Lettori fissi

lunedì 5 febbraio 2018

Anteprima. domani in edicola il romanzo di Roberto Emanuelli " Davanti agli occhi"

Ritorna domani in edicola il tanto atteso romanzo di Roberto Emanuelli "Davanti agli occhi" ritirato tempo fa dalle vendite perchè acquisito dalla casa editrice Rizzoli.



SCHEDA TECNICA

 
Titolo: Davanti agli occhi
Autore: Roberto Emanuelli
Editore: Rizzoli
Pagine: 362
Pubblicazione: 6 Febbraio 2018
Formato: Kindle, cartaceo


Succede e basta. Senza sapere perché, senza sapere quando. È una frazione di secondo, come quando inizia a piovere o a nevicare. Le cose belle si presentano così, all'improvviso. Basta un attimo, uno solo, ed ecco che la vita ti travolge, anche se ormai non ci credevi più. Come Luca, che a trent'anni ha già fatto un voltafaccia a se stesso rinunciando al sogno di diventare scrittore per inseguire soldi e successo: ora le giornate gli sembrano tutte uguali, note di una melodia suonata senza passione. Chiuso nel suo ufficio da broker, sente di aver nascosto la parte più importante di sé, quella che non ha paura di ascoltare il cuore. Ma come puoi ascoltare il cuore se non gli permetti di tirar fuori la voce? Come puoi inseguire i sogni, se non sai più riconoscerli? È proprio in questi momenti, quando tutto sembra perduto, che ci capitano le cose migliori. E appena incontra Mary, Luca non ha dubbi: lei è la sua cosa migliore. Bellissima, irraggiungibile, inafferrabile come il colore dei suoi occhi, Mary richiede impegno per essere conquistata, perché è questo che fanno i veri tesori. Adesso, finalmente, Luca sa cosa vuole: vuole mettersi in gioco, vuole sbagliare, lasciare che le emozioni lo investano come un treno in corsa. Vuole innamorarsi. Vuole Mary. Perché rinnegare la propria natura non è mai una buona idea. E non è mai troppo tardi per ballare al ritmo del cuore.


Parlami di quelle volte in cui hai bisogno d’amore. Quelle in cui ti senti triste. Quelle in cui non ti vedi bella.
Parlami di quelle notti in cui hai paura, quelle in cui hai bisogno di stringere la mano di qualcuno. Quelle in cui ti giri nel letto senza prendere sonno, quelle in cui una lacrima, poi, arriva, e ti riga il viso.
Parlami di quando sorridi invece di piangere. Di quando stai zitta invece di urlare. Di quando rispondi una cosa ma dentro ne hai un’altra.
...
Parlami della tua vita. Parlami dei tuoi silenzi. Dimmi di quando voli. Dimmi di quando cadi. Parlami di quella volta in cui tu ci credevi e lui ti ha tradita. Di quando lo amavi e lui ti ha ferito. Fammi vedere i segni. Mostrami le cicatrici.
Parlami delle domande a cui non trovi risposte. Raccontami di quelle storie che conservi nel cuore. Parlami del tuo passato, raccontami del futuro, di come lo immagini. Dimmi dei tuoi sogni, di quello in cui speri, delle stelle che hai guardato in certe notti buie. Mostrami i tuoi occhi...
Parlami di tutto questo, fallo ancora così, senza dire una parola. Ma non smettere mai di guardarmi. Non smettere mai di guardarmi!



Devo ricordarmi che sono solo quello che sono, anche quando è notte e il mare è grosso, anche quando la barca fa acqua da tutte le parti, anche in quel caso, anche quando mi guardano da prospettive diverse, da punti di vista nascosti e vorrebbero dare un nome a quelle prospettive, a quei punti di vista, per dar loro un senso, o per darsi delle risposte, delle giustificazioni. In fondo io non c’entro nulla con l’idea che hanno gli altri di me. Nessuno c’entra niente con l’idea... che hanno gli altri di loro. Quella che vedono è sempre una parte di ciò che sono, o di ciò che vorrebbero fossi, forse una che non conoscevano, forse una che non conoscevo, magari meno bella, magari meno luminosa, ma è un pezzo del resto, ecco, e il nome è sempre lo stesso: Luca. E anche il buio è un pezzo di Luca, per questo ho imparato ad abbracciarlo quando è intenso, tanto intenso da farmi perdere l’equilibrio, tanto intenso da terrorizzarmi e rendermi immobile. Quando il buio è intenso è molto più facile individuare anche la più tenue fonte di luce, saper ascoltare il mio buio, osservarlo senza paura, è l’unico modo per uscirne.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro "La scomparsa di Stephanie Mailer" di Joël Dicker , La nave di Teseo

Recensione libro La scomparsa di Stephanie Mailer   di   Joël Dicker La nave di Teseo Scheda tecnica Titolo :  La ...