Lettori fissi

lunedì 7 gennaio 2019

Recensione libro Semplice come fare le scelte sbagliate di Stefania Da Forno Delrai Edizioni Amazon






Recensione libro

Semplice come fare le scelte sbagliate di Stefania Da Forno 

Delrai Edizioni
Amazon


Scheda tecnica

Titolo: Semplice come fare le scelte sbagliate
Autore: Stefania Da Forno
Editore: Delrai Edizioni
Pubblicazione: 20 Ottobre 2018
Pagine: 368
Genere: Romanzi rosa
Formato: Kindle, copertina flessibile



“A volte le scelte sbagliate sono le migliori che possiamo prendere” [cit.]

La nostra protagonista è Mackenzie, un’ affascinante avvocato di successo. Potrebbe avere tutto ciò che desidera, uomini compresi, ma viste le tante esperienze negative ormai si è arresa da tempo, tirando su intorno a sé una corazza inattaccabile.
L’uomo dei suoi sogni non esiste, e nonostante i numerosi tentativi da parte di sua madre e dei suoi amici, di farle conoscere qualcuno, Mac resta al sicuro dietro le sue certezze, stando attenta a non farsi coinvolgere da relazioni sterili e passeggere.
Reeve è il classico donnaiolo, tatuaggi e fisico perfetto, ha alle spalle una famiglia e un rapporto finito male; per poter mantenere suo figlio fa un lavoro che non gli piace e passa il suo tempo tra amici e numerose “scappatelle”, stando bene attento a non impegnarsi troppo.
Stavo sorridendo, appoggiato a un muro tinto di rosso, fuori dal bagno delle donne di un locale di Manhattan dove nemmeno volevo andare. Se non era destino quello, non sapevo proprio cosa lo fosse.
I due si incontrano per caso, ad una festa di addio al nubilato/celibato e al matrimonio di una coppia di amici comuni, e in una sera, complici anche euforia e “bollicine”, rimettono in gioco le loro convinzioni e i loro buoni propositi, scoprendosi pericolosamente attratti l’uno dall’altra.
Mi porse il braccio e non esitai un attimo prima di arpionarmici addosso, stringendo quei muscoli che mi facevano venire la pelle d’oca, anche se coperti da strati di cotone costoso. Camminammo in mezzo alla folla, facendoci strada tra smoking e vestiti di seta, e io non potevo far altro che pensare che eravamo i più belli in mezzo. Stavo tornando una ragazzina con l’ormone ballerino! Avrei dovuto trovare il modo di soffocarla, almeno per qualche ora ancora.
Ci sarà un futuro per loro?
Mac riuscirà a capire che forse il suo principe azzurro è ancora in giro, e che deve impegnarsi per trovarlo?
Stavo perdendo ogni aspetto della mia vita per colpa di un uomo immaginario che non era umano. Ogni volta era un pugno nello stomaco, ma ricordarlo ma ricordarlo era vedere la mia vita con occhi più equilibrati.
Un libro scritto in maniera semplice, una storia simpatica e leggera, raccontata dalle voci dei due protagonisti  che si alternano nei vari capitoli e ci spiegano le loro avventure da entrambi i punti di vista.
Mi ha fatto sorridere immaginare Mac, all’inizio si nasconde dietro la facciata dell’avvocato tutto d’un pezzo, della donna che non deve chiedere mai; conoscere Reeve, anche se inizialmente fa di tutto per stargli lontana, le fa scoprire un lato di lei che non conosceva, quel lato che può osare e che la aiuta a capire qual’è il suo vero destino.
La prima scelta giusta, in un mare di scelte sbagliate.
Reeve è il classico belloccio amato dalle donne, ne vede ogni sera una diversa e non si preoccupa nemmeno di ricordare i loro nomi; conoscere Mac anche se inizialmente fa di tutto per stargli lontano,  gli fa capire che è arrivato il momento di rimettersi in gioco, che il suo cuore è ancora capace di amare.
Volevo tutto, volevo con tutto il cuore ricordare ciò che era stato e che avrebbe potuto essere, così disperatamente da risultare un suicidio assicurato.
Quindi, mai pensare che sia tutto finito, a volte proprio le esperienze negative, sono il trampolino di lancio per provare a cambiare tutto e trovare la tanto agognata felicità.
Non cercavo un’etichetta specifica. Non volevo essere il suo fidanzato, il suo ragazzo, il suo amico. Volevo essere quello di cui aveva bisogno, come lo era lei per me.
Molto bello il ruolo dell’amicizia all’interno di questa storia, gli amici ti sostengono, correggono i tuoi errori e ti aiutano a fare meglio, per me sono presenza uniche e indispensabili.
Ho scoperto e preso questo libro in occasione di una fiera, sono rimasta piacevolmente colpita nel trovare al suo interno la dedica dell’autrice e un regalino, piccole cose che servono a contraddistinguersi e a fare le felicità di una lettrice accanita come me.
Un particolare plauso va all’assetto grafico di ogni libro Delrai, curati e originali in ogni particolare, insomma una gioia per gli occhi.
Leggetelo! Come me lo amerete, ne sono sicura!

“Una volta pensavo che accontentarsi di un uomo mediocre era inaccettabile, lo sai anche tu. Cercavo la perfezione, ma purtroppo non esiste. Puoi andarci vicina, ma sono certa che dopo una decina d’anni di matrimonio anche il principe azzurro mostri il suo lato da rospo, ma tu l’amore non l’hai ancora trovato e, se ti rifiuti di provarci a prescindere, è ovvio che non ti capiterà mai nulla di bello. In poche parole, se non vuoi l’amore di un uomo nella tua vita, okay lascia perdere tutte queste stronzate. Ma se una minima parte di te sogna un uomo che ti faccia sentire la sua principessa, allora buttati. Perché nel giro di poche ore tutto cambia. Il tuo principe potrebbe trovare una principesse che gli piace di più e tu rimarrai sola.


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro "La scomparsa di Stephanie Mailer" di Joël Dicker , La nave di Teseo

Recensione libro La scomparsa di Stephanie Mailer   di   Joël Dicker La nave di Teseo Scheda tecnica Titolo :  La ...