Lettori fissi

mercoledì 21 marzo 2018

Spazio nuovi autori : Recensione del romanzo fantasy " Il Kyls'Ahr. Il figlio dei cieli" dell'autore emergente Marco Volpe

 
SCHEDA TECNICA

TitoloIl Kyls'Ahr. Il figlio dei cieli: 1
Autore: Marco Volpe
Editore: Laura Capone Editore
Pagine : 619
Pubblicazione: 17 Gennaio 2018
Genere: Fantasy
Formato: Cartaceo
 
Valutazione
La giovane Nathee, originaria di Glace, un pacifico villaggio nell'Impero di Shantia, assiste a un fenomeno mai visto prima: luminosi e potenti raggi lunari, sui Monti della Luna, innalzano improvvisamente un maestoso muro d'acqua, all'interno del quale giace, incredibilmente, un neonato. La donna, spaventata ma coraggiosa, preleva il piccolo e lo porta via con sé, modificando così il corso della storia. Da questo momento, infatti, il destino del mondo di Azura è segnato: il bambino, con un tatuaggio di luce sul viso, in grado di sprigionare una forte carica energetica dalle incalcolabili potenzialità, ha un compito importante: da lui, Paladino dei Cieli, dipende il futuro di numerose stirpi, mentre, tra magie e sortilegi di popoli leggendari, l'Oscurità cerca, con ogni mezzo, di impedirgli di compiere il suo luminoso destino.

Vi trovate davanti a una storia epica. Una storia di eroi e oscuri poteri, di donne coraggiose e di uomini custodi di segreti antichi; di religioni potenti, di antiche divinità.
Il Figlio dei Cieli, Alaran, è stato portato sulla terra da un antico dio, e Nathee, una donna coraggiosa ma piegata da un sordo dolore, lo trova. Decide di accudirlo, lo rende suo figlio.
Ma non è un bambino normale: racchiude grandi poteri dentro di sé. Un antico druido, custode dei poteri della natura, aiuta Nathee nella sua impresa, ma anche  nascondendo il loro segreto al resto del mondo, presto qualcosa, o qualcuno, si sveglierà e pretenderà vendetta: il male più oscuro, quello originale.
"...da quella distanza, pareva poco più di un bambino umano sulla decina d'anni: un viso pulito, addirittura innocente, ma dallo sguardo severo ed estremamente malvagio. Guardare quegli occhi fece accapponare nientemeno che la pelle coriacea di un Mangipietre: sembrava di osservare la sorgente del male più antico, più freddo addirittura della fredda lama dell'Infinitum di Vanth".
(ho sottolineanto questa frase per la bella descrizione di un personaggio che potrebbe essere solito cattivo brutto e che invece ha in sé una sua bellezza, ma anche per la bella aggettivazione, originale e creativa). Alaran crescendo diventerà un uomo retto e giusto, ma non potrà restare inconsapevole per sempre, presto gli verrà chiesto il prezzo del suo nascosto potere, presto una bellissima ragazza sconvolgerà i suoi sogni per chiedere aiuto e protezione, e con lei l’intero mondo. Alaran saprà essere quell’eroe di cui tutti hanno così disperatamente bisogno?
Risultati immagini per fantasy

 Questa storia non è una semplice storia fantasy. È bene sottolinearlo perché trovare un solo genere in cui racchiuderla è estremamente riduttivo. Contiene molto caratteristiche dell’epica, del romanzo di formazione, del fantasy classico, della mitologia e della religione. Nulla è lasciato al caso in questo primo romanzo. Un mondo cartografato, creato da zero milioni e milioni di anni fa, in cui entità ben definite camminano e creano la vita.
È una storia epica perché ricorda l’inizio dei poemi omerici, e perché richiama una moderna Bibbia, in cui il Figlio dei Cieli è accudito e cresciuto da una moderna Maria, Nathee.
Come parte che ho preferito è stata quella in cui Nathee trova quello che diventerà Alaran, suo figlio.
I personaggi sono ben costruiti, soprattutto Nathee che cattura per il suo spiccato lato umano: è come se fosse davanti ai nostri occhi, in carne e ossa.
Lo stile dell’autore è puntuale e preciso, come richiamo al fantasy classico, nella descrizione di ambienti e situazioni, con una aggettivazione creativa e originale. Una piccola nota di criticità è proprio legata alla descrizione abbondante, spesso un po’ troppo, che a volte frammenta le situazioni.
Un buon libro con cui passare le giornate, che ci porterà in un mondo fantastico.
Aprite il libro, siete pronti per scalare le montagne insieme a Nathee per scoprire qualcosa che cambierà per sempre la sua vita?

RECENSIONE SCRITTA DA LAURA FEVERATI

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione in anteprima "703 Minuti" di Koraline L.F.,Newton Compton Editori, Amazon

Recensione in anteprima 703 Minuti di Koraline L.F.  Newton Compton Editori Amazon Scheda tecnica Titolo : 703 m...