Lettori fissi

sabato 3 ottobre 2020

NUOVE USCITE COLLANA POLICROMIA: Donne che comprano l’amore di Samantha D’Amico e Il carillon di velluto rosso di Anna Maria Fazio

NUOVE USCITE COLLANA POLICROMIA: Donne che comprano l’amore di Samantha D’Amico e Il carillon di velluto rosso di Anna Maria Fazio

Donne che comprano l'amore (Policromia), di Samantha D'Amico

Siamo quello che siamo stati. Anni fa leggevo le discussioni tra chi (psicologi, sociologi) sosteneva che è l’ambiente che incide sulla formazione della personalità, e chi invece sosteneva che quello che determina il carattere della persona è principalmente ereditario. La mia esperienza mi porta a pensare che è il risultato di tutte e due. Una vita spesa tra lavoro e famiglia, con un marito dispotico a cui non interessa nulla se non se stesso. Quando il matrimonio termina, Samantha non può che sentirsi libera: finalmente può vivere la vita che da sempre ricerca. Questo e tanti altri fattori la spingono a cercare la compagnia maschile, perché il desiderio di sentirsi amata è insito in ognuno di noi. Così naviga in alcuni siti di incontri, serate, cene fra single... fino alla scoperta che cambierà per sempre la sua esistenza. Con un tono scanzonato e a tratti liberatorio, l’autrice ha scavato nella sua anima, nella parte più profonda  e nascosta di se stessa, per capire e  rendersi conto delle motivazioni che l’hanno portata a fare  delle scelte  diverse e fuori dagli schemi, trasgressive e fino allora impensabili.

Il carillon di velluto rosso, di Anna Maria Fazio

Irlanda, 1991. Nel convento di Glendalough viene recuperata una ragazza ferita e priva di sensi. Appena si risveglia, non sembra ricordare più nulla del suo passato. Le suore decidono di chiamarla Vittoria. Il ricco Leopold Egon, assiduo frequentatore del convento, si innamora di lei e la chiede in sposa. Dopo qualche tempo dal matrimonio, però, egli muore inspiegabilmente, e la bella e misteriosa Vittoria si ritrova a capo di numerosi possedimenti.
Venezia, 2010. Alessandro è un giovane studente senza troppi fronzoli per la testa, e con una vita piatta scandita dalle lezioni e dalle uscite con la fidanzata. Ma quando la provocante Eleonora arriva nella sua scuola come professoressa di arte, è immediata l’attrazione. La donna però sembra sfruttare il giovane per i suoi interessi, fino a che non gli dà in consegna un libro: “Un’orribile coincidenza”. Ed ecco che Alessandro precipita nel vortice di un’esistenza carica di sofferenza e tormenti, in cui si narra della giovane Ciara. Che cosa gli vuol rivelare l’enigmatica Eleonora? Vittoria, Eleonora, Ciara: tre donne apparentemente lontane ma unite da un unico filo, quello di una storia fatta di soprusi e dolore. Sulle note di un vecchio carillon di velluto rosso, le loro storie si intrecceranno fino al tormentato e clamoroso finale















LAURA BRIOSCHI - Noi siamo luce - La forza del pensiero BODY POSITIVE dal 13 Ottobre disponibile, edito De Agostini

 LAURA BRIOSCHI - Noi siamo luce - La forza del pensiero BODY POSITIVE dal 13 Ottobre disponibile edito De Agostini

Non esistono corpi giusti e corpi sbagliati: ogni corpo merita rispetto e amore. Laura Brioschi firma un manifesto per il pensiero Body Positive, con tanti consigli per imparare a volersi bene e viversi in modo più positivo. Laura Brioschi: attivista, influencer e fondatrice con Paolo Patria di  Body Positive Catwalk, il movimento dedicato più grande e importante d’Europa.

Solare, bellissima, di successo: difficile, guardandola oggi, immaginare che Laura Brioschi si sia sentita per anni in guerra con se stessa, con il suo corpo. Un corpo che Laura ha imparato a rispettare, apprezzare e amare: passo dopo passo, giorno dopo giorno, lasciando che dalle ferite entrasse la luce. In questo libro racconta il suo percorso verso l’accettazione di sé e l’autostima: dalle insicurezze di bambina e adolescente che si sentiva imperfetta e “sbagliata” al duro impatto con il mondo della moda, dai disturbi del comportamento alimentare alla scoperta del Mindful Eating e di un approccio più sano ed equilibrato al fitness, dalla sofferenza per un rapporto malsano all’amore con un uomo speciale, dall’incontro illuminante con una psicoterapeuta al desiderio di aiutare gli altri. Tutto questo ha fatto di Laura la persona che è ora. Una donna che sa guardarsi allo specchio con amore e vedere oltre le apparenze e i pregiudizi. Un’imprenditrice della moda che non è più disposta a sentirsi dire chi può o non può indossare un bikini o un paio di pantaloni bianchi. Un’attivista e portabandiera italiana del pensiero Body Positive, che le ha cambiato la vita e che oggi lei condivide e diffonde, incoraggiando e ispirando ogni giorno la sua vivacissima community. 
«Cerco di avere un atteggiamento positivo ecostruttivo verso il mio corpo e verso quello di chiunque altro. Cerco di sradicare dalla mia testa la tendenza a criticare me stessa e chi mi circonda; cerco di essere felice, di stare bene e di lavorare per trovare un mio personale equilibrio. Non esistono difetti, esistono solo caratteristiche. Io sono semplicemente io: Laura.»
Laura BRIOSCHI (classe 1989) nel 2015 ha creato il blog lovecurvy.com, a cui poi ha fatto seguito un profilo IG che ha superato il mezzo milione di follower. Con un passato da modella curvy, Laura è diventata imprenditrice e ha lanciato una linea di abbigliamento per donne che hanno voglia di piacersi e sentirsi bene nel proprio corpo. Nel 2018 ha istituito, insieme al compagno Paolo Patria, l’associazione no-profit Body Positive Catwalk, dando vita al movimento Body Positive più grande e importante d’Europa. Con i loro flashmob hanno portato a spogliarsi in piazza centinaia di donne e uomini, che si sono letteralmente e metaforicamente tolti di dosso ogni pregiudizio e discriminazione basati sull’aspetto fisico. 





4 OTTOBRE GIORNATA MONDIALE DEGLI ANIMALI E DE AGOSTINI FESTEGGIA CON USCITE LIBRI DEDICATE I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE

 4 OTTOBRE GIORNATA MONDIALE DEGLI ANIMALI E DE AGOSTINI FESTEGGIA CON USCITE LIBRI DEDICATE I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE


ANIMALICRAZIA, Noi animali meritiamo il tuo rispetto! DI OLA WOLDANSKA-PŁOCINSKA

Data di uscita: 6 ottobre | pagine 80 
euro 14,90 | target: 7+

Quanti polli servono per rifornire un intero supermercato? Cosa ci fanno i cinghiali al parco giochi? Perché i cani odiano il Capodanno? Conviviamo con gli animali sin dalla preistoria, ma oggi che viviamo in città la situazione è cambiata rispetto a un tempo. Ci comportiamo da padroni, modifichiamo la natura a nostro piacimento e usiamo gli animali come oggetti, giocattoli o cibo, sottoponendoli a sofferenze di cui nemmeno ci accorgiamo. Dalla venerazione degli antichi Egizi per i gatti alla proliferazione dei conigli in Australia, al veganesimo, ai cosmetici testati sugli animali, passando per l’allevamento intensivo e la caccia, un albo illustrato ricco di spunti filosofici e storici, che interroga i bambini sul rapporto fra uomo e natura: non è forse vero che gli animali provano dei sentimenti, proprio come noi? E quello che gli facciamo è giusto, oppure anche loro hanno dei diritti che dobbiamo rispettare?


PINGUINI ALL'EQUATORE Perché non tutto ciò che senti sul clima è vero DI Serena Giacomin & Luca Perri

Illustrazioni di Caterina FratalocchiData di uscita: 20 ottobre | Pagine 192 euro 15,90 | Target: 11+ Se sei stufo di indossare maglioni a maggio e non capisci perché ogni estate è sempre la più calda degli  ultimi 100 anni, allora questo è il libro che fa per te. Avresti mai immaginato che la vecchissima cacca di un pachiderma da guerra fosse fondamentale per capire se la temperatura della Terra sta cambiando oppure no?
O che novecento milioni di anni fa a salvare il pianeta dal congelamento sia stata proprio la tanto odiata anidride carbonica? Una volta qui era tutto ghiaccio, altro che campagna... Fra eruzioni provvidenziali ed esopianeti, diete del Neolitico e macchie sul Sole, carote di ghiaccio e viaggi nello spazio, quella che hai in mano è un’esilarante guida per smascherare le bufale legate al clima. Parti con Serena Giacomin e Luca Perri in un’avventurosa ricerca sopra, sotto e dentro la Terra, per capire finalmente tutta la verità sul nostro pianeta e quello che gli sta accadendo. (Spoiler: è tutta colpa nostra.)

IL TRICERATOPO ROSA Non ci sono più i dinosauri di una volta, di Diego MATTARELLI, Emanuela PAGLIARI

Data di uscita: 27 ottobre | Pagine 208 euro 15,90 | Target: 8+ Illustrazioni di Francesco Guarnaccia Dimenticate Jurassic Park e tutto quello che credete di sapere sui rettiloni del passato: non c’è proprio nulla di vero (o quasi!). Parola di paleontologi. Se vi siete sempre immaginati i dinosauri come dei tipi piuttosto voraci, pronti a sgranocchiare qualsiasi cosa passasse loro davanti, beh, sappiate invece che avevano gusti culinari ben precisi e seguivano una dieta molto attenta. Guai a pensare che a causa della loro stazza si muovessero goffi o lenti! Il T.rex infatti era un ballerino provetto: nonostante quelle sue zampette corte, era capace di piroette degne di Beyoncé pur di conquistare una compagna. Non fatevi trarre in inganno, poi, dalle dentature aguzze e dagli artigli. Anche i dinosauri più terrificanti erano dotati di uno spiccato senso materno e covavano le loro uova proprio come... dei grossi e innocui tacchini! Questo libro vi trasporterà attraverso le ere geologiche per vivere un’avventura incredibile tra meteoriti, cacche preistoriche, zanzare vampiro e fossili vecchi milioni di anni. 


venerdì 2 ottobre 2020

Gli archetipi

 


 

C'è una parola che riesce a riunire filosofia, psicologia, astrologia, marketing, filologia, narrativa, mitologia e almeno altre cinque o sei branche del sapere: archetipi. Questo antico concetto, rispolverato nell'epoca moderna da Jung, rappresenta quello che lo psicologo analitico definiva parte dell'inconscio collettivo, ovvero le esperienze complessive di tutte le generazioni umane passate, a partire dai primi progenitori.

L'archetipo è un simbolo che si autodefinisce come una sorta di valore etico sociale, cui il soggetto crede, si appoggia o è condizionato nel suo modo di essere o comportarsi.

Quindi al momento della nascita per Jung, ci appioppano un pacchetto di impostazioni non settabili (manco fossimo un iphone), ereditate dai nostri avi e facente parte delle immagini mentali collettive (traumi infantili inclusi nel pacchetto, reso non disponibile).

L'archetipo è quindi una sorta di idea universale tramite cui osserviamo e diamo un senso al mondo; e seppur alcuni di questi, nel tempo divengono più “forti” rispetto ad altri (uno splendido esempio di questo alternarsi lo trovate nel libro di Neil Gaiman, American Gods), gli archetipi fanno parte della nostra cultura, spesso anche in maniera inconscia. Non ci credete? Se avete letto il Signore degli anelli o visto Star Wars (se così non fosse, per quanto mi riguarda non dovreste avere diritto al saluto, ma sarò clemente e vi inviterò gentilmente a rimediare a questa folle mancanza), avete assistito all'evoluzione dell'archetipo conosciuto come “il viaggio dell'eroe”. La teoria archetipica viene spesso utilizzata (per non dire saccheggiata) dalla narrativa editoriale, cinematografica e televisiva.

Gli archetipi sono 12: mago, angelo custode, folle, creatore, distruttore, cercatore, amante, sovrano, saggio, innocente, orfano, guerriero. Non li approfondirò in questo contesto, ma vi rimando a compiere una piccola ricerca in quanto esiste un'ampia bibliografia che approfondisce i singoli aspetti nei più disparati contesti.

A partire dagli anni '60-'70 anche il marketing ha cavalcato l'onda dell'archetipo utilizzandolo per costruire brand e “tono di voce” (il modo in cui un'azienda parla ai propri clienti). Anche qui, non ci credete? Prendiamo “L'Angelo Custode”. Le sue caratteristiche sono: altruista, il guaritore, colui che si preoccupa e si prodiga per il benessere degli altri. Compassionevole e generoso, teme l’egoismo e l’ingratitudine. Tipico di realtà operanti nel settore sociale, di aziende che hanno come target la famiglia e di tutte quelle imprese che si propongono di accompagnare e sostenere i clienti nel raggiungimento di un obiettivo: Johnson&Johnson, P&G, Unilever, Amnesty International, Unicef. In particolare J&J si distingue sia nella scelta del logo (le due J sembrano disegnare due ali) sia nella scelta dei colori che richiama sempre un tono angelico.

Ma non è finita qui. Anche se ormai associamo l'astrologia a quella cosa che si trova infondo ai giornali o a quello che ci dice Paolo Fox o Brezsny, non ci dobbiamo scordare che “la scienza cominciò con lo studio delle stelle, nelle quali l'umanità scoprì le dominanti dell'inconscio, gli dei, così come le bizzarre qualità psicologiche dello zodiaco” (C. Jung). E se ve lo dice lo zio Carl, potreste fare lo sforzo di non sostenere che abbia ragione solo quando vi fa comodo crederlo. L'astrologia archetipica infatti è come una scienza dell'Anima. Uno strumento per connettersi con la nostra struttura e conoscere i vari componenti. Una sorta di libretto di istruzioni che non ci hanno mai insegnato a leggere. L'astrologia infatti si basa sul concetto tanto caro a zio Jung della sincronicità, in quanto considera la posizione delle stelle in un dato momento, analizzandone le qualità di quell'istante che si riflettono poi nella persona nata in quel preciso giorno e ora. Questa è la sincronicità: le due cose non si causano e non si influenzano, ma sono lo specchio l'una dell'altra. Tale concetto Jung lo utilizzerà anche per spiegare l'I-ching (il sistema di divinazione cinese), i tarocchi e tutte quelle pratiche considerate “superstizioni” che però, grazie ai concetti della fisica quantistica stanno ritornano in auge. Tali concetti, a cui le tradizioni di pensiero orientale erano già arrivate millenni prima, si basano proprio sul principio di sincronicità. Già vi sento che state pensando “ma mica crederà all'oroscopo?” Buoni tutti regà! Qui non sto parlano di oroscopo letto su “Novella 2000”, stiamo parlando di astrologia archetipica e umanistica, una branca del sapere a cui non è che bisogna crederci come atto di fede; è una conoscenza enorme che sta andando perduta in quanto non matematica o scientifica. Vi posso assicurare che dopo più di un anno che la studio è tutt'altro che un atto di fede. Certo è che se per interpretare un tema natale vi affidate a un sito di dubbia serietà, vi sembrerà che siano tutte baggianate. Allora, se nessuno cura la propria salute leggendo Wikipedia, ma va da una persona che ha studiato per sapere come curarvi, non è pensabile di rivolgersi a chi magari studia archetipi e astri da più di 20 anni per capire meglio come questi possano influenzarci? Se avete ancora qualche dubbio, riflettete su questo: la luna influenza le maree del nostro pianeta che è composto per il 70% di acqua. Indovinate cos'altro è composto per il 70% di acqua? Il nostro corpo. Pensate sia veramente una cosa campata per aria dire che la il ciclo lunare abbia ripercussioni su quella parte liquida che compone il nostro corpo?

Giuro che ho chiuso con il pippone per cui l'astrologia non sarebbe una branca del sapere degna di rispetto e apostrofata come “una gran cazzata”.

Tornando a noi, l'astrologia è dunque il mezzo per interpretare il micro utilizzando il macro, ovvero interpretare la singola storia individuale utilizzando gli archetipi risalenti al mondo antico (mitologia), associando, per esempio il principio femminile alla luna e quello maschile al sole.

La mitologia greca che consideriamo spesso molto fica e originale, in realtà non lo è poi così tanto. Nella maggior parte delle culture antiche riusciamo a individuare una matrice comune nella generazione di vari pantheon sorti millenni fa in popolazioni molto lontane e diverse tra loro. Questa matrice comune sono proprio gli archetipi in cui si riscontra una convergenza di significato tra le espressioni mitiche- religiose delle diverse società umane. Gli archetipi sono quindi organi psichici con una determinata funzione nello sviluppo e nel funzionamento della personalità e coscienza. Ciascuno è indispensabile agli altri, sviluppandosi e agendo nell'inconscio in maniera attiva. Se un archetipo non funziona bene, ne risente l'intero sistema. James Hillman (allievo di Jung) arriverà ad affermare che gli archetipi sono una “manifestazione fenomenica nel percorso che ciascuno compie entro la propria anima”. La guarigione arriva nel momento in cui si riconosce l'azione degli archetipi nelle persone e nel mondo. In questo contesto, conosciuto come psicologia archetipica, la mitologia è considerata infatti moderna. I miti parlando di temi universali ed eterni.

In quest'ottica vi consiglio di approfondire gli aspetti dei 12 archetipi e del “viaggio dell'eroe”. Un sito molto ben fatto per approfondire il tema è www.archetipi.org. Dopo leggete e/o visionate almeno due dei seguenti titoli:

  • American Gods, Neil Geiman

  • Il Signore degli anelli, J. Tolkien

  • Star Wars (prima e seconda trilogia, l'ultima è un esperimento uscito male)

  • Harry Potter (libri in primis), J.K. Rowling

  • Un film qualsiasi della Marvel

In queste storie, la tecnica narrativa si sviluppa più su delle “azioni” archetipiche che sono: vincere sul cattivo, l'ascesa verso il successo, la missione/ricerca, il viaggio, la rinascita, la tragedia, la commedia. Qualsiasi storia narrata parte su uno di questi sette modelli. Regà vi posso assicurare che questo discorso si può applicare a qualsiasi prodotto narrativo (se ne trovate uno che non rientra in questo filone, scrivetelo nei commenti qui sotto).

Questo è il motivo per cui questi prodotti hanno successo: fanno risuonare in noi, delle conoscenze già innate e tramite cui è possibile effettuare un “transfer” e immedesimarsi nel personaggio che più ci risuona.

Cosa ne pensi tu del concetto di archetipo? Ti eri già imbattuto/a prima? 

Lascia un commento e fammi sapere come la pensi al riguardo.

Recensione libro "L’AMORE OLTRE IL FRASTUONO" di Petronilla Tria, edito Kimerik

 Recensione libro L’AMORE OLTRE IL FRASTUONO di Petronilla Tria, edito Kimerik

Scheda tecnica
Titolo: L'amore oltre il frastuono
Autore: Petronilla Tria
Editore: Kimerik
Genere: Romanzo rosa
Pagine: 94
Formato: Ebook e cartaceo
Pubblicazione: 31 Luglio 2020

A volte per incontrare l'amore vero occorre aspettare una vita intera e questo lo sa molto bene Alice. Dopo un matrimonio naufragato, decide di zittire il suo cuore. Fino al giorno in cui conosce Andrea e allora tutto sembra ricominciare. L'amore oltre il frastuono parla la lingua della speranza e racconta un sentimento in grado di renderci tutti uguali.
“Un altro amore non esiste, è solo illusione. Perché il vero amore è per sempre. E non lascia tempo e spazio a niente e nessuno.”
La vita di ognuno di noi spesso va avanti con un’unica domanda: esiste il vero amore? Questa è la semplice storia di Alice, un avvocato, una donna in carriera, a cui la vita ha dato tanto ma che, dopo un matrimonio fallito ha deciso di smettere definitivamente di amare.
"Anche l’amore, a volte, la trova sola e sconfitta.
Spesso dice a se stessa che sarebbe meglio restare single, almeno fino a quando non incontrerà quel qualcuno che la consideri la parte migliore della sua vita. Un essere speciale che condivida tutto della sua esistenza, che non la escluda dai suoi pensieri e dal suo cuore, perché la solitudine può far paura, ma avere accanto qualcuno che ti rende sola, fa tanto male oltre che paura".
Proprio grazie al lavoro conosce Andrea, e in poco tempo le sue certezze cadono, lui riesce a farle ritrovare la fiducia, riesce a farle capire, non senza difficoltà, che il suo cuore è ancora capace di amare. Una novella breve ma intensa, su un argomento che spesso sembra scontato, ma che rappresenta il filo conduttore delle nostre esistenze.
"Un turbine di pensieri si aggrovigliano nella mente di Alice. Una persona conosciuta da poco che ha il potere di porre fine ai suoi silenzi, ai suoi errori, che ha le sembianze di chi la conosce da sempre, come se vivesse con lei da una vita. Da un lato una sensazione unica, dall’altro una paura inspiegabile, tanto da chiedersi come sia possibile che Andrea, conosciuto in così poco tempo, possa essere l’uomo dei suoi sogni e l’occasione per darsi una nuova opportunità in amore".
La narrazione in terza persona al presente rende la lettura un po’ faticosa e poco scorrevole, ma alcuni riferimenti alla nostra situazione attuale fanno si che ognuno di noi possa ben immedesimarsi nella protagonista. Alice, dopo diverse esperienze negative, decide di mettere l’amore in secondo piano, e di dedicare completamente la sua vita al lavoro e alla carriera. Resta fissa su questa decisione finchè non conosce Andrea, i due si innamorano follemente ma affrontano diverse difficoltà, fatte anche di lunghe lontananze, e a mio parere rappresentano la speranza; la forza che ognuno di noi dovrebbe mettere nel tenersi stretto una cosa preziosa. Quando la vita ci regala qualcosa di raro spesso non ne riconosciamo subito il valore, ma è proprio quando ci manca che ci rendiamo conto di cosa stavamo per perdere. L’amore è questo, coltivare una cosa bella con costanza, per far si che non si allontani mai da noi. Una bella lezione di vita! 


Weekend di libri e letture!!!

Weekend di libri e letture
Uscite Amazon:Rosa/Romance

Serie Falco: Volume unico, di Anisa Gjikdhima ( 3 Ottobre)

Preparatevi a compiere un intenso viaggio a Cuba. La famiglia Falco con i suoi protagonisti vi apre le porte di un mondo fatto di potere, amore, odio e passione. Non lasciatevi ingannare dalle apparenze... nulla è come sembra. Tutti i volumi della serie falco in un unico libro.

Con un’altra forma, di Bart Yates, Triskell Edizioni (3 Ottobre)

Noah York è un adolescente gay che non ha ancora fatto coming out. Ha la lingua lunga, un forte senso critico e tantissimo materiale a disposizione per lanciarsi in una delle sue invettive. Dopo essere rimasta vedova, la madre di Noah, una poetessa dal carattere difficile, accetta un lavoro da insegnante in una piccola città del New Hampshire, lontano da Chicago e dal mondo che lui ha sempre conosciuto. Noah va abbastanza d’accordo con la madre, ma la vecchia casa che stanno cercando di restaurare comincia a svelare i suoi oscuri segreti per mezzo di polverosi barattoli di vetro nascosti all’interno delle pareti. I barattoli contengono frammenti di lettere, poesie e pezzi di diario che finiscono per ricostruire una storia di dolore e violenza che crea un’improvvisa frattura fra Noah e sua madre. Per fortuna, Noah trova un alleato inaspettato in J.D., un vicino di casa adolescente che ha tanti problemi con la sua famiglia.

KOL: never forget, di Elvereth Ahn ( 2 Ottobre)

Ho lottato per tutta la vita contro la mia oscurità.
Per non perdere il mio cuore. Ho lottato per tutta la vita contro gli incubi. Per non impazzire. Ma quando il mio sporco passato ritorna, più crudele che mai, sono disposto a perdere tutto. Per l’unica persona che mi ha dato la forza di combattere quando eravamo dei bambini soli e terrorizzati, in una stanza buia e senza via d’uscita. Sofie. L’ho protetta con tutto me stesso. Era l’unica cosa importante. E lo è ancora. Continuerò a proteggerla. Perché la nostra promessa è incisa nel mio sangue e sulla mia pelle, come una ferita che non può rimarginarsi. Sempre e per sempre. A qualsiasi costo.

Uscite Amazon: Gialli/Thriller

False verità (Emma & Kate Vol. 5) di Elisabetta Flumeri  e Gabriella Giacometti ( 2 Ottobre)

Un uomo di potere, una famiglia dal passato tormentato, un patrimonio che fa gola a molti. 
La giovane fisioterapista Chiara Colombo, per fuggire da una relazione violenta insieme al suo bambino, accetta l’ospitalità di un ricco e anziano paziente, Giulio Dalmasso. Ma l’uomo viene ucciso e per la polizia è lei la principale sospettata. La posta in gioco è altissima e Chiara rischia di perdere tutto. Disperata, chiede aiuto a Emma, a cui Dalmasso si era rivolto prima di essere assassinato, senza però spiegarle il motivo della richiesta. L’investigatrice, affiancata dalla celebre giallista Kate Scott, crede nell’innocenza di Chiara, al contrario del vicequestore Andrea Del Greco, combattuto tra l’amicizia per Emma e la convinzione che abbia scelto il lato sbagliato della barricata.
Chi è colpevole della morte di Giulio Dalmasso? Perché ha infierito con una rabbia inaudita? Emma e Kate devono fare appello a tutte le loro capacità intuitive e spingersi oltre le apparenze, alle radici dell’odio, dove si cela una verità sconvolgente e occultata a caro prezzo.



giovedì 1 ottobre 2020

Recensione libro anteprima: " Giro di vite" di Henry James, Nua Edizioni

 Recensione libro: Giro di vite di Henry James, Nua Edizioni

Scheda tecnica
Titolo: Giro di vite
AutoreHenry James
Genere: Narrativa gotica
Pagine: 158
Pubblicazione: 1 Ottobre 2020
Formato: Ebook

Una giovane donna al suo primo lavoro. Due piccoli orfani dall’aspetto angelico e dall’indole stranamente silenziosa di cui prendersi cura. Una dimora isolata all’interno della quale si aggirano, minacciose, due presenze, forse i fantasmi di due vecchi servitori morti in circostanze misteriose che sembrano determinati ad attirare i bambini in un’oscura trappola, possedendo le loro menti e corrompendo le loro giovani anime innocenti. Ma nella scrittura avvolgente e perturbante di Henry James nulla e ciò che sembra e il lettore, lentamente, sprofonda in un’oscura nube di dubbio e inquietudine.

Ciao,  scrivere di un romanzo così non è cosa semplice..
il romanzo “va oltre ogni immaginazione“. Questo dichiara Douglas che, in una sera invernale riscaldata dal camino, narra ai suoi amici del contenuto di un manoscritto recapitatogli circa venti anni prima da una donna prima di morire. Tanto spaventoso il contenuto da costringere il depositario a custodirlo sotto chiave. L’autrice era stata l’istitutrice incaricata di prendersi cura dell’educazione di due fratellini Flora e Miles, rimasti orfani e ospitati dallo zio scapolo presso Bly, dimora nell’Essex. La giovane donna, accolta dalla signora Grose, la governante, si lascia conquistare dalla bellezza e dalle prodigiose capacità dei due allievi che la coinvolgono in una sorta di idillio fin quasi a farle dimenticare la notizia che Miles era stato espulso dal college per motivi “irripetibili”. Presto però il dramma si abbatterà sulla scena: la vecchia dimora si popola della presenza si due spettri. Il maggiordomo Peter Quint, morto in circostanze non meglio precisate e la precedente istitutrice, amante di Quint e morta anch’essa senza che nessuno sappia spiegare come. La cosa più spaventosa è la consapevolezza che colpisce la giovane istitutrice circa la volontà dei due amanti di voler attrarre a sé i due giovani affidati alle sue cure. Questo risveglia in lei tutto il suo ardire e le fa abbandonare paure e perplessità. Comincia con l’artificio narrativo del racconto nel racconto un romanzo che non dà respiro. Una storia avvincente, uno stile gotico che rende appieno l’angoscia e la paura con la ricercatezza della scrittura, l’eleganza con cui è costruito ogni periodo. A tratti può sembrare quasi artificioso ma é necessario collocare lo scrittore nel periodo cui appartiene, siamo fine ‘800. Si tratta sicuramente di un libro da leggere e rileggere ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Recensione di Diana

Benvenuto Ottobre ricco di buoni propositi editoriali

 Benvenuto Ottobre ricco di buoni propositi editoriali

Libri Amazon: Rosa/Romance

Tutto accade per una ragione, di Anna Dalton, Garzanti

La meta è lì, a un passo. Per raggiungerla basta superare gli esami finali al Longjoy College e diventare una giornalista. Per Andrea questo significa realizzare il suo più grande sogno, ma soprattutto poter infine seguire le orme di sua madre che le manca ogni giorno di più. Ma proprio ora che dovrebbe concentrarsi solo sullo studio, non fa altro che pensare alla lettera in cui la donna le rivela di averle lasciato qualcosa di importante, senza darle indizi. Andrea sa che c’è un unico luogo da cui cominciare a cercare: Dublino. Dove affondano le sue radici, senza le quali non può spiccare il volo. Decide allora di partire per l’Irlanda con la scusa della tesi di laurea, anche se non sono ragioni di studio a spingerla. È un azzardo. Andrea sa bene che la competizione tra i suoi colleghi è altissima, e che non può fare passi falsi. Ma capire cosa vuole dirle sua madre è troppo importante. Talmente importante da spingerla a mentire per la prima volta a quella che ormai è la sua famiglia d’adozione, i suoi amici Marilyn, Andre… e Joker. Adesso che non hanno più paura del loro amore, lui non sarà felice di essere messo da parte. Andrea è di nuovo la ragazza dubbiosa e fragile del primo anno di college. È di nuovo la bambina che ha perso troppo presto l’affetto della madre. Questa è la ferita che deve curare per capire davvero chi è. E deve farlo da sola. Anche se sola non è mai, perché un foglio di carta e una penna sono sempre lì con lei. Il suo scudo, la sua forza. La sua vita.

Tu che salvi per tua grazia, di Rosa J. Shalott, Cignonero

Veneto 1786.
Quando il giovane Gabriele Van Etienne torna in patria dopo aver fatto fortuna, sa che il compito che lo attende non sarà semplice: il suo progetto di aprire un convitto destinato a istruire i figli delle classi più disagiate, si scontra da subito con la diffidenza della cittadina in cui è nato, e che lo ha visto affamato e in miseria, proprio come i ragazzi a cui vuole dare la possibilità di costruirsi un futuro diverso. Ma c’è qualcuno che quel futuro lo desidera, anche se non ne avrebbe il diritto: Emone. A dispetto del nome, Emone è una femmina. Una ragazzina arruffata, scalza, sporca, probabilmente orfana, testarda e dall’intelligenza pronta. Gabriele vede in lei qualcosa, una scintilla che lo spinge a scavalcare le convenzioni e a prenderla con sé per permetterle di studiare come i suoi coetanei maschi. Ed Emone, col passare degli anni, da animaletto selvatico e scostante, diventa una giovane donna dal talento straordinario: il pianoforte è lo strumento attraverso cui si esprime, la musica è il linguaggio tenero e segreto che usa per comunicare con Gabriele. La gratitudine e l’affetto che la fanciulla prova per il suo tutore si trasformano presto in un sentimento muto, complesso, impossibile da spiegare a parole. Un sentimento ricambiato. Inizia così una storia d’amore inafferrabile e profondissima che durerà anni, e che li vedrà, Gabriele ed Emone, perdersi e ritrovarsi più volte, vittime inconsapevoli di una società destinata a sfaldarsi e a cambiare per sempre il volto del nostro paese.

La locanda sul lago, (Avalon Vol. 3), di Susan Wiggs, Harper Collins Italia

Nina ha un sogno: acquistare e gestire la vecchia Locanda di Willow Lake, ormai chiusa da tempo. E questo sembra essere proprio il momento giusto, con la figlia in Europa, in visita presso la famiglia del padre. Per Nina, poco più che trentenne, significa riprendere le redini della propria vita. Ma come in tutte le belle favole, anche in questa c'è un ostacolo. Le banche, infatti, non le concedono il prestito necessario alla realizzazione del suo progetto. Come se non bastasse, un facoltoso architetto di New York pare averla battuta sul tempo. Greg Bellamy, però, le fa una proposta interessante: visto che lui è solo un architetto, potrebbe gestire lei la locanda.
E perché no? Per Nina sarebbe un ottimo compromesso. E poi, questo Greg è proprio niente male.

Tutti i difetti che amo di te, di Anna Premoli, Newton Compton Editori

Quando suo padre muore, senza lasciare alcun testamento, il ragazzo eredita le quote della sua multinazionale. Ma è evidente che Ethan non ha il pallino per gli affari. Passa le serate tra bar e locali offrendo da bere a chiunque e pagando conti salatissimi, riarreda il suo lussuoso loft senza badare a spese e spreca il tempo in compagnia di individui inutili. Quando però, un bel giorno, fa irruzione completamente ubriaco in una riunione di azionisti, i familiari si convincono che è il momento di prendere provvedimenti, primo fra tutti, nominare un amministratore che tuteli il suo patrimonio. Dopo diversi tentativi falliti viene nominata un'affascinante avvocato specializzato in brevetti aziendali, Sara Di Giovanni. Tra loro è da subito scontro aperto: lui non vuole ridimensionare il suo stile di vita e lei non ha nessuna intenzione di farsi mettere i piedi in testa da un presuntuoso rampollo. La tensione arriva alle stelle. Anche se il loro rapporto è destinato a evolversi in qualcosa di ben più complicato ed eccitante...

I segreti del mercante di cioccolato, di Maria Nikolai, Newton Compton Editori

Stoccarda, 1926. Serafina si è da poco trasferita dal fratellastro Victor nella splendida tenuta che tutti chiamano “La villa del cioccolato”, di proprietà di un’antica e rinomata famiglia di cioccolatai. Il nome dei Rothmann, infatti, è conosciuto ben oltre i confini della città per le raffinate creazioni di pasticceria, vere e proprie opere d’arte. L’affascinante Karl Rothmann cercherà di fare dimenticare a Serafina la nostalgia per la sua città natale, Berlino, ma la passione per la musica e il pianoforte la faranno innamorare perdutamente del fratello gemello, già promesso a un’altra. Mentre l’impero del cioccolato dei Rothmann viene minacciato da insidiosi atti di sabotaggio, Serafina sarà costretta a tornare a Berlino per fare i conti con il passato. Combattuta tra la laboriosa Stoccarda e la Berlino sfrenata dei ruggenti anni Venti, riuscirà alla fine a capire di chi potrà fidarsi davvero?

Libri Amazon: Gialli / Thriller

La strana morte di Evie White, di Jenny Blackhurst, Newton Compton Editori

La notte delle sue nozze, la bellis­sima Evie White si suicida buttan­dosi da una scogliera. L’accaduto getta gli invitati al matrimonio nella confusione più completa: cosa può averla spinta a un gesto così estremo?  Nessuno sembra in grado di capi­re, men che meno Richard, lo spo­so di Evie, e Rebecca, la migliore amica della donna sin dai tempi del college. Per chiarire i motivi dell’accaduto, e per onorare i tan­ti anni di amicizia e amore che li hanno legati, Richard e Rebecca decidono di indagare. Scavando nel passato di Evie e negli eventi che hanno portato alla sua decisione di sposare Ri­chard, i due si accorgono ben pre­sto di non averla mai conosciuta veramente, e che la donna che hanno amato nascondeva segreti più inquietanti di quanto immagi­nassero.
Si sono sempre sbagliati su di lei? Forse il rapporto che li le­gava non è mai stato quello che pensavano…

Il club dei delitti del giovedì, di Richard Osman, SEM

Kent, Gran Bretagna. In una tranquilla e lussuosa casa di riposo quattro improbabili amici si incontrano una volta alla settimana per indagare sui casi di omicidi irrisolti. Elizabeth, Joyce, Ibrahim e Ron, tra calici di vino e torte alla vodka, studiano i fascicoli della polizia segretamente acquisiti dalla leader indiscussa del gruppo, Elizabeth. 
Ma quando un brutale omicidio ha luogo proprio sulla loro soglia di casa, “Il club dei delitti del giovedì” si ritrova nel bel mezzo del primo caso in diretta. I quattro protagonisti saranno pure degli ottantenni, tuttavia hanno ancora qualche asso nella manica. Sono persone vivaci, straordinariamente agili ed energiche, decise a esercitare la loro notevole elasticità mentale nella ricerca di un assassino a piede libero. Per trovarlo si immedesimeranno nel personaggio dell’anziano curioso e vagamente ingenuo, così da raccogliere informazioni e inserirsi nelle indagini ufficiali con stratagemmi sorprendenti, che superano spesso il confine della legalità. Richard Osman rompe gli schemi della narrativa poliziesca, dipanando un racconto pieno di suspence ma incredibilmente divertente, e il collegamento tra gli intrepidi investigatori e la polizia, che potrebbe sembrare ardito, funziona magnificamente.

Come una guerra, di Nicolas Mathieu, Marsilio 

Martel è un sindacalista carismatico con un passato oscuro e una madre malata di Alzheimer da mantenere. Bruce è un ex body-builder che non ha mai abbandonato il vizio degli steroidi. Quando la fabbrica dove lavorano minaccia di chiudere i battenti, in una delle regioni più industrializzate ma anche più ignorate di Francia, non viene loro in mente nulla di meglio che rapire una giovane prostituta che batte sulla strada per Strasburgo, per rivenderla alla malavita. Del resto, in quel luogo che a chi ci abita sembra senza via d'uscita, la crisi giustifica qualunque gesto, e Martel e Bruce hanno tutto quello che serve: una Colt calibro .45, un rifugio sicuro in fondo alla campagna, e la disperazione degli ultimi. Ma non è così semplice svoltare grazie al crimine se il crimine non è il tuo mestiere: basta incontrare un'ispettrice del lavoro empatica e tutta d'un pezzo per far scricchiolare il piano della vita.

Questo fu un uomo (La saga dei Clifton Vol. 7), di Jeffrey Archer, Harper Collins

In un bosco della Gran Bretagna echeggia uno sparo. Chi è morto? E chi invece è sopravvissuto? Contemporaneamente, a Whitehall, Giles Barrington apprende la verità sul conto di Karin dal segretario di gabinetto. Sua moglie è una spia, o una pedina in un gioco ancor più grande e pericoloso? 
Mentre Harry Clifton si appresta a scrivere la sua opera più importante Emma, che da dieci anni è la stimata presidentessa del Bristol Royal Infirmary, riceve una telefonata a sorpresa da Margaret Thatcher. In seguito a un’imprevista decisione di Bishara, direttore della Banca Farthings Kaufman, per Sebastian Clifton si aprono nuove, inaspettate possibilità di carriera. Sua figlia Jessica, invece, che frequenta una prestigiosa scuola d’arte, si mette nei guai. E a quel punto solo sua zia Grace potrà aiutarla. Lady Virginia sta per lasciare il paese per sfuggire ai creditori, quando la morte della Duchessa di Hertford le offre inaspettatamente l’opportunità di salvarsi dai debiti e di distruggere una volta per tutte le due famiglie che ha sempre odiato con tutta se stessa. E a quel punto, ancora una volta, i Clifton dovranno affrontare i colpi di un destino implacabile che sconvolge le loro vite.

Libri Amazon : Narrativa

La spia di Hitler, di Mandy Robotham, Newton Compton Editori

Scegliere di tradire i nazisti può essere molto pericoloso
Venezia, 1943. Il mondo è in guerra, e Stella Jilani sta conducendo una doppia vita. Di giorno lavora come dattilografa per il Reich; di notte rischia la vita come messaggera per la Resistenza italiana. Facendo il possibile per non essere scoperta, Stella deve passare ai partigiani i messaggi nazisti, contrabbandare rifornimenti di prima necessità e usare la sua amata macchina da scrivere per produrre un giornale clandestino. Ma quando il comandante nazista, il generale Breugal, comincia a sospettare la presenza di una talpa e a indagare con la massima attenzione, Stella capisce che la sua vita è in grave pericolo.
Londra, 2017. Luisa Belmont trova una misteriosa macchina da scrivere nella sua soffitta. Determinata a scoprire come ci sia finita e a chi appartenesse, Luisa si mette a scavare nel passato e porta alla luce la storia di un appassionato amore, di inimmaginabili sacrifici e di un terribile tradimento…

La figlia dello straniero, di Joyce Carol Oates, La nave di Teseo

In fuga dalla Germania nazista alla vigilia della guerra, la famiglia Schwarts si trasferisce in un piccolo paese dello stato di New York. Il padre, che in patria si era laureato ed era stato un professore di matematica e tipografo, è costretto ad accettare l’unico lavoro disponibile, il becchino. Ma i pregiudizi dei concittadini nei confronti dei nuovi arrivati e la fragilità degli Schwarts, ancora provati dalle esperienze vissute in Europa, portano a una tragedia imprevedibile. Rebecca, la figlia dello straniero, è costretta a crescere in fretta e a imparare presto, insieme al piccolo Niley, che in fondo l’America è anche questo: partire e reinventarsi. Riuscirà quel giovane, immenso e violento paese a proteggere una madre e suo figlio? Dal genio letterario di Joyce Carol Oates, un romanzo sulle radici che tengono unita una famiglia, nonostante tutto. Una storia che scopre le contraddizioni del mondo in cui viviamo, che parla dei muri che ci dividono e dei gesti d’amore che li possono abbattere.

La settima promessa, di Michela Tilli, Garzanti

Alle porte di Milano c’è un quartiere lontano anni luce dallo sfarzo della città. Un’appendice periferica dove è impossibile distinguere un palazzo dall’altro, una strada dall’altra. È qui che crescono due ragazze che non hanno niente in comune fuorché i loro dodici anni: Imma, taciturna e solitaria, è felice solo con il naso in un libro, isolata da tutto e da tutti. Al contrario, Agata odia l’invisibilità e aspetta con ansia il giorno in cui smetterà di essere la figlia del meccanico. Due mondi che sembrerebbero fatti per non incontrarsi mai. E invece, tra i banchi di scuola, bastano poche parole scambiate sottovoce, un consiglio di lettura e una gentilezza inattesa perché Imma e Agata si scoprano più simili di quanto non credano e comincino a fare affidamento l’una sull’altra. Giorno dopo giorno, la loro amicizia si approfondisce ed entrambe decidono di suggellarla con sette promesse, sette cose belle che piacciono a entrambe e che non smetteranno mai di condividere qualunque cosa accada. Ma spesso le promesse sono destinate a essere infrante. Soprattutto se la realtà entra prepotente a sconvolgere un universo che si credeva invulnerabile. Quando, per un’insignificante coincidenza, Agata e Imma vengono a conoscenza di un oscuro segreto, capiscono che niente sarà più come prima. Perché quel segreto, che lega indissolubilmente le loro famiglie, è un’arma a doppio taglio: potrebbe unirle ancora di più, ma anche costringerle a mettere fine alla loro amicizia.



Recensione libro Al di là dei tuoi occhi: Una nuova vita di Paola Serra

 Recensione libro  Al di là dei tuoi occhi: Una nuova vita di   Paola Serra Scheda tecnica Titolo :  Al di là dei tuoi occhi: Una nuova vita...