Lettori fissi

mercoledì 19 luglio 2017

Recensione: Il marchio dell'inquisitore di Marcello Simoni





Titolo: Il marchio dell'inquisitore
Autore: Marcello Simoni
Editore: Einaudi
Data pubblicazione: 15 Novembre 2016
Pagine : 330
Prezzo: 7.99 kindle; 14.03 cartaceo

Genere: Giallo / Thriller



E’ la viglia del Tredicesimo Giubileo, quando tutto il mondo cattolico è in fermento ed ormai pronto all’apertura della Ponta Santa, incombe una sciagura sull’urbe, che da lì a poco macchierà di sangue le tipografie della citta’.
 
 
La morta ruba l’anima a due religiosi, membri della Congregazione dell’Indice: due consultori e studiosi, bramosi di conoscenza, in continua lotta contro l’eretico, la magia e l’ignoto.
Perche’ due servi di Cristo trovano la morte, l’uno dentro un torchio tipografico, l’altro in ginocchio in un’antica tipografia? E’, dunque, il loro operato a condurli nel braccio della morte?
A questi due omicidi, orchestrati in modo teatrale dal loro aguzzino, è chiamato ad investigare Girolamo Svampa, inquisitore nominato dai seggi della Curia Capitolina.
Ma lo stesso Inquisitore nel corso delle indagini, si trova a far i conti con i fantasmi del proprio passato, che non lo hanno mai abbandonato, così come il marchio di un roveto ardente sul suo collo.
Le indagini convertono su un libello libertino, che sembra aver ispirato i due omicidi: la danza macabra della Morte con tre individui.
 
" La Morte, madre della peste ,della putrefazione compariva tre volte nelle sembianze di un cadavere scheletrico e con quel triplice sogghigno quasi a irridere le umane virtù, irrompeva in una bottega di stampatori per insidiare librai e tipografi".
 
C’e’, dunque, un terzo omicidio in procinto di compiersi?
L’Inquisitore centrerà le sue indagini in questa direzione, non cosciente che tale aguzzino è un protetto della stessa Chiesa, quella che Svampa rappresenta, ma protagonista dell’opposta faccia della medaglia.
Riuscira’ a smascherare la faccia maligna di questa Chiesa che ardua ed impotente si innalza come l’Istituto che accoglie nel suo grembo la Verita’ e la Parola divina?
Riuscira’ a chiudere con il suo passato, ed a ridare la dignita’ al sé bambino, che pulsa dentro di lui, e al padre vittima dell’eresia che accieca i Religiosi?

Risultati immagini per immagini inquisitore

Il romanzo " Il marchio dell'inquisitore" di Marcello Simoni è ambientato nella Roma del secolo di Ferro ed è un giallo che crea suspance nel lettore anche se a mio modesto parere con una trama molto simile al "Nome della Rosa " di Umberto Eco. Molte affinità legano i due romanzi: l'ambientazione, l'omicidio dei monaci e l'arrivo di un inquisitore esterno ai fatti.
Ma a differenza del bestseller di Eco, Simoni utilizza un linguaggio mediocre  che non crea nel lettore la voglia di terminare la lettura. Libro noioso e monotono nella parte iniziale e centrale in quanto l'autore perde un pò di vista la trama del romanzo per centrare l'attenzione sul passato dell'inquisitore. Verso la fine però riprende il filo del discorso cercando di unire i vari punti persi lungo tutto il romanzo.
Ve ne consiglio comunque la lettura perchè è importante confrontare le opinioni che possono rivelarsi omogenee o totalmente discordanti.
Adatto a chi ha voglia di leggere un libro non tanto impegnativo; un libro con un linguaggio e una scrittura semplice; un libro che nonostante il titolo e la copertina un pò macabra, potrebbe essere letto da tutti.
Dubitatio Licita”: quella che Marcello Simoni lascia nel cuore dei suoi lettori, al termine di questo romanzo ..
 
Risultati immagini per immagini inquisitore
 
 
Buona lettura dalla vostra Valentina e se dopo aver letto il romanzo avreste voglia di confrontare insieme le opinioni, commentate pure.
 




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Segnalazione Serie Daniela Tess - Dal 30 Settembre in uscita la serie "Un amore proibito" di Daniela Tess

Segnalazione Serie Daniela Tess Dal 30 Settembre in uscita la serie "Un amore proibito" di Daniela Tess I nformazioni...