Lettori fissi

domenica 10 settembre 2017

Recensione: Orgoglio e umiltà della serie "Il matrimonio"





Titolo: Orgoglio e umiltà

Autore: Elle Razzamaglia

Serie: 3 romanzo della serie "Il matrimonio"

Pubblicazione: 7 Settembre 2016

Pagine: 594


La storia d'amore tra Leon e Giorgia continua.
 Ma vediamo come gli abbiamo lasciati nel romanzo precedente "Sospetto e desiderio":

" Leon afferra la mia mano  e usciamo dalla Chiesa [...]  sento un colpo. Vedo Leon girarsi verso la folla e gli uomini in nero avvicinarsi tutti per coprirci. [...] Sento la gente urlare [...] sento le mie gambe cedere e piano piano il mio corpo si lascia andare [...] Leon mi guarda e ripete:
- Giorgia non chiudere gli occhi. Resta con me, Giorgia, non mi lasciare - [...] con gli occhi lucidi e la voce tremante.
[...] Le mie labbra non si muovono più . Quando le sue labbra toccano le mie, chiudo gli occhi e mi lascio andare , ormai senza più forze. Sono stanca e voglio riposarmi".




Inizia da questo tragico evento il terzo romanzo della serie
 " Orgoglio e umiltà".
Giorgia schiva la  morte e ne esce sana e salva per miracolo; dopo aver dialogato col padre che la invitava e la incitava a tornare dal suo bambino e da suo marito, Giorgia percorre quel famoso tunnell di luce che la riporta a casa anche se a malincuore.

" Mi sento così bene: nessun problema o pensiero e così sollevata e rilassata , che sono determinata a voler restare per sempre qui [...] mi guardo intorno e vedo una piccola luce in lontananza [...] scorgo una figura e quando è più chiara , le sorrido felice perchè riconosco mio padre , con la sua barba bianca e i suoi capelli brizzolati . Lui mi sorride, mi fa no con la testa e dice: - Vai, Giorgia, ancora è troppo presto per te!- . Mi sento tirata in una specie di risucchio, ma io non voglio." 

 Ma ben presto, Giorgia  si rende conto che non è facile vivere accanto ad  un uomo ricco e famoso come il suo Leon; non è facile interpretare il ruolo della moglie di un milionario. I pericoli sono sempre costanti e lei teme per l'incolumità del suo bambino.
Un matrimonio che ben presto inizia a soffrire la differenza sociale tra i due e la differenza caratteriale anche se entrambi hanno sofferto tanto nella loro vita .
Molto spesso Giorgia aveva posto delle domande sulla vita di Leon, senza trovare delle risposte. Finalmente Leon dopo il matrimonio decide di confidarsi con sua moglie e a raccontarle il calvario della sua vita caratterizzato da cene e ospiti in casa "le amiche speciali" del padre.
 Ma questa verità da sempre conosciuta da Leon non  corrisponde a  quella reale ma solo a quella che la madre ha fatto credere che sia tale.
E per paura che la  scomoda verità esca fuori, Desy, approfitta dell'umiltà di Giorgia anche a costo di rovinare la vita del figlio e far naufragare il suo matrimonio.
Vincerà l'umiltà di Giorgia, quindi l'amore e il matrimonio tanto desiderato, oppure l'orgoglio e l'egoismo di una madre?  E Leon già di per sè fragile psicologicamente riuscirà a superare e ad affrontare questo nuovo ostacolo che la vita piazza alle sue spalle?




Un romanzo da leggere tutto d'un fiato per la profondità e le tematiche trattate.
Naturalmente la serie è rivolta ad un pubblico adulto per la presenza di scene erotiche palpabili ed evidenti e per il linguaggio "forte" utilizzato nella descrizione delle scene di sesso. Ma non per questo, i romanzi della scrittrice Elle Razzamaglia devono essere considerati pornografici o spazzatura.
Preferisco sorvolare sulle scene erotiche non perchè mi scandalizzi, ma perchè voglio estrarre dal romanzo le tematiche a mio parere importanti.
Ciò che risalta in questo terzo capitolo della serie è la fragilità psicologica di Leon e la forza di Giorgia che pian piano viene a scemare fino ad arrendersi.
Leon è vittima delle scelte sbagliate dei genitori dettate dal proprio egoismo. Avete mai pensato alle conseguenze psicologiche che un bambino potrebbe riportare in età adulta a causa dell'egoismo dei genitori? Perchè un genitore deve pensare solo a sè stesso e non al bene del proprio bambino?
In questo caso Leon è cresciuto temprato e impastato dall'odio verso il proprio padre solo per una convenienza economica della  madre.
Leggendo il romanzo, pagina dopo pagina, mi sono chiesta: quanto una donna può sopportare per amore? Quante volte Giorgia ha perdonato gli errori del suo Leon per amore? C'è un limite al perdono e alla sopportazione?
Ho pianto accanto a Giorgia; ho sofferto con lei le umiliazioni inflitte dal marito e provavo rabbia ogni qualvolta arrivava il perdono.

" Purtoppo il cuore non si comanda , e anche se uno lo fa , in ogni caso non sta ad ascoltare. Non si arrende e continua a battere ,sperando che quello che desideri ,diventi realtà!"

Ma arrivando alla fine ho capito: il livello di sopportazione ha un limite e l'amore purtroppo non basta per stare insieme ed andare avanti:

"Ma quando mi torna in mente quello che ha appena fatto, mi lascio andare, ormai stanca e delusa . Non voglio restare sola, ho sempre avuto paura di questa cosa e so che Leon ha ragione , i figli prima o poi se ne andranno".

Risultati immagini per immagini Leon e giorgia serie il matrimonio

Ve ne consiglio la lettura solo se riusciste a non farvi condizionare dalle scene esplicite di sesso presenti all'interno della storia e dal linguaggio scurrile nella descrizione dell'atto sessuale.

Andate oltre. Questo romanzo ha tanto da insegnare a noi donne, in particolare a non lasciarci sopraffare dalla gelosia del nostro marito o compagno e di continuare a scegliere quello che potrebbe farci stare bene nella più assoluta libertà!
Come diceva una vecchia canzone : "Siamo donne, oltre le gambe c'è di più"!

Buona lettura donne e attenzione: i romanzi di Elle Razzamaglia, creano dipendenza !!!


Vi posto la foto di tutta la serie completa che troverete su Amazon:



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Segnalazione Serie Daniela Tess - Dal 30 Settembre in uscita la serie "Un amore proibito" di Daniela Tess

Segnalazione Serie Daniela Tess Dal 30 Settembre in uscita la serie "Un amore proibito" di Daniela Tess I nformazioni...