Lettori fissi

martedì 4 luglio 2017

Recensione: Persuasione


RECENSIONE
 


Titolo: Persuasione
Autore: Jane Austen
Editore : Mondadori
Collana : Oscar Classici
Anno edizione : 2002
Prima pubblicazione: Dicembre 1817
Voto : 3.5      ( da 1 a 5)


                                         Recensione

I protagonisti del romanzo sono la famiglia  di Sir Walter Elliott formata da Elisabeth , la sorella maggiore che ha preso il posto della madre dopo la sua morte nella gestione della casa e dei buoni rapporti con il vicinato; Anne, la secondogenita ; Mary la sorella minore che ha sposato Charles Musgrove , figlio di un ricco proprietario terriero che anni prima aveva corteggiato la sorella Anne da cui fu rifiutato. La famiglia Elliott, appartiene alla nobiltà inglese essendo Sir Walter baronetto. Ed è proprio questa condizione sociale che costringe Anne a rinunciare, appena diciannovenneal suo amore per il giovanissimo ufficiale di marina, Frederick Wentworth perchè purtroppo non ricco e non avendo una posizione sociale di nobiltà.
Son passati tanti anni d'allora; Anne ha raggiunto l'età di ventisette anni ed è rimasta sola, sfruttata dalle sorelle a cui fa da babysitter, dal padre che la costringe a fare gli onori di casa con il vicinato; inoltre la posizione del padre vacilla a causa di spese extra e consumi eccessivi ed è costretto ad affittare la propria tenuta tanto cara ad Anne e alla sua defunta moglie all'ammiraglio Croft, cognato di un affermato e facolotoso capitano di Marina: Frederick Wentworth.
A volte il destino è crudele con alcune persone ma è magnanimo con altre, concedendo una seconda possibilità, seppur con otto anni di ritardo.
E ora Anne darà ancora ascolto al padre o seguirà il suo cuore? La situazione si ribalterà in positivo o in negativo?

                                      Approfondimento



La scrittrice Jane Austen inizierà a lavorare a questo romanzo immediatamente dopo aver finito Emma.  È l'ultima opera completa scritta poco prima dell'aggravarsi della malattia di Addison che la porterà alla morte  nel luglio del 1817. Quindi il romanzo "Persuasione" è stato pubblicato postumo da suo fratello.
Questo romanzo contiene un impareggiabile ritratto della provincia inglese d'inizio ottocento e attraverso la contrastata vicenda della protagonista, un'intensa polemica anti aristocratica.
I personaggi rappresentano l'immagine dei piccoli borghesi di provincia gretti e presuntuosi. Mary, la sorella minore, si distingue dagli altri per la sua stupidità ed il suo essere infantile; Anne è una piccola Cenerentola soggiogata da tutti , in primis dal padre.

Nonostante questo, voglio sottolineare l'abilità eccellente dell'autrice  anche se le ha limitate a raccontare romanzi monotematici fatti di borghesia, matrimoni combinati e zitelle di buona famiglia in cerca di un buon partito..
Se vi piace un romanzo classico scritto bene, con una buona fase oratoria ve lo consiglio. Se vi piacciono storie di matrimoni ed eventi più o meno mondani della borghesia dell' 800, leggetelo.
Ma se queste storie di matrimoni e convenzioni sociali vi annoiano e vorreste di più affinchè la vostra attenzione sia al massimo, allora ve lo sconsiglio.

Buona lettura da Emanuela.

Questa recensione è nata in collaborazione con un gruppo di lettura formato da me e tante altre amiche, perciò esprime vari punti di vista di persone differenti; il voto è la media della votazione del gruppo. Ringrazio tutte le mie amiche e tutto il gruppo che è ancora più affiatato col passar del tempo.
Grazie a tutte Ragazze, Amiche di lettura.





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...