Lettori fissi

sabato 19 agosto 2017

Recensione: L'allenatore di John Grisham





Titolo: L'allenatore
Autore: John Grisham
Editore: Mondadori
Pagine: 149
Pubblicato : 7 Ottobre 2010
Prezzo: 6.99 Kindle; 13 cartaceo


Dopo 15 anni, Nelly Crenshaw, giocatore e allenatore degli Spartans, ritorna a Messina, cittadina nella profonda America, dove ha vissuto la sua adolescenza fatta di amici, amore e football dopo aver appreso la notizia della morte del suo coack Rake , uomo dal temperamento brusco ma sincero, che aveva fatto tanto soffrire i ragazzi con il suo carattere. Ma durante il funerale, scopre una verità fino ad allora sconosciuta.

" Perchè vi stesse tornando non era del tutto chiaro , ma nel profondo del suo cuore aveva sempre saputo che quel giorno sarebbe arrivato , un giorno un futuro imprecisato quando sarebbe stato richiamato lì.
Tutti a piangere la scomparsa di una leggenda che avevano amato e odiato.
Ma a se stesso aveva ripetuto molte volte che non sarebbe mai ritornato al Campo finchè Rake fosse stato vivo".



Risultati immagini per immagini campo di football





Nel romanzo, risaltano due protagonisti: Rake e Nelly. Due personaggi differenti da ogni punto di vista. 
Rake, il coach, uomo duro e severo che ha allenato la squadra di football della sua città per trentacinque anni. Un uomo con una spiccata volontà di "ferire" e screditare i suoi ragazzi durante gli allenamenti e far sentire addosso il peso della loro "ignoranza". Un uomo privo di sentimenti, un uomo privo di amore verso il prossimo. Un uomo forte che ha dovuto re-inventarsi una nuova vita dopo una triste storia.
 Leggendo le pagine del romanzo ho avuto la sensazione che lui volesse farsi odiare dai ragazzi e dall'umanità in generale; come se volesse ferire se stesso per espiare una qualche colpa.

Neely,un ragazzo debole che  non sopporta i soprusi del suo allenatore e decide di scappare. Un ragazzo che decide di scappare piuttosto che affrontare la realtà e gli ostacoli che essa presentava sotto il nome di Rake. Una realtà con cui prima o poi dovremmo fare tutti i conti anche a distanza di  quindici anni . Ma poi ci accorgiamo che quella realtà era diversa da come si presentasse .

"Erano trascorsi quindici anni da quando il numero 19 aveva entusiasmato un pubblico così numeroso. Quindici anni da quando Nelly aveva giocato su quel terreno consacrato. Quante volte si era ripromesso di non fare quello che stava facendo in quel momento? Quante volte aveva giurato che non sarebbe ritornato?"



Risultati immagini per immagini ricordi


John Grisham in questo romanzo "L'allenatore" si racconta in una nuova veste. Siamo abituati a leggere un Grisham impegnato in atti legali e giudiziari, invece qua ritroviamo un Grisham attento a raccontare una storia di amicizia, ricordi, di illusioni, di paura.
Ed è proprio perchè non siamo abituati a questa sua nuova versione, che inizialmente il romanzo potrebbe risultare un po' noioso: lui che rientra in citta' e inizia a vivere di ricordi, di voci, di vicissitudini del passato.


"Neely sentiva il fischietto del coach , i tonfi e i grugniti dei corpi che si urtavano nell'allenamento ..."

"Mi manca, seduto li' a parlare di libri e scrittori per non dover parlare di football"

Ma pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo, ti accorgi che quei capitoli "spenti" ( che pensavi fossero spenti), siano serviti al libro a presentare la storia e ad immergere il lettore in una storia di amore e di amicizia.
Una storia che dovrebbe aiutare il lettore a capire che nella vita, perdonare, aiuta se stessi a vivere meglio e ad amarla sensa se e senza ma. Una storia scritta con un linguaggio semplice e pulito, senza sbavatura e senza volgarità. Lettura fruibile e adatta a tutte l'età per la mancanza di volgarità e scene di sesso.
Se il lettore riesce a prendere la giusta direzione, l'ultima pagina rappresenterà la fine di una grande storia e si sentirà solo e orfano di sentimenti.




        
























































































Non pensavo che leggere e scrivere mi facesse emozionare. Non sono brava , ma quello che scrivo e' dettato da una forte volonta' e amore per quello che leggo e interpreto. Spero che il mio amore sia giunto anche a voi tramite la mia recensione. La vostra " La Chicca"












Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...