Lettori fissi

sabato 29 luglio 2017

Recensione: Il ragazzo in soffitta di Pupi Avati






Titolo: Il ragazzo in soffitta

Autore: Pupi Avati

Editore: Guanda

Data Pubblicazione : 19 Marzo 2015

Pagine: 248

Prezzo: Kindle 8.99; cartaceo 13.60

Gli opposti si attraggono sempre anche in questa storia. Due

adolescenti, due caratteri differenti e due situazioni familiari

differenti ma un triste segreto li unirà per sempre.
 
 

Berardo Rossi, detto Dedo, è un ragazzo molto conosciuto e pieno

di amicizie. Come tutti i ragazzi della sua età, odia la scuola in

particolare  il latino. Ama invece il calcio e la sua squadra del

 cuore:  il Milan.
E' un adolescente inquieto a causa della sua situazione familiare

 precaria, legata a problemi di vario genero . E' un ragazzo solo che

 soffre la sua solitudine , finchè nel suo palazzo vanno ad abitare

 una nuova famiglia formata dalla madre e da un ragazzo della sua

 stessa età: Giulio.

I genitori di Dedo hanno deciso di  dare in affitto una casa al sesto

piano. Non è una vera e propria casa, pema una soffitta.

Giulio è l'opposto di Dedo in tutti i campi: sull'abbigliamento, la

 scuola, gli hobby .  

"Dedo si rende conto che il «ciccione del piano di sopra» è diventato un amico, che quell’amico è in pericolo, e che è il momento di fare delle scelte: ora sono loro due contro tutti".


L’amicizia tra i due ragazzi nasce sui banchi di scuola, ma viene

rafforzata da un segreto che riesce a renderli inseparabili; un

segreto che custodisce gelosamente Giulio; un segreto che sta per

 rivelarsi al mondo .  Cosa nasconde Giulio? In  che modo riuscirà a

 coinvolgere anche la vita di Dedo?

 

Questa è la storia struggente di una passione musicale non

corrisposta e una vendetta nascosta, che renderà la vita di Giulio e

 Dedo un pericoloso presente.

 Risultati immagini per immagini amicizia tra adolescenti

Il romanzo " Il ragazzo in soffitta" è scritto da Pupi Avati, il  regista

tra i più amati in Italia, ed è tra l'altro il suo primo romanzo.

In questo romanzo, Pupi Avati ha voluto raccontare il disagio
giovanile, le crisi familiari e le vendette. Libro scritto con tanta enfasi e dettato dalla sua grande esperienza da regista e da costruttore di storie. Ma molto spesso ho riscontrato capitoli noiosi e petulanti. Seppur la storia racconta la realtà giovanile e le colpe dei genitori che causano difficoltà ai loro figli è stata male gestita. Pagine pesanti da leggere fino all'ultimo capitolo.

La storia ruota intorno a  Giulio e alla sua famiglia ed è ricca di

suspense, in quanto il lettore cerca di capire quale sia il segreto di

Giulio e perchè lui ne abbia  tanta paura. Ma oltre a questa

suspance, non ho trovato nulla di interessante. Una volta legato

l'arcano, la storia cade nella noia. Mi sono divertita nelle pagine in

 cui si parlava di musica solo perchè mi ci sono rispecchiata in

 quanto la mia vita ruota intorno alla musica.

Questo libro non mi ha appassionata ( non so se si fosse  già capito

ahahah).

 Finale scontato già da metà romanzo; mi aspettavo di più da un

 grande regista quale sia Pupi Avati.

Risultati immagini per immagini pupi avati

Recensione scritta da Margherita

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...