Lettori fissi

giovedì 6 luglio 2017

Recensione - Tentare di non amarti

Tentare di non amarti

Per voi, vista la giornata odierna dell'International kissing day, la recensione di un romance tutto made in Italy, che ho amato e so che anche voi mi seguirete in questa spirale galeotta. E galeotto fu davvero il bacio dovuto, complice una rimpatriata scolastica, tra questi due protagonisti di cui vi sto per parlare...





Titolo: Tentare di non amarti
Autrice: Amabile Giusti
Editore: Thomas e Mercer
Uscita: 1 dicembre 2015
Genere: New adult, Romance
Pagine: 342
Prezzo: Gratis con KindleUnlimited
             € 3,99 Kindle
             € 9,99 Copertina flessibile









Bellezza: 


Sinossi: Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.
Una storia d’amore e rinascita, dolce e sensuale, tragica e catartica. L’incontro di due anime profondamente diverse darà vita a un amore che guarirà il dolore e l’odio del passato.


Recensione
Penny ha 22 anni, ha rinunciato al college per prendersi cura della nonna che l'ha cresciuta ed è tutto ciò che le resta della sua famiglia, lavora di giorno in una biblioteca e di sera in un bar. È una ragazza normale, dolce ed ingenua, ha solidi valori ed un suo concetto di vita, proprio questo la rende forte e determinata con quella punta di ironia che non guasta specialmente quando ha la sfortuna di essere perseguitata da un ex dall'aspetto angelico, ricco e accattivante, ma alla stregua di uno stalker violento e crudele.
“Era sempre stata convinta che l'amore fosse vivere con qualcuno, e non morire, ma non lo contraddisse. Per lui la vita era una lotta e l'amore un'arma.”

Marcus è un vero duro con un fisico muscoloso che non passa di certo inosservato, è bello e dannato, sfacciato, rozzo, incline alle risse e a mettersi nei guai. Un'infanzia e un'adolescenza difficili l'hanno reso un soggetto problematico, che non sa relazionarsi in modo normale alle persone, deluso e ferito dal mondo, ma pur con il suo codice d'onore. Per questo sarà un perfetto stronzo, anche con Penny per tutta la prima parte del libro.
“Aveva l'aria di uno che aveva visto e fatto cose che gli hanno rubato l'anima. E lo voleva, ok lo voleva.”

Appena uscito di prigione, in libertà vigilata Marcus si trasferisce nella palazzina di Penny ed un incontro casuale in piena notte da film dell'orrore fa nascere il loro rapporto, ma solo a livello collaborativo: infatti Penny lo assume come sua personale guardia del corpo, in fondo entrambi rientrano tardi dai locali dove lavorano e poi Marcus ci guadagnerebbe un po' di soldi extra.
Così se per lei l'attrazione scatta sin da subito come una scintilla, lui non appare minimamente interessato alla ragazza carina di turno che cade ai suoi piedi.
“Non volevo sapessi che mi avevi fottuto la testa semplicemente respirando.”

Ciò rende tutto in un certo qual modo più realistico ed interessante perché i sentimenti di lui nascono con il passare del tempo che trascorrono insieme e perché lei riesce a tenergli testa penetrando i muri intorno alla sua anima e facendogli provare dei sentimenti a lui sconosciuti. Ma che duro lavoro per la povera Penny che dovrà fare i conti con un passato che presto busserà alla porta di Marcus.
«Penny, non farmi incazzare più di quanto sono già incazzato. Dovevamo partire in sordina e c’è tutto il palazzo che ci saluta dalle finestre. Dovevamo prendere il treno, e mi ritrovo ‘sto transatlantico che secondo me si disintegrerà tra due miglia. Dovevi passare inosservata, e sei vestita come una cazzo di cubista.»
«Fatti piacere il nuovo programma.»

Lui ha ucciso quasi due persone. È il cattivo, quello di cui si deve aver paura, ma nonostante faccia di tutto farsi odiare la sua complessità ed il suo carisma fanno andare Penny. Ma lei sa che non può innamorarsi di lui perché appena potrà fuggirà con la sua fidanzata Francisca, con cui condivide un'infanzia tragica, e ciò che le lascerebbe sarebbe un cuore spezzato, ricco di ricordi da custodire per la vecchiaia.
“Lo strinse più forte e pensò che la felicità aveva odore di zucchero filato e notte fredda e di Marcus che fumava e brontolava ma le restava accanto.”

Francisca invece la troviamo in carcere per concorso in omicidio con Marcus e lui sta aspettando che esca, per scappare. Francisca è la donna che ritiene adatta a lui e viceversa, perché loro sono simili, "incazzati" con il mondo, bellissimi da far paura, si capiscono alla perfezione, hanno gli stessi interessi per così dire e si distruggono a vicenda. Lei è la ragazza che lo porta sulla cattiva strada.
Sia Marcus che Penny sanno che con questo non si può competere e che la loro storia di neanche due mesi non potrà mai esistere; però Francisca nota come il suo uomo sia cambiato a causa di una ragazzina banale, allora fa uscir fuori il suo aspetto diabolico e separa ciò che non si è ancora creato prima che sia troppo tardi... o forse lo è già.
«Non c’è niente di meglio della libertà, amore mio.»
«Così credevo. Ma la libertà è sopravvalutata, se non si ha un posto dove andare e qualcuno con cui andarci.»

Così al lettore aspetta un finale veloce ricco di vicissitudini ed emozioni accumulate che stanno per esplodere, tenendolo sul filo del rasoio fino all'ultima pagina.
“Ho un tale casino dentro da quando sei arrivata. Le cose logiche si sono capovolte, creando un puzzle pieno di follia. Vivo come se camminassi su un filo teso fra due palazzi, su cento metri di vuoto. Non mi riconosco e mi spavento a leggermi dentro. Per questo cerco di non farlo, nascondo la testa sotto strati di sabbia e ignoro le parole che mi gridano in mente.”

Se Marcus e Penny si compensano a vicenda, lui la spinge a osare, lei mette un freno alla sua rabbia e gli fa riscoprire il suo cuore, troveremo alla fine anche una Francisca si ferita e arrabbiata, ma con la paura di rimanere sola, senza nessuno che la ami, la stessa che prova Penny al pensiero di perdere la nonna malata.
Tra gli altri personaggi abbiamo: Grant lo stalker, il cattivo della situazione, l'esemplare perfetto di uomo peggiore; Igor, ex compagno di scuola, che si rivela un principe azzurro atteso ma di carta; la nonna di Penny con la sua spensieratezza e la sua saggezza; Sharrie, ex prostituta, figura saggia e materna per Marcus; ed infine Malkovich e sua moglie, che nonostante la perdita del loro giovane figlio hanno deciso di continuare a vedere il buono nelle persone, specialmente quelle più problematiche.

I dialoghi forti, le azioni travolgenti sono il punto forte di questa storia, semplice, ma ai limiti della quotidiana normalità. Lo stile e la scrittura impeccabile e made in Italy di Amabile Giusti rende tutto scorrevole, ti fa esultare ed arrabbiare, sorridere e piangere, odiare ed amare anche grazie all'utilizzo di pov alternati: per Penny la terza persona e Marcus in prima persona.

La schiettezza della Giusti è stato il collante di questo libro tutto reale: dai personaggi con le loro complicate situazioni familiari ed ancor di più il loro carattere, alla tensione sessuale con scene piccanti mai esagerate, dal mondo fatto di ingiustizia, all'amore che arriva quando meno te lo aspetti per chi meno te lo aspetti... perché in fondo chi dice che chi si assomiglia si piglia, anche gli opposti si trovano.


Un piccolo grande capolavoro con un seguito che troverà qualcosa di nascosto negli occhi di qualcuno e che ci farà ricredere e rincontrare qualcuno di questi incredibili personaggi.

Titolo: C'è qualcosa nei tuoi occhi
Autrice: Amabile Giusti
Editore: Amazon Publishing
Uscita: 20 settembre 2016
Genere: New adult, Romance
Pagine: 336
Prezzo: Gratis con KindleUnlimited
             € 3,99 Kindle
             € 9,99 Copertina flessibile




Sinossi: Francisca Lopez è un angelo nero impossibile da conquistare: nel suo passato c’è dolore, violenza subìta e inflitta, c’è la delinquenza e c’è il carcere. E c’è un solo uomo, Marcus. Con lui ha condiviso la parte più oscura di sé.
Ma ora Marcus se n’è andato, ha scelto di seguire Penny, la dolce ragazza dalle ciocche pastello per la quale ha deciso di cambiare vita, e Francisca deve costruirsi una nuova identità.
Per farlo, sceglie Amherst, la città di Emily Dickinson, perché la poesia è stata la sua segreta ancora di salvezza. Se poi all’università il corso di poesia contemporanea è tenuto da Byron Lord, un professore giovane, seducente e con un nome decisamente profetico, affascinato dai suoi “occhi di petrolio”, la vita di Francisca può davvero sperare in una svolta.
Tra i due nasce uno strano e delicato rapporto: una tenera alchimia d’amore che rischia a ogni momento di essere spazzata via dai segreti di entrambi e dalle tante fragilità di Francisca. Una storia destinata a incrociarsi con la nuova vita dell’indimenticato Marcus e della rivale Penny, in un finale dolcemente inaspettato.
Il sequel di Tentare di non amarti ci racconta una nuova vicenda di amore e riscatto: un viaggio profondo e toccante nell’animo inquieto dei suoi protagonisti così diversi... così uguali.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro "La scomparsa di Stephanie Mailer" di Joël Dicker , La nave di Teseo

Recensione libro La scomparsa di Stephanie Mailer   di   Joël Dicker La nave di Teseo Scheda tecnica Titolo :  La ...