Lettori fissi

lunedì 18 giugno 2018

Spazio nuovi autori. Recensione del romanzo "Echo" di Rachel Sandman


SCHEDA TECNICA

Titolo: Echo
Autore: Rachel Sandman
Editore: Delrai Edizioni
Pagine: 272
Pubblicazione: 17 Maggio
Formato: Kindle, cartaceo
Genere : Romanzo rosa/ Narrativa contemporanea



Una storia d’amore nata grazie alla magia della musica”
Sam è una ragazza un po’ chiusa e piena di difese, che sorride con difficoltà, divide l’appartamento con due coinquiline che la vedono continuamente stordirsi con avventure amorose occasionali e senza significato.
"Voltare pagina non significa cancellare il passato, voltare pagina non è una cosa brutta: stai solo andando avanti a leggere, non significa che i capitoli finiti li hai bruciati o cancellati dal libro. Quello non potrai mai farlo. Puoi però provare a tornare a vivere".
Ad un corso di storia della musica conosce Tom, un ragazzo un po’ strano ma di una bellezza magnetica e imbarazzante.
Lei non sa che si erano già incontrati e che il destino li porta a dover collaborare per un lavoro di gruppo dove dovranno parlare davanti a tutti del loro grande amore per la musica.
Sam è molto scettica, poco abituata a confrontarsi con gli altri, e nonostante i vari tentativi di Tom di metterla a suo agio, resta ancora chiusa nel suo guscio, nel porto sicuro della sua stanza e delle sue poche certezze.
"Come due “stranieri che passano in strada, per caso due sguardi diversi si incontrano e io sono te e ciò che vedo sono io.” Alzo gli occhi verso di lei. Lacrime inondano le sue guance".
E’ solo studiando insieme che si rendono conto di avere in comune molto più di quello che si immaginavano, inevitabilmente quindi si innamorano.
"Sento le mie gambe alzarsi ancora prima che il cervello registri la cosa e mi ritrovo seduta sulle ginocchia di Tom, visibilmente stupito. Mi stringo a lui, alle sue braccia che afferrano la mia vita in un movimento tanto naturale che mi stringe in una morsa il petto, al suo sguardo che mi studia attento come sempre, alle sue labbra che mi sorridono sornione. Appoggio la fronte alla sua: perché sto così bene qui"?
Ma quando Tom decide di presentare e analizzare alcune canzoni dei Pink Floid,  Sam perde la testa senza motivo e lo allontana.
Cosa nasconderà davvero dietro questi comportamenti?
Qual è il grande segreto che la porta lontana dal ragazzo di cui si stava innamorando?
Insieme resistiamo, stiamo in piedi. Divisi crolliamo.”
Un libro semplice ma molto significativo che unisce una bella storia d’amore alla passione per la musica.
Ogni capitolo inizia col titolo di una canzone che descrive gli avvenimenti al suo interno, ed è affidato in maniera alterna alle voci dei due protagonisti per vivere al meglio la storia da entrambi i punti di vista.
E’ molto bello come i due ragazzi trovino la loro passione comune nella musica, si immedesimano nelle parole e nei significati delle loro canzoni del cuore che li aiutano ad innamorarsi.
"Non mi sono mai sentita così viva come ora. Sento l’esaltazione del momento, la voglia di alzarmi in piedi e saltare sul materasso sfatto, l’esigenza di passare l’intera giornata accoccolata al suo corpo, la necessità di parlare con lui, e con lui solo, di tutto e di niente".
Anche grazie a questo Sam scopre il significato di “Echo”, il misterioso soprannome che Tom  le dà fin dal loro primo incontro.
Ed è molto bello vedere come Tom provi a tutti i costi a rompere le difese che Sam aveva creato intorno a sé per aiutarla a tirare fuori il suo vero carattere e non quello che lei fino a quel momento ha voluto mostrare a tutti.
Tom è una vera ancora di salvezza per Sam, e il loro amore comune per la musica il collante per una storia emozionante e perfetta.
Dedicato a chi ha voglia di sognare, a chi si arrende troppo presto, a chi pensa che sia tutto perduto senza nemmeno darsi una possibilità; sono certa che da qualche parte ci sia un Tom anche per noi!
Ci sono ottimi spunti di riflessione ispirati a canzoni famose, sono sicura che gli amanti della buona musica apprezzeranno!
Vorrei che fossi qui. Siamo solo due anime perse in un acquario, anno dopo anno, che corrono sullo stesso vecchio terreno: e cosa abbiamo trovato? Le stesse paure di sempre.”
Da non perdere!

Recensione di Sara Mastrantoni 

2 commenti:

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro Mozzafiato di Alina Cebotari edito Scatole Parlanti

Recensione libro  Mozzafiato di Alina Cebotari edito Scatole Parlanti Scheda tecnica Titolo : Mozzafiato Autore : Alina...