Lettori fissi

martedì 3 dicembre 2019

Recensione libro Believe it di Christy C


Recensione libro

Believe it di Christy C
L'immagine può contenere: cielo, testo, spazio all'aperto e natura

Scheda tecnica

Titolo: Believe it 
Autore: Christy C
Genere: Romanzo rosa
Formato: Kindle e copertina flessibile
Editore: Independently published
Pubblicazione: 27 novembre 2019
Pagine: 234
L'immagine può contenere: una o più persone e testo
Doveva essere solo una semplice vacanza rilassante in compagnia dell'amica del cuore .Greta non avrebbe mai immaginato che si sarebbe innamorata non solo del luogo , la belle e affascinante Africa , ma anche di Karim , un fantastico ragazzo , grande come un baobab e dolce come il miele .Riuscirà la nostra Greta ad abbandonare le mille paranoie , dimenticare i pregiudizi e viversi appieno le emozioni che diventano sempre più intense nell'anima e profonde nel cuore?
L'immagine può contenere: testo
Il romanzo Believe It di  Christy C. ha suscitato in me delle sensazioni strane e contrastanti e non so se classificarlo un buon libro o meno: a volte cade nella banalità, a volte è tanto intenso da lasciar il lettore senza fiato. E’ una storia che si sussegue in modo veloce, passaggi e passi rapidi tra Africa e Italia lasciando il lettore confuso su dove si trovi realmente, ma le descrizioni dell’Africa, del suo paesaggio e di quel tetto stellato sono idilliache e fanno venir voglia al lettore di partire per un lungo viaggio destinazione Africa; luogo magico dove tutto è rallentato, in cui la vita è più semplice, più spontanea.
“Alzo gli occhi al cielo e mi sembra di esser dentro a una grossa campana di vetro blu e piena di stelle…come sono grandi e lucenti le stelle in Africa. La mancanza di lampioni rende tutto più fiabesco…”
Ma devo complimentarmi con l’autrice per la tematica trattata e spero serva a rompere quelle barriere e pregiudizi razzisti nei confronti di coloro che hanno un colore di pelle diverso dal nostro. Greta è vittima della fobia sociale di essere giudicata e criticata per le sue scelte come quella di innamorarsi di Karim, uno stupendo ragazzo “grande come un baobab e dolce come il miele” che ha purtroppo la pelle nera, un amore da vivere lontano dall’Italia, per non essere costretta a dare spiegazioni e ad urlare questo amore al mondo intero. Greta decide di restare intrappolata nella rete sociale della paura e dei pregiudizi e di prendere decisioni sbagliate.
“…lo devo ammettere e me ne vergogno, la paura più grande è quella legata al colore della sua pelle. Anzi, paura è la parola sbagliata. Non è un problema per me, assolutamente…non noto nessuna differenza tra noi due, solo che ci sarà sempre qualcuno  che ci giudicherà, o meglio, giudicheranno me…”
 Ma in tutto questo Karim soffre e tale sofferenza è talmente palpabile da giungere al lettore tramite empatia. In lettura in corso, mi veniva spontaneo domandarmi quanto la soglia del dolore di Karim fosse alta e quanto sarebbe riuscito a sopportare quella  forma di razzismo proprio dalla persona di cui era stra – innamorato. Due forme di amore si contrappongono in questo romanzo: l’amore puro e spontaneo di Karim e l’amore egoistico di Greta, un amore che fa sognare tramite gli occhi di Karim e un amore che fa paura tramite gli occhi di Greta.
La scrittura è semplice, pulita, fluida e rende la lettura accessibile a qualsiasi fascia d’età; bellissime le descrizioni dei paesaggi africani, dei suoi tramonti e delle meraviglie della natura, ma  diventa scontato e a volte noioso. L’autrice mi ha messo in seria difficoltà nello scrivere questa recensione, in quanto chi riesce a far sognare il lettore leggendo la descrizione di un tramonto o di un tetto stellato, potrebbe mai essere recensito in maniera negativa? Eppure c’è un qualcosa che impedisce un gradimento totale a 360 gradi. Leggetelo cari lettori e passate dal mio blog affinché le vostre opinioni, sciolgano i miei dubbi.
“Non vi dovete soffermare sul colore della pelle, andate oltre, scavate nell’anima di una persona, iniziate a guardare negli occhi di qualsiasi essere umano, osservate con il cuore, ragionate con esso e cercate di carpirne il buono, i loro sentimenti. Solo con l’amore si colgono le somiglianze che ci sono tra tutti gli esseri umani che popolano questo mondo. .. se ci fermassimo a pensare, a dedicare tempo alle persone, alla conoscenza di queste, allora tutto sarebbe più facile”.

L'immagine può contenere: cielo, testo, spazio all'aperto e natura


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Love and Revenge di Silvia Mero dal 3 Giugno

Love and Revenge di Silvia Mero dal 3 Giugno  Informazioni libro Titolo : Love and Revenge Autore : Silvia Mero Editore :...