Lettori fissi

venerdì 6 luglio 2018

Presentata a Sulmona la rassegna Giallovidio

Presentata a Sulmona la rassegna Giallovidio





“Un festival senza tempo”. 
Così stamattina nel corso della conferenza stampa svoltasi al Gran Caffè Letterario gli organizzatori della prima edizione di Giallovidio hanno presentato la rassegna letteraria dedicata al genere giallo, ma con continui rimandi alla figura di Publio Ovidio Nasone.
“Alcuni stilemi che caratterizzano il thriller contemporaneo” ha dichiarato il direttore artistico Andrea Del Castello “hanno le radici nelle prime opere della nostra civiltà, come l’Iliade e l’Odissea. Per questo accostare il genere giallo a un poeta latino non è affatto esagerato, tanto più considerando che uno degli eventi più sconvolgenti della vita di Ovidio, il suo esilio, è tuttora un mistero irrisolto”.
Oggi è stata inaugurata anche l’esposizione “Giallo in Mostra”, curata da Alessandro Monticelli e visitabile nella sala interna del Gran Caffè Letterario fino a domenica 8 luglio. Da giovedì 5 invece ci saranno vari incontri culturali, soprattutto presentazioni di libri, con alcuni tra gli autori più affermati nel genere giallo.
“Continuiamo a puntare sulla qualità” ha aggiunto Jacopo Lupi che con l’omonima casa editrice si è fatto promotore dell’iniziativa “e se i nomi di questa prima edizione ci permettono di avere già un grande risalto, l’obiettivo è quello di crescere nel corso degli anni e far diventare questa manifestazione un punto di riferimento del genere giallo. Ringraziamo tutti gli enti e le attività che hanno contribuito con impegno alla programmazione dell’evento. Come casa editrice continueremo a pubblicare nel corso dell’anno varie opere sulla figura di Ovidio”.
Giallovidio è organizzato dalla Lupi Editore e dalla Libreria Punto EA Capo in collaborazione con il Gran Caffè Letterario, Yndy Book, il Festival delle Narrazioni, Sulmona Film Festival e il patrocinio del Comune di Sulmona e dell’Agenzia di Promozione Culturale.
Appuntamento giovedì 5 luglio alle ore 17 al Gran Caffè Letterario in Piazza XX settembre a Sulmona. Dopo i saluti dell’assessore alla cultura Alessandro Bencivenga e la prolusione di Raffaele Giannantonio, sarà presentato il libro “Così crudele è la fine” (Longanesi) di Mirko Zilahy. Venerdì 6 alle ore 18 Andrea Del Castello, autore di “Come si scrive un thriller di successo” (Lupi Editore), parlerà di gialli in un evento con la partecipazione di Alessandra CotoloniJon MirkoRoberto Disma e in collegamento, Danila Comastri Montanari, autrice della saga di Publio Aurelio Stazio. Ricco programma sabato 7, a cominciare dalle ore 17, con le presentazioni di “Chimere” (Homo Scrivens) di Annavera Viva, “I figli del male” (La Corte) di Antonio Lanzetta e “Cartoline dalla fine del mondo” (Marsilio) di Paolo Roversi. Gran finale domenica 8 alle ore 18 con la presentazione dell’ultimo libro di Romano De Marco “Se la notte ti cerca” (Piemme). Al festival Giallovidio sono anche abbinati due concorsi, uno letterario e uno artistico.




Conosciamo nel dettaglio i romanzi presentati: 


Così crudele è la fine di Mirko Zilahy 




In una Roma attraversata da omicidi silenziosi ed enigmatici, che gettano una luce nera sulla città, il commissario Mancini per la prima volta dopo molto tempo accoglie la sfida con nuova determinazione. Perché ora Enrico Mancini non è più l'ombra di se stesso: supportato dalla psichiatra della polizia che l'ha in cura, e affiancato dalla fedele squadra di sempre, si lancia alla ricerca di indizi che gli permettano di elaborare il profilo del killer. Costretto a rincorrere l'assassino passo dopo passo, vittima dopo vittima, tra i vicoli e le rovine della Roma più antica e segreta, il commissario capisce ben presto che il killer è anomalo, sfuggente come un riflesso. E in un gioco di specchi tra presente e passato, tra realtà e illusione, la posta finale non è solo l'identità del serial killer, ma quella dello stesso Mancini.


Chimere di  Annavera Viva




Il quartiere della Sanità si colora nuovamente di rosso. Padre Raffaele, ancora una volta con l'aiuto dell'instancabile Assuntina, dovrà provare a mettere insieme i pezzi di un puzzle oscuro e inquietante. È un mondo popolato da Chimere quello in cui si troverà a muoversi: drag queen, affascinanti ed enigmatiche, che tra i loro ammalianti abiti di scena nascondono oscuri segreti. Anime e corpi diventano un rompicapo di cui il prete non riesce a stabilire l'identità. Bellissima e letale, tra tutte spicca Brunella, alias Antonio Capasso, intorno alla quale ruotano le torbide passioni di innumerevoli uomini. Un delitto accenderà vecchi e nuovi scandali: come potrà Raffaele non incolpare suo fratello Peppino, fra i più temuti boss della camorra?


I fligli del male di Antonio Vanzetta 




Torna l’autore de IL BUIO DENTRO, con un nuovo intenso thriller, dove Damiano Valente, per scoprire la verità, dovrà scavare a fondo e tornare al 1950, nel suo Sud segnato dalla guerra e dal regime fascista


Cartoline dalla fine del mondo di Paolo

 Roversi




Milano. Durante un esclusivo party all'interno del palazzo dell'Arengario, sede del museo del Novecento, uno degli invitati viene misteriosamente ucciso sotto il quadro "Il quarto stato" di Giuseppe Pellizza da Volpedo. Il vicequestore Loris Sebastiani, incaricato delle indagini, capisce subito che in quel delitto qualcosa non torna e che avrà bisogno di aiuto per catturare il misterioso e geniale hacker che si fa chiamare Mamba Nero e tiene in pugno la polizia. Solo una persona può fare al caso suo: il giornalista e hacker Enrico Radeschi. È tempo che rientri in servizio, ovunque si nasconda. Così, dopo otto anni trascorsi da fuggitivo in giro per il mondo, Radeschi viene richiamato a Milano per seguire il complicato caso. Una vera e propria partita a scacchi con Mamba Nero, i cui delitti sempre più efferati sembrano direttamente ispirati da Leonardo da Vinci.


Se la notte ti cerca di Romano De Marco 




Il brutale omicidio di Claudia Longo, single cinquantenne, nell'esclusivo quartiere Parioli, a Roma, sembra opera di un amante occasionale. Uno dei tanti che la donna era solita ospitare in casa. L'unica a non pensarla così è il commissario Laura Damiani, tornata nella capitale dopo una devastante esperienza lavorativa a Milano. La poliziotta scopre delle connessioni fra quell'omicidio e le morti, apparentemente accidentali, di altre donne sole. Le vittime erano tutte clienti di un raffinato locale per incontri, nel quartiere Eur, il Single. L'unico modo che Laura ha per vederci chiaro è infiltrarsi nel locale, come cliente, all'insaputa dei suoi superiori. Sarà l'inizio di un viaggio allucinante nei misteri di una vita notturna fatta di trasgressione, vizio, segreti innominabili. Laura avrà l'occasione di guardare dentro se stessa e misurarsi con la propria solitudine e i fantasmi di una esistenza perennemente al bivio fra la totale dedizione al lavoro e la scelta di una vita personale più appagante. Ma dovrà fare i conti anche con un'altra realtà: c'è ancora un assassino in circolazione. E il suo prossimo obiettivo sembra essere proprio lei...





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro Oggi non è un giorno qualunque di Federica Di Iesu

Recensione libro Oggi non è un giorno qualunque di Federica Di Iesu Scheda tecnica Titolo : Oggi non è un giorno qualunque ...