Lettori fissi

venerdì 2 agosto 2019

Recensione libro "Karma city" di Massimo Bisotti, Harper Collins, Amazon

Recensione libro 

Karma city di Massimo Bisotti
Harper Collins
Amazon








Scheda tecnica
Titolo: Karma City
Autore: Massimo Bisotti
Editore: Harper Collins
Pagine: 422
Formato: Kindle e copertina flessibile
Pubblicazione: 28 Marzo 2019


Cosa faremmo se ci venisse offerta l'opportunità di cambiare vita, di ripartire da zero? Amanda, Mary Jane, Sarah, Joy, Robin, Yuki, Zac e Sasha hanno tra i venticinque e i quarant'anni e ognuno di loro ha una sua storia particolare. Zac ha una discoteca di successo e gli è appena stata diagnosticata una brutta malattia. Amanda è una milionaria famosa sui social ma sente di aver costruito solo rapporti superficiali. Sasha è un tatuatore che fa anche il ghost writer, soffre per i mancati riconoscimenti e di notte va a disegnare meravigliosi graffi ti sui muri della sua città. Mary Jane è una scrittrice che ha perso l'ispirazione e non riesce a trovare l'amore... Tutti e otto sono accomunati da una cosa: sono insoddisfatti della loro vita. Per questo accettano la proposta, che viene da uno psicologo conosciuto online, di abbandonare la loro esistenza quotidiana e trasferirsi su un'isola bellissima e appartata che possa offrire loro la possibilità di ricominciare. Qui, assieme ad altri giovani, potranno vivere un nuovo inizio in un luogo capace di riportare l'anima in contatto con la sua parte più vera. Passano i mesi, si creano legami, amori, amicizie. Ma qualche tensione comincia a scuotere il gruppo. È possibile che non sia tutto perfetto come sembra? Forse il sogno di un luogo ideale è soltanto un'illusione...


Il libro si apre con la presentazione di Andrea Kairos, narratore (con uno pseudonimo) della vicenda e personaggio che farà da guidatore ai pensieri dei personaggi coinvolti e non solo.
I protagonisti hanno un’età compresa tra i venti e i quarant’anni, ognuno con una storia di vita particolare vissuta. Mary Jane è una scrittrice di poesie che attaccava sui muri della sua città. Ma dopo aver perso il suo romanzo per colpa di un hater, non riesce più a ritrovare se stessa. Zac è il proprietario di una discoteca di successo, ma la sua vita cambia improvvisamente dopo avergli diagnosticato una malattia terminale. Sasha ama fare molte cose: è un tatuatore, fa il ghostwriter che lo rende triste per i mancati meriti e si consola disegnando graffiti nella propria città.  Amanda, dopo la morte dei genitori, diventa milionaria, molto legata ai social.  Si rende conto di aver costruito solo rapporti su internet. Yuki, dolce ragazza dai tratti orientali, vittima, nel periodo adolescenziale, del bullismo scolastico. Tutti, insieme a Robin, Sarah e Joy decidono di cogliere l’opportunità di cambiare vita, di ripartire da zero e ricucire le ferite ancora aperte. Karma city sarà il posto ideale? È tutto così perfetto come sembra o anche questo luogo nasconde qualcosa?
Quando sentiamo di essere in pericolo ci costruiamo uno scudo invisibile per fingerci invulnerabili, ma il nostro karma saprà sempre riconoscerci. Fino a quando non sarai in grado di liberarti da alcune tendenze distruttive che inevitabilmente si ripresentano a bussarti alla porta, non riuscirai mai ad essere felice”
 “Karma City” è l’ultimo romanzo di Massimo Bisotti, il secondo che leggo (dopo Il Quadro Mai Dipinto). Ho avuto molte aspettative su questo libro da quando l’ho comprato e avrei voluto che mi lasciasse senza parole. Non è proprio successo questo, ma mi ha aiutato a capire tanti altri aspetti del mio carattere e delle mie emozioni, e molte delle sue frasi, dei suoi periodi e pensieri hanno avuto la meglio su di me. È uno di quei libri che posi sul comodino con accanto una matita, che userei perché hai trovato delle frasi che riguardano proprio te. Ed è per questo che l’autore riesce sempre ad arrivare al cuore e suscitarmi delle emozioni. Ammetto che il libro migliore, secondo il mio parare, fra i due è stato “Il quadro mai dipinto”, ma anche questo romanzo è stato fondamentale per il mio essere.
Vi lascio con una delle ultime frasi che mi ha colpito maggiormente, riposta nella mia memoria.
Leggete e meditate. Buona lettura!
La verità è che non vi libererete mai completamente di me e forse non guarirete mai del tutto dalle vostre antiche ferite. Però, riconoscendole, sarete in grado di fronteggiarle e di evitare di ricaderci dentro.[..] Sarete in grado di modificare le cose solamente accettandole e prendendovi cura dei vostri nuovi spazi”


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento qui!

Recensione libro Mozzafiato di Alina Cebotari edito Scatole Parlanti

Recensione libro  Mozzafiato di Alina Cebotari edito Scatole Parlanti Scheda tecnica Titolo : Mozzafiato Autore : Alina...