Lettori fissi

sabato 29 settembre 2018

Spazio nuovi autori: Recensione libro "Ritorno da Tiffany" di Francesca Baldacci, Amazon

Recensione libro
Ritorno da Tiffany di Francesca Baldacci
Amazon



Ritorno da Tiffany di [Baldacci, Francesca]

Scheda tecnica

Titolo: Ritorno da Tiffany
Autore: Francesca Baldacci
Serie : Sequel di Vacanze da Tiffany
Pubblicazione: 24 Maggio 2018
Pagine: 374
Genere: Narrativa contemporanea
Formato : Kindle, copertina flessibile


Angy è tornata. Ha passato un lungo anno pieno d’amore tra le braccia di Renato, con cui ha vissuto una storia intensa, sia pure a distanza, e a breve si troveranno a lavorare ancora insieme, all’hotel Tiffany. Angy però, con il caratterino che si ritrova, non è disposta a scendere a compromessi nel lavoro, neppure se c’è di mezzo il sentimento. Quanto a Renato, non è da meno. Sta arrivando di nuovo l’estate, dunque: zia Camilla e zia Gisella sono felici di riaccogliere la nipote all’hotel dei sogni, dov’è “guarita” e dove ha ritrovato se stessa. Ma cos’attende Angy di ritorno al “Tiffany”? E che cosa accadrà se, a sorpresa, Giulio Rossini, alias il misterioso, affascinante Julius, dovesse riaffacciarsi, in albergo e nella sua vita di donna, con il preciso proposito di ritornare sui suoi passi? E Renato che cosa farà? Saprà rassegnarsi, o si batterà per la donna che ama? Sullo sfondo, di nuovo la magia della Riviera delle Palme, le zie e le loro storie, la nostalgia per i mitici anni Sessanta, la musica, i film, e soprattutto “Colazione da Tiffany”.


Il romanzo “Ritorno da Tiffany” è il sequel del romanzo “Vacanze da Tiffany uscito anni fa con la Sperling & Kupfer. E’ un romanzo leggero e scorrevole e una lettura poco impegnativa, che lascia al lettore una sensazione di leggerezza mentale rilassando e allentando le tensioni quotidiane. Il romanzo narra la storia di un amore in bilico tra due uomini; Angy ama in realtà Renato e Giulio, un amore nato all’interno dell’ hotel Tiffany; due tipologie di uomini differenti, ma si sa, gli opposti si attraggono… Con Renato la vita sarebbe molto tranquilla , piatta e stabile; con Giulio o Julius la star, la vita sarebbe ricca di adrenalina,  movimentata e stimolante… ma qualcosa manca in questi due rapporti. Qualcosa che Angy non riesce a comprendere fino all’ultima pagina del romanzo.
“La cosa che più conta Angy è mantenere viva la propria personalità e anche la possibilità di esprimerla liberamente. Ti dirò che poi, più passano gli anni e più senti cara la tua autonomia , la tua indipendenza. E così diventa difficile sacrificarla. Anche in nome dell’amore”.
Il romanzo così come strutturato e articolato, ricorda un po’ il film Sliding Doors con Gwyneth Paltrow, in cui la protagonista si ritrova a vivere due vite diverse condizionate dalla caduta di un orecchino. Angy si ritrova a vivere due vite diverse vivendo due situazioni parallele proprio come Helen la protagonista del film, condizionate dalla tempistica e dal destino. Essa,
dopo varie vicissitudini ritorna in piena solitudine all’Hotel Tiffany,  ed è qua, che si sdoppia la sua vita.
La Angy che ero un tempo è come se appartenesse…a un’altra vita, un’altra dimensione”
Quale sarà il finale della storia se all’ingresso dell’Hotel incontrasse Renato? E se invece incontrasse Giulio? Chi arriva dei due all’Hotel in ordine temporale?
“Come si riconosce l’amore vero da quello che non lo è? Qualche volta il sentimento che provo per Giulio mi rapisce e mi porta via, in un mondo a parte. E qualche volta mi trovo smarrita e persa, come se non sapessi più riconoscermi “.
Spetta al lettore risolvere questa situazione abbastanza intricata.
Il mio consiglio è di intraprenderne la lettura, successivamente al quella del primo volume “Vacanze da Tiffany” per il semplice motivo: nonostante siano romanzi conclusivi, rischierete di perdervi dei riferimenti e particolari importanti che ritroverete nel Ritorno da Tiffany, così come alcuni personaggi.  A me purtroppo è accaduto; ho riscontrato delle difficoltà oggettive, durante la lettura, non conoscendone la storia precedente; ed è  per me un rammarico e una mancanza che mi ha impedito di godere e apprezzare la storia a tutto tondo.
La storia è scritta bene e crea delle situazioni allegre e misteriose allo stesso tempo; un mix che diverte e attira il lettore.
Auguro una buona lettura a tutte/i. Mi raccomando, dopo averlo letto, passate dal mio blog per lasciare la vostra opinione. 



Vi allego il banner amazon del primo volume Vacanze da Tiffany per maggiori informazioni


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro La rosa del deserto - Ishtar La Sumera di Lina Giudetti e Maria Giudetti

Recensione libro La rosa del deserto - Ishtar La Sumera  di  Lina Giudetti e    Maria Giudetti   Scheda tecnica Titolo : Ishtar La S...