Lettori fissi

martedì 7 aprile 2020

La vita bugiarda degli adulti di Elena Ferrante,EdizioniE/O

La vita bugiarda degli adulti di Elena Ferrante,EdizioniE/O

La vita bugiarda degli adulti di [Elena Ferrante]
SCHEDA TECNICA
Titolo: La vita bugiarda degli adulti
Autore: Elena Ferrante
Editore: edizioni e/o
Genere: Narrativa contemporanea
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pubblicazione: 7 novembre 2019
Pagine: 336
«Due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta. La frase fu pronunciata sottovoce, nell'appartamento che, appena sposati, i miei genitori avevano acquistato al Rione Alto, in cima a San Giacomo dei Capri. Tutto - gli spazi di Napoli, la luce blu di un febbraio gelido, quelle parole - è rimasto fermo. Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente di mio, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, sa se contiene il filo giusto di un racconto o è soltanto un dolore arruffato, senza redenzione».
Grande delusione per questo ultimo romanzo di Elena Ferrante, seppur la sua penna magica è inconfondibile. Come sempre, racconta una storia umana dei nostri vicini di casa, vicende che riguardano tutti noi e che tutti potremmo vivere. In questo romanzo, racconta la crescita di Giovanna o Giovannina o Giannì  che percorre quella fase adolescenziale carica di problemi e dubbi e si ritrova catapultata nel mondo degli adulti  temprato da bugie e falsità; scopre che la sua vita familiare è stata solo una commedia teatrale in cui i protagonisti interpretavano solo una parte scritta dalle convinzioni sociali. Ancora una volta ci troviamo a Napoli, la splendida città partenopea ricca di cultura, purtroppo sottovalutata, che costringe i ragazzi ad emigrare al Nord in cerca di una vita migliore.
La storia regge ed è ben scritta rendendo la lettura scorrevole fino a metà libro, dopodichè,  diventa piatta e scialba e sembra che sia solo una cattiva copia dell’Amica geniale; molti riferimenti e troppe coincidenze lasciano poco alla fantasia; cambiano solo i nomi dei personaggi e poi finale deludente, che non sembra nemmeno un finale. Che voleva dire nella parte finale? Non lo so e non l’ho capito; sicuramente non lo consiglierei ad un’adolescente , in quanto nulla di morale c’è. Delusione totale. Regalo tre stelle solo perché trattasi di Elena Ferrante, ma penso che molti autori emergenti sappiano scrivere un romanzo migliore di questo.


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Novità DeA Planeta e De Agostini

  Novità DeA Planeta  e De Agostini I sognatori di  Karen Thompson WALKER Silenzio, come quando nevica. Una pace gelida, tota...