Lettori fissi

lunedì 26 giugno 2017

Recensione : Le porte di Roma

Recensione:  Le porte di Roma ( Cesare – Ciclo dell’imperatore)



Titolo: Le porte di Roma

Autore: Conn Iggulden

Serie:  Cesare – ciclo dell’imperatore

Genere: storico

Editore: Piemme

Anno pubblicazione: 2003

Seguito da: Il soldato di Roma; Cesare,  padrone di Roma; La caduta dell’Aquila.

Voto : 5    ( da 1 a 5 )



                                           Sinossi:

Roma allarga sempre più il proprio dominio  su tutte le sponde del Mediterraneo, ma la sacra istituzione della Repubblica rischia di crollare a causa di uomini politici senza scrupoli. Bisognava difenderla a costo della vita.
In questo clima di complotti  cresce il giovane Caio Giulio , il futuro di Roma.





Caio Giulio poco più che adolescente gioca spensierato insieme all’amico fraterno Marco Bruto e molto spesso entrambi sono vittime di angherie e violenze da parte di Svetonio , il figlio più grande del  vicino.
Ma la loro età “giochereccia” termina improvvisamente, quando Roma  e la Repubblica vengono minacciate da uomini politici che tentano di ritornare al passato.

Conosci  il significato della parola Repubblica? “– Caio annuì al padre- “ Abbiamo creato un sistema di governo che consente a tutti, anche all’uomo comune, di far sentire la propria voce, Capisci quanto sia rara questa opportunità? A Roma abbiamo la norma giuridica .
 La Repubblica vale la mia vita…e anche la tua quando verrà il momento”.

Il giovane Giulio insieme al suo amico Marco Bruto, vengono sottoposti ad un duro addestramento militare per mano di Renio un feroce ex gladiatore. Lo scopo era quello di formare due validi soldati che avrebbero servito e difeso Roma e la Repubblica. Ma i tumulti proseguono e durante una rivolta di schiavi, il padre di Caio Cesare viene ucciso e tutte le responsabilità passano in mano al giovane Giulio che viene affidato alle cure dello zio Mario senatore , generale, console e cittadino di Roma in conflitto con Silla. La macchina di guerra ormai è in moto, le sconfitte e le rivincite insanguinano Roma e formano il giovane Giulio che dopo la morte dello zio scappa da Roma e s’imbarca per diventare soldato e difendere la Repubblica tanto cara a suo padre.
Giulio prima di partire guarda per l’ultima volta la sua città e  promette, (mentre le lacrime rigano le sue guance), che sarebbe ritornato da eroe a riprendere ciò che fu di suo padre e di suo zio. Ma gli anni passano.
Cosa accade intanto a Roma? E Giulio riuscirà a ritornare nella sua terra e a mantenere la promessa?

                                  Approfondimento:


L’autore Conn Iggulden ha descritto nel ciclo di Cesare la stupenda storia di Roma “caput mundi” , la città eterna, la città che ha conquistato il mondo.
Il romanzo “Alle porte di Roma”, è solo il primo capitolo della serie, in cui si racconta la vita di Cesare anche se le fonti storiche non sono molte precise riguardo i suoi primi anni di vita; quel poco che si conosce della sua giovinezza fino alla crescita e allo sviluppo di quello che sarà il futuro di Roma, ci è pervenuto tramite il biografo Svetonio.
Le battaglie, i luoghi descritti nel romanzo sono reali; Mario e Silla nutrivano grande ostilità reciproca; nulla è inventato o lasciato al caso. Solo il personaggio di Renio non è mai esistito, anche se in realtà i ragazzi venivano addestrati.
 Iggulden ci fa rivivere una parte molto importante della storia di Roma e di conseguenza della storia del mondo. Ci proietta nel fantastico mondo delle battaglie romane e delle sue centurie; ci proietta nel mondo dei pirati che assalivano le navi romane per recuperare il bottino di monete d’oro destinate ad arricchire la grande città di Roma; e tutto ciò lo fa con precisione e coerenza con la storia. Ci racconta nei minimi dettagli le guerre, le battaglie, le vittorie e le sconfitte, ma non tralascia l’aspetto umano dei soldati e guerrieri donando loro un’anima con veri sentimenti di rabbia, paura e scrupolo di coscienza. Anche i soldati romani avevano un’anima, ma si lottava e si spargeva sangue per il proprio ideale politico e per difendere la vita: ROMA!!!

Romanzo sensazionale, ricco di sorprese, colpi di scena, suspance, rabbia, odio e rancore. Tutti sentimenti e sensazioni che invadono il lettore facendolo partecipe del romanzo.
Consigliato a chi ama l’avventura, la storia e le forti emozioni; ma soprattutto consigliato a chi ama conoscere la nostra storia, la nostra stupenda storia che fa e farà sempre parte di noi.



Buona lettura dalla vostra affezionata Emanuela

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...