Lettori fissi

venerdì 25 ottobre 2019

Recensione libro "I viandanti di Eirahn" di vari autori


Recensione libro

I viandanti di Eirahn 








 Scheda tecnica
Titolo: I viandanti di Eirahn

Autori: Lorenzo Basilico, Andreina Grieco, Davide Lambiase, Nicole Lewin, Elide Molinai, Giovanni Nikiforos, Carlo Porrini, Jordan River, Vincenzo Romano


Editore: Kindle Direct Publishing

Genere: Fantasy

Formato: Cartaceo con copertina flessibile e ebook

Pagine: 190

Prezzo: 11,99€/2,99€

In un mondo dove la magia è racchiusa in pietre di potere, si muovono i viandanti. Ciascuno di loro ha una vicenda da narrare. Noi abbiamo raccolto le loro storie, intessendo canti che parlano di ricchezza, inganno, ambizione, coraggio e redenzione. Il ricavato delle vendite di questa antologia è interamente devoluto a sostegno dei progetti di #opportunity onlus.
Ho letto con molto piacere questo libro in cui sono raccolti nove racconti ambientati nel paese di Eirahn. Un libro che vede la scrittura di più autori e il cui ricavato della vendita andrà ad un’associazione benefica. 
Qui ad Eirahn, ove esistono misteriose pietre magiche che donano dei poteri a chi le possiede, chiunque pur di entrarne in possesso, è disposto a tutto anche ad uccidere. Quello che più mi ha colpito è che il libro, nel suo districarsi tra i vari racconti, non perda mai il suo filo conduttore ed esplora in modo accattivante il tema dell’egoismo dell’uomo. I protagonisti devono fare i conti con un ambiente esterno difficile, a tratti spietato e violento e hanno davanti un bivio: cedere e conformarsi a esso oppure lottare e ribellarsi.
Le storie dei Viandanti sono tutte diverse tra di loro con ambientazioni differenti: ad esempio troviamo un cortigiano che perde una pietra senza sapere di averla, dei bambini che vogliono salvare il loro villaggio, lo Scorpione che vuole difendere la sua vita… Non voglio dirvi di più perché il libro è un viaggio che va letto senza alcuna anticipazione.Davvero bella la matrice comune fantasy che si muove sull’odio, sulle ferite, sul dolore che i protagonisti si portano dentro forse maggiori delle maledizioni legate alle pietre. Quello che più ho apprezzato è lo studio dell’animo e dei gesti dei Viandanti che viaggiano in questi mondi diversi che spaziano dall'ingiustizia, alla misericordia, dalla salvezza alla guerra. Insomma davvero un bel libro da leggere! 
Voto 4 su 5

 Recensione di Maria Alessia

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...