Lettori fissi

giovedì 3 ottobre 2019

Recensione libro: La pupilla iriverente di Rita Mariconda, Queen Edizioni


Recensione libro

La pupilla iriverente di Rita Mariconda
Queen Edizioni
La pupilla irriverente di [Mariconda, Rita]


Scheda tecnica

Titolo: La pupilla irriverente
Autore: Rita Mariconda
Editore: Queen Edizioni
Genere: Rosa / Storico
Pagine: 306
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pubblicazione: 26 Settembre 2019
Rebecca, figlia illegittima della duchessa St. John, è l’unica erede dell’antico ducato. Costretta contro la sua volontà ad abbandonare l’amata Scozia, si reca a Londra, dove incontra il suo tutore Alexander, il settimo duca di Lennox, un uomo freddo e oscuro. La fiera e solare insolenza di lei si scontrerà con la rigida autorità del bell’aristocratico.Tra i due si accenderà un fuoco inatteso che gli eventi e le situazioni tenteranno di spegnere in ogni modo. Sullo sfondo della tranquilla Londra vittoriana hanno vita gli intrighi che condurranno la ribelle Rebecca e il rude Alexander verso un inevitabile destino.
"Io sono maleddetto danny. Maledetto. Tutto ciò a cui mi affeziono scompare o muore..."
Penso che questa frase racchiuda il significato del romanzo e ci spieghi la psicologia del protagonista principale del romanzo. 
La pupilla irriverente è un regency rosa storico, un genere che apprezzo e che mi piace leggere, come se fosse una macchina del tempo che mi riporta indietro, in quel mondo fatato di Duca e Marchesi, Principesse e Duchesse dagli ampi abiti sontuosi; un periodo in cui mi sarebbe piaciuto vivere, anche se trattasi di un periodo in cui il ceto sociale governava ed influenzava l’esistenza degli uomini. L’autrice mi ha traghettato nel periodo tra il 1843 e il 1863 tra Londra e Scozia, in piena età Vittoriana. I protagonisti Alexander James Volkodin Spencer, settimo duca di Lennox, emissario di fiducia della regina Vittoria, detto Lonewolf e Rebecca Harrietta Philippa St. John, figlia illegittima di Harrietta sono un connubio perfetto, se da un lato vi è la serietà e freddezza del duca, dall’altro troviamo un carattere forte ma allegro, scandito da ribellione ed emancipazione femminile. Rebecca, dapprima “diseredata” ed allontanata perché illegittima e lasciata crescere da una vecchia zia in Scozia, poi riconosciuta come l’unica erede ed affidata ad Alexander come “pupilla” da educare ed inserire nella società inglese.
Attraverso Rebecca, l’autrice ci evidenzia alcuni cambiamenti che caratterizzarono l’inizio dell'emancipazione femminile nel periodo vittoriano: Rebecca non è la classica dama che impara a cucire o a suonare il pianoforte, ma una donna che ama studiare medicina, che va a cavallo e sa maneggiare le armi, ma soprattutto decide chi sposare e chi non e tiene testa ad un duca “vecchio stampo”.
“Dopo aver dato una veloce occhiata ai libri sugli scaffali, scelse Nuovi metodi risolutivi per fratture e lussazioni, di Percival Pott. Rebecca si interessava molto di medicina e chirurgia…le regole londinesi imposte alle signorine di buona famiglia proibivano di leggere trattati di medicina sperimentale”
I battibecchi tra il Duca e Rebecca, sono un vero spasso da leggere e rendono la lettura fruibile e scorrevole. Ma ciò che caratterizza il libro è la psicologia del conte, i cui occhi sono freddi come il ghiaccio, ma nascondono un cuore segnato e cicatrizzato da ampie ferite.
“Lei era proprio quello che ci voleva per penetrare quel muro fatto di dolore e insofferenza che Alexander aveva eretto per sopravvivere. Solo il tempo li avrebbe dato ragione
Sarà una bella sfida per tutte voi leggere il romanzo e vi lascerà addosso una bella sensazione alla fine della lettura, tanto vi ci affezionerete a questi due protagonisti testardi che vivono l’amore in maniera inconsapevole.
Molto belle le descrizioni degli ambienti vittoriani e delle traversate nell’Oceano Atlantico.
Linguaggio ricco di aggettivi e dialoghi umoristici con vena ironica, curato nei dettagli e ambientazione storica. Lettura fruibile tra complotti, rapimenti e riflessioni attraverso le vicissitudini affrontate dai nostri protagonisti.
Leggete, sognate, ma soprattutto prendete esempio da Rebecca, l’indomita pupilla irriverente. Io l'ho letto in tre giorni, pensate 306 pagine in tre giorni, e voi in quanto tempo lo leggerete? 



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Love and Revenge di Silvia Mero dal 3 Giugno

Love and Revenge di Silvia Mero dal 3 Giugno  Informazioni libro Titolo : Love and Revenge Autore : Silvia Mero Editore :...