant'Angelo sul Gargano,  facendo tappa anche a Roma per incontrare papa Benedetto VIII.  Durante il viaggio, i Drengot cominciarono ad offrire la loro protezione, dietro pagamento di un compenso, ai pellegrini diretti al santuario, in modo da metterli al riparo dalle scorrerie di altri predoni, facendosi presto conoscere per la loro bravura nelle armi. Il libro racconta una pagina della nostra storia, collegandosi a fonti storiche certe, in modo romanzato. L’obiettivo dei Dregont è quello di ottenere quei titoli precedentemente tolti e dare dignità al loro popolo e alle loro famiglie. Tutti, incessantemente, sogniamo di stanziarci in un posto e avere una dimora fissa, anche i guerrieri e mercenari.
“Noi ce la facciamo sempre. Noi siamo i migliori, noi siamo i Dregont”
E’ una lotta di potere all’ultimo sangue, raccontata in maniera eccellente, senza discostarsi dalle fonti storiche. E’ un libro adatto agli amanti della storia perché offre spunti di conoscenza e approfondimento del nostro territorio. Il ritmo è incessante e non lascia spazio al lettore a distrazioni varie. Riusciremo a sentire lo scalpitio dei cavalli, le urla dei soldati caduti in battaglie e delle donne stuprate dai vincitori. Non è semplice scrivere un libro storico senza perdersi in scelte editoriali legate al business. Alfredo Cosco è riuscito ad unire passato e presente restando fedele alle fonti  da lui stesse citate a fine lettura!!!
Lo scopo del libro, mi direte voi, qual è? Innanzitutto, approfondire il nostro passato e poi quello di farci capire, che le guerre e le battaglie, non si vincono solo con lo spargimento di sangue, ma soprattutto con l’astuzia e il ragionamento; e questo messaggio deve essere trasferito in tutte le nostre azioni: per raggiungere un obiettivo, fermiamoci a pensare prima di agire o come canta Fabrizio Moro, “prima di sparare, pensa”.


venerdì 1 maggio 2020

Recensione libro Wallpaper girl 2 di Silvia May

Recensione libro
Wallpaper girl 2 di Silvia May
L'immagine può contenere: 1 persona
Scheda tecnica
Titolo: Wallpaper girl
Autore: Silvia May
Serie: #2 Wallpaper Girl
Genere: Romanzo rosa
Formato: Kindle
WALLPAPER GIRL 2 di [SILVIA MAY]


Ma ora, a trentaquattro anni, Eleanor non è più la stessa donna che gli ha dato anima e corpo senza riserve, non è più la Wallpaper girl ingenua che ha creduto alle sue belle parole. Oggi è una donna potente, di successo, un leader carismatico che regge le fila di un’intera Nazione.
Eleanor è il Primo Ministro inglese e non ha tempo per lui…

Leggendo il secondo volume della serie Wallpaper girl, è come se fossi  su un set cinematografico seduta  su quella  sedia della vecchia Hollywood e dei sogni di gloria dei registi giovani, con alle spalle la scritta “regista”.  La storia è ben scritta tale da poter essere senza ombra di dubbio, un set cinematografico.  Le vicende  dei due personaggi, Eleanor e Simon, prosegue senza colpi ferire; un continuo prendersi e lasciarsi; continui equivoci e parole non dette, che impediscono ai due di vivere appieno il loro amore. Tutto è ben descritto; tutto è ben raccontato; nulla viene lasciato al caso e alla noia. Ancora una volta la storia è accompagnata da flashback che trasportano Eleanor al passato e a ciò chè accaduto.  Eleanor è una donna ormai, e la "wallpaper girl" è diventata una donna politica temuta e rispettata, ma quanto peso avranno le sue scelte e la sua carriera in amore? I capitoli si susseguono raccontando le vicende e coinvolgendo me lettrice, in questa stupenda e sofferta  storia d’amore. Mentre nel primo volume, la storia si interrompe e viene sacrificata per la carriera di Simon, in quest'altro, la storia soffre e viene stroncata  dalla carriera politica di Eleanor.  Molto spesso l’amore non basta, se vengono a mancare gli spazi in cui la storia dovrebbe inserirsi . Consideriamo l’amore come un puzzle: tanti pezzi che si uniscono e si intersecano; ma in questa storia, manca un tassello fondamentale: la sincerità, che impedisce che il quadro trovi la sua completezza.
Lettura scorrevole; linguaggio pulito e apprezzabile nonostante la presenza rara di turpiloqui nei momenti di nervosismo totale; ma chi, durante un litigio, non fa uso di parole non proprio  accurate?
Il  libro, ben scritto, rispecchia la realtà, la quotidianità di una coppia che cerca un posto nel proprio mondo, ma che, nonostante la fatica, non riesce a trovare.
Lettura consigliata a tutti, fluida e fruibile. Ancora una volta finale sospeso e con l’amaro in bocca, l'autrice ci sta ancora riservando delle sorprese e delle emozioni. 


giovedì 30 aprile 2020

Segnalazione libro Le quattro stagioni del Commissario Livia di Silvestra Sorbera

Segnalazione libro

Le quattro stagioni del Commissario Livia di Silvestra Sorbera

Le quattro stagioni del Commissario Livia di [Silvestra Sorbera]E’ in vendita in tutti gli store online e in libreria il nuovo romanzo della giornalista e scrittrice Silvestra Sorbera. Il commissario Livia, nella sua quarta indagine, torna a fare compagnia ai lettori affezionati in un periodo non facile. Tantissime le copie vendute per le prime tre indagini che hanno fatto conoscere al pubblico Livia Solari, commissario a Porto Scogliera, una cittadina inventata dall’autrice a sud della Sicilia. In questo quarto romanzo Livia dovrà affrontare quattro casi, uno per stagione e, allo stesso tempo, dovrà fare i conti con il tempo che passa e con la conoscenza di suocera e cognata che le daranno filo da torcere.
In questa quarta indagine Livia avrà quattro casi da risolvere.  Un suicidio, un caso di body shaming, uno strano omicidio nato per opera di una fattucchiera e la morte di un pagliaccio. Nel corso dell’anno che la vedrà impegnata a Porto Scogliera, Livia dovrà fare i conti con la sua vita privata, il suo nuovo amore ma anche con madre, suocera e cognata ma soprattutto con il tempo che passa.
Chi è Livia Solari: I tre romanzi
La prima indagine del Commissario Livia
Livia Solari vive a Porto Scogliera, una cittadina inventata che si trova idealmente a sud della Sicilia, Livia è una donna forte che vive il suo lavoro in una terra arida non abituata alle donne in divisa. Accanto a lei il suo vice Angelo Spagnoli, amico di sempre, il suo angelo custode, la parte calma del commissariato. In questa prima indagine Livia e Angelo avranno a che fare con l’omicidio di due fidanzati, Sara e Michele, una prostituta trovata uccisa nel suo appartamento, una signora pettegola e dei tipi loschi. Il giallo soft, racconta tematiche attuali che ascoltiamo quasi quotidianamente al telegiornale perché, in un mondo dove conta l’apparire e i soldi più che i sentimenti, ecco che Sara e Michele diventano le vittime dell’avidità.
I fiori rubati
Livia Solari, commissario di Pubblica Sicurezza a Porto Scogliera, in questa seconda indagine dovrà fare i conti con il suo passato. Due bambine di otto anni sono state rapite, nessun riscatto, nessuna telefonata dai rapitori. Le due piccole hanno in comune due splendidi occhi azzurri e il nome che ricorda quello di un fiore. Livia dovrà trovarle e per farlo avrà a che fare con Lorenzo, suo collega ed ex fidanzato che le darà del filo da torcere.
Castelli di sabbia
A Porto Scogliera si susseguono dei furti in villa. Nel frattempo un giovane magrebino viene trovato morto in un terreno isolato. Le due indagini si confondono e si mescolano portando alla luce le vite fragili dei protagonisti. Vite che, come dei castelli di sabbia, si sgretolano al minimo scossone. Livia dovrà cercare di venirne a capo nel più breve tempo possibile e, nel frattempo fare i conti con il nuovo medico legale appena arrivato a Porto Scogliera.

Segnalazione e Cover reveal Glitter Season di Victory Storm Victory Storm ha data una nuova veste a questo libro uscito da poco.

Segnalazione e Cover reveal 
Glitter Season di Victory Storm
Victory Storm ha data una nuova veste a questo libro uscito da poco.

L'immagine può contenere: il seguente testo "COVER REVEAL"
Info Libro
Titolo: Glitter Season
Autore: Victory Storm
Genere: commedia romantica femminile (ispirato a Sex and the City)
Serie: no. È autoconclusivo
Pubblicazione: self con Kindle Unlimited
Pagine del cartaceo: 510
Ebook e cartaceo: disponibili dal 2 maggio
“A volte basta una stagione per cambiarti la vita. Una stagione scintillante nata da un’amicizia che cambierà il tuo destino per sempre. La vita di Rachel non stava andando per il verso giusto tra il tradimento del suo fidanzato e l’imminente licenziamento dal lavoro dei suoi sogni. Emma viveva in una gabbia dorata, circondata dall'affetto della sua famiglia, ma lei sognava la libertà e l’amore, quello con la A maiuscola. Abigail era alla ricerca del suo posto nel mondo ma le sue insicurezze le impedivano di esprimersi appieno. Poi un giorno, Rachel, Emma e Abigail si sono incontrate e sono diventate amiche. Un’amicizia che ha ricoperto di scintillio la loro vita, spingendo Rachel a salire la scalinata del successo, Emma a trovare l’amore della sua vita e Abigail a diventare indipendente. Ma come ogni cambiamento, anche questi hanno portato grande scompiglio e non tutto è andato per il verso giusto. Tra intrighi, divertenti avventure, serate glamour e incontri piccanti riusciranno Rachel, Emma e Abigail a conquistare il mondo e a vivere la loro glitter season?

martedì 28 aprile 2020

"L'amore (im)perfetto" l'esordio letterario di Pietro Falconetti Diciassette racconti che parlano di amore in tutte le sue sfumature, firmati da "Les Flaneurs Edizioni"

"L'amore (im)perfetto" l'esordio letterario di Pietro Falconetti
Diciassette racconti che parlano di amore in tutte le sue sfumature, firmati da "Les Flaneurs Edizioni"
L'amore imperfetto (Bohemien) di [Pietro Falconetti]
INFORMAZIONI LIBRO
Autore: Pietro Falconetti
Titolo: L’amore (im)perfetto
Data di pubblicazione: 4 maggio 2020
Pagine: 208 
Prezzo: € 15
Genere: Racconti
Alessandro vive un amore tormentato e clandestino con Elena, una donna sposata, tra inevitabili distacchi e frustrazioni. Daniele reprime le proprie legittime inclinazioni dopo l’omicidio del suo sposo, e ci vorrà tutto l’affetto di Enrico per fargli superare la perdita. Marilù nasconde una grave dipendenza al marito, Roberto. Susanna impara a conoscere se stessa dopo l’incontro con Elisabetta. Giuseppe fatica a controllare la propria vita con il rigore di sempre, escludendo la moglie Luisa in favore di nuove e occasionali confidenti. Sei storie che finiscono per incrociarsi, dodici protagonisti per una città del sud, teatro di ordinari disordini sentimentali ma anche di amori perfetti nella loro singolare imperfezione. Queste differenti declinazioni del sentimento amoroso – che non esclude i legami amicali, parentali e genitoriali – sono affidate alla prima persona: una prima persona alternata che meglio consente al lettore di immergersi nelle topiche sentimentali dei personaggi. Per una parabola di gruppo che, in fin dei conti, va dalla rottura alla riconciliazione. Soprattutto con se stessi.
Pietro Falconetti, imprenditore, è nato a Barletta e vive felicemente a Bisceglie con la moglie e i due figli. Nella sua formazione, una laurea in Filosofia e un master in Digital Reputation. Ma è soprattutto la vita, nelle sue composite tonalità affettive, ad aver offerto il materiale di riflessione per L’amore (im)perfetto, il suo esordio letterario.


Recensione libro "Vorrei solo averti qui" di Kennedy Ryan, Newton Compton Editori

Recensione libro 
Vorrei solo averti qui di Kennedy Ryan, Newton Compton Editori
L'immagine può contenere: 2 persone, testo
Scheda tecnica
Titolo: Vorrei solo averti qui
Autore: Kennedy Ryan
Serie: #1 Shot Series
Editore: Newton Compton Editori
Genere: romanzo rosa
Pubblicazione: 19 Aprile 2020 Formato Kindle, 14 Maggio Formato copertina flessibile

August e Iris sanno di essere fatti l'uno per l'altra. Ma il tempismo dei loro incontri è sempre stato pessimo e così, nonostante la sintonia che c'era tra loro, hanno finito per prendere strade diverse. Lui è diventato una stella dell'NBA e lei combatte con la sua quotidianità. Ma non si sono mai dimenticati. Nel corso degli anni, nei loro momenti più bui, August e Iris ripensano all'unico, indimenticabile bacio che si sono scambiati. A quella notte, a quel bivio che ha cambiato le loro vite per sempre. E anche se sanno che è difficile, continuano a sperare in una seconda occasione.
Vorrei solo averti qui (Shot Series Vol. 1) di [Kennedy Ryan]


Solo dopo aver terminato questo libro ho potuto finalmente tirare un sospiro di sollievo. Se all'inizio ero scettica poi non ho potuto far altro che ricredermi, perché il romanzo è veramente strepitoso, forte, carico di rabbia, la rabbia di uno dei personaggi, la stessa rabbia provata da me mentre lo leggevo. Assurdo pensare che ancora oggi ci siano delle situazioni del genere. Non andrò a spiegare nel dettaglio di cosa parla questo libro, posso solo accennare vagamente che tratta di un argomento assai forte, scene che vengono descritte con precisione, per quanto brutte, crudeli e piene d'odio nei confronti di chi purtroppo non sa difendersi, o se lo sa fare, a volte non fa in tempo. Perché ho detto che ero scettica? Sicuramente per il fatto che la copertina abbastanza brutta non invoglia in alcun modo a leggerlo, e non lascia intendere al lettore molte cose, come lo sport presente nel romanzo, che è la pallacanestro, ma in primis indubbiamente questo argomento forte e misterioso di cui vi ho parlato poco fa. Ho percepito una sorta di morale in questa lettura, ovvero mai arrendersi. Per quanto possa essere dura, con tanta forza di volontà ce la si fa sempre.
Leggere questo libro non è stato semplice, fa male, il dolore provato dalla protagonista Iris Dupree lo possono capire solo in poche. Iris è una ragazza forte, che non si perde d'animo in nessun modo, si rialza sempre. August West che la insegue per anni, che non smette mai di sognarla, e di sperare che un giorno lei sarà sua. Sì, perché Iris "appartiene" a Caleb Bradley, un uomo ossessivo e soprattutto Possessivo, con la P maiuscola, uno squilibrato egoista, che la insegue in ben altri modi. Ho odiato Caleb per tutta la lettura del romanzo, davvero non mi facevo capace di quello che è stato in grado di fare. Ma se vogliamo parlare di un cuore d'oro, questo appartiene senza dubbio ad August, un uomo che tutte le donne desiderano e vorrebbero accaparrarsi, rispettoso, bello (e anche ricco!), insomma, un vero gentiluomo.
La cosa più bella di tutto il libro per me è stato il lieto fine, la terza parte, seppure il libro mi sia piaciuto tutto, da uno stile di scrittura praticamente perfetto che rende la lettura molto scorrevole.
A mio avviso il libro è abbastanza lungo, non per questo bisogna essere scettici come lo sono stata io, ma 450 pagine sono tante, sarà forse che di solito prediligo i libri più stringati. In ogni caso consiglio assolutamente la lettura di questo romanzo, e ribadisco il concetto: mai giudicare un libro dalla copertina, specialmente questa ;-)
Aggiungo infine che un romanzo come questo merita di più che cinque stelle! Nonostante l'argomento principale che avete sicuramente intuito, è bellissimo, leggetelo!
Ovviamente le stelle assegnate sono 5, per la bravura dell'autrice, che anche se mai leggerà la mia opinione, non mi farà dimenticare questa storia tosta e anche dolce per tanto tempo.
Recensione di Francesca Marcovecchio

lunedì 27 aprile 2020

Recensione libro Post mortem di Paolo la Paglia edito Nua Edizioni

Recensione libro 
Post mortem di Paolo la Paglia edito Nua Edizioni
Post Mortem di [Paolo La Paglia]
SCHEDA TECNICA
Titolo: Post Mortem 
Autore: Paolo La Paglia
Editore: Nua Edizioni
Genere: Horror
Formato: Kindle 
Pubblicazione: 21 Marzo 2020
Golden Falls è una tranquilla cittadina nella contea di Snohomish, stato di Washington, dove tutti si conoscono e la vita scorre serena, fino a quando un’escalation di terribili eventi scatenerà l’orrore che sconvolgerà la serenità del posto. Daryl Wilson, lo sceriffo incaricato delle indagini, si troverà a dover affrontare una verità incredibile e spaventosa. Per risalire alle radici del male dovrà scavare nei meandri della storia passata di Golden Falls e comprendere perché l’orrore abbia iniziato a riversarsi sulla cittadina seminando morte tra i suoi abitanti. Quando la città si ritroverà isolata dal resto del mondo, immersa in una nebbia che sembra sorta magicamente per avvolgerla tra le sue spire, la situazione precipiterà fino all’incredibile epilogo. Perché il male non muore mai.
Questo libro è un horror dai contorni inquietanti perché sembra quasi sia stato scritto presagendo un futuro per certi versi non troppo lontano.
Lo sceriffo Daryl Wilson di Golden Falls tranquilla cittadina nella contea di Snohomish, stato di Washington, si ritrova a indagare su un caso di omicidio (apparentemente) di una ragazza che viene stuprata e uccisa brutalmente.
Perché dico apparentemente? Perché in realtà si ritroverà a fronteggiare un nemico oscuro che sconvolgerà questa cittadina ad essere isolata portando con sè dolore, distruzione, morte e diffidenza. Le persone inizieranno a non fidarsi più di nessuno in un vortice di eventi inattesi.
Per combattere questo “nemico” lo sceriffo andrà a scavare nella storia di Golden Falls facendo delle scoperte inquietanti.
Merita il nome di horror??? Si assolutamente si.
E scontato??? Assolutamente no.
Questo libro prende il lettore e fa riflettere abbastanza per via devi eventi descritti che sembrano quasi veritieri. La trama è ben intrecciata ed è scritta come se la ragazza assassinata raccontasse quello che vede; ho apprezzato il modo con cui l’autore ha gestito l’avvicendarsi dei tanti personaggi.
Non è né scontato nè prevedibile ed è molto scorrevole.
Consigliato se avete abbastanza fegato e non siete particolarmente impressionabili.
4 stelle
Recensione di Stella

Recensione libro Accad(d)e di Maria Fonte Fucci, collana Policromia

Recensione libro
Accad(d)e di Maria Fonte Fucci, collana Policromia
Accad(d)e di [Maria Fonte Fucci]
Scheda tecnica
Titolo: Accad(d)e
Autore: Maria Fonte Fucci
Editore: PubMe
Collana: Policromia
Genere: Thriller
Formato: Kindle, copertina flessibile
Pagine: 118
Pubblicazione: 12 Febbraio 2020
Per Giacomo è una serata come le altre. Sa già che, una volta oltrepassata la porta della sua casa, un muro di ostilità gli si parerà innanzi. Come ormai succede da tanto tempo. Da troppo. Le responsabilità che gravano sulla sua schiena sono più forti di qualsiasi altra cosa, più forti anche della pensione che ha raggiunto dopo anni di sacrifici. Traguardo che passerà, come sempre, sotto una crudele indifferenza. Eppure la visita inattesa di Manuel, il vicino, dà una piega diversa a una serata buia come l’appartamento di Giacomo. Perché Manuel non è solo: con lui, una ragazza timida, quasi timorosa. Una ragazza che, dopo poche ore, tornerà a bussare alla porta di Giacomo, ma questa volta ad aprire sarà Marisa, sua moglie, una donna squassata da un dolore troppo grande da poterlo descrivere. Basta uno sguardo, e Marisa capisce tutto. Un altro mostro ha messo piede nel loro caseggiato. Un mostro dalle fattezze di angelo. Come colui che, molti anni prima, stravolse la loro famiglia. Accadde. Accade. Può una donna sola e indifesa salvare se stessa e chi le sta intorno?
Questo libro mi ha lasciata senza parole. Inizialmente è lento, descrittivo; per fortuna non sono una che si ferma o lascia libri a metà perché da metà libro in poi cambia nettamente registro e ti trascina dentro la storia.
E’ in thriller psicologico dai connotati molti forti con una trama ben congegnata che a tratti mi ha fatto pensare che potesse essere presa da storie reali.
Giacomo una persona come tante sulla quale pesano responsabilità e dissidi familiari si ritroverà una sera sulla sua porta il suo nuovo vicino di casa Manuel accompagnato dalla sua ragazza, persona che dà l’idea di essere molto timida.
Poche ore dopo suonerà di nuovo il campanello ed ad aprire sarà Marisa moglie di Giacomo che si ritroverà davanti la ragazza di Manuel e nei suoi occhi riconoscerà qualcosa già vissuto; un mostro torna nelle loro vite.
La storia delle due donne si intreccia fra realtà e passato e porterà alla luce violenze subite.

Si ci può salvare dalla violenza? Leggetelo e lo saprete…..

Recensione di Stella 

Recensione libro Guarire con il sistema corpo specchio di Martin Brofman edito TeA

 Recensione libro  Guarire con il sistema corpo specchio  di   Martin Brofman edito TeA Scheda tecnica Titolo : Guarire con il sistema corpo...